TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 03/02/2012 Crac Deiulemar, nasce il tavolo tecnico: faccia a faccia tra società e avvocati (Alberto Dortucci, http://www.metropolisweb.it)

    Ricerca personalizzata

    Deiulemar, ultimatum degli azionisti al colosso della navigazione: «vogliamo garanzie, altrimenti presenteremo all’incasso le nostre obbligazioni». Viaggiano veloci, dagli uffici di Via Vittorio Veneto fino alle sale d’aspetto di avvocati e commercialisti, le ansie, le preoccupazioni e le paure degli oltre 13mila risparmiatori coinvolti dal possibile crac della società di navigazione di Torre del Greco.

    I silenzi dei vertici societari hanno infatti contribuito, in questi giorni di tensione, ad alimentare la psicosi dei tanti, tantissimi investitori che hanno affidato nelle mani della Deiulemar i risparmi di una vita. Paure ed incertezze che oggi si rincorrono, alla ricerca di uno spiraglio di luce, nelle stanze di avvocati ed esperti di finanza.

    Tantissimi, infatti, sono stati gli azionisti che in questi giorni hanno deciso di vederci chiaro, di scavare dietro ai silenzi, di provare ad edificare qualche certezza nel deserto di parole e fatti nel quale oggi sono confinati. «Sono stati tanti i clienti che in questi caotici giorni sono venuti nel mio studio- afferma l’avvocato, Ciro Buonajuto- per avere dei chiarimenti, per capirci qualcosa in più o anche per provare a recuperare il capitale investito.

    Io ho consigliato loro di aspettare, poiché la Deiulemar è una società riconosciuta storicamente per la propria serietà». Una linea di moderazione, quella tracciata dall’avvocato Buonajuto, volta a stemperare le ansie e le paure degli investitori, da oltre due settime costretti a convivere con un incubo che lentamente assume i contorni del dramma vero e proprio.

    “C’è comunque bisogno- ribadisce Buonajuto- di tener conto, in un ottica di un mite e sereno confronto tra le parti, dello stato d’animo dei risparmiatori. Non credo che le assemblee collettive siano il mezzo adeguato per affrontare la questione, sarebbe meglio organizzare dei singoli incontri. In questo modo si potrebbero stemperare le paure degli investitori e scongiurare la possibilità di una richiesta di restituzione del capitale”.

    Come sottolineato da Buonajuto, infatti, sono tanti i risparmiatori della Deiulemar che in questi giorni di tensione e paura stanno provando a capire se sia realmente il caso di chiedere all’impresa la legittima restituzione del capitale investito. Prospettiva che, incastonata nel critico quadro finanziario, indebolirebbe ancor più la posizione dell’impresa, rendendo praticamente inevitabile il tracollo.

    «Ho parlato con diversi cittadini che detengono le obbligazioni della Deiulemar ed ho consigliato loro di scrivere un documento ufficiale attraverso il quale si chiedono all’impresa incontri personali e soprattutto certezze, quelle che i risparmiatori chiedono con ansia, sia sui tempi che sui capitali investiti».

    Sicurezze che la nota impresa corallina- fino a ieri considerata dai risparmiatori come una vera e propria “cassaforte”- non pare poter garantire, almeno considerando i mille risvolti e le tante incertezze che ad oggi avvolgono l’intera vicenda. Un incubo di cui sono sfortunati protagonisti, oltre ai cittadini di Torre del Greco, anche migliaia di risparmiatori delle città limitrofe ed in particolare di Ercolano, città che Bonajuto conosce molto bene, nella quale ricopre anche il ruolo di consigliere comunale.

    «Quella della Deiulemar è una vicenda che non riguarda solo Torre del Greco. Secondo le mie stime- sottolinea Buonajuto-, infatti, ci sono circa 500 risparmiatori ercolanesi coinvolti in questa situazione. Ercolano è una città la cui economia ruota da sempre attorno alle attività marittime, e la crisi di questa storica impresa potrebbe causare gravi danni anche alle economie della nostra città.

    Per questo credo che bisogna cercare in tutti i modi di tutelare l’integrità di quest’impresa che nel corso degli anni ha sempre brillato per efficienza e serietà, cercando soprattutto di aiutare i risparmiatori preoccupati e le tante persone che oggi hanno paura di perdere quanto costruito in anni di lavoro e sacrifici».

  • I fari della Consob sulla Deiulemar. E spunta il rebus Lussemburgo
  • Deiulemar: slitta il censimento, offerte per rinegoziare i noli di 17 navi
  • Deiulemar, folla di risparmiatori davanti alla sede
  • Crisi Deiulemar, i Consumatori pronti alla battaglia legale
  • Crisi Deiulemar, l’incubo degli investitori di Torre del Greco. Cedole sospese
  • Deiulemar, i numeri di telefono per contattare la compagnia di navigazione
  • Deiulemar, la ricetta anti-crisi del super esperto in fallimenti
  • Deiulemar, l'azienda ai creditori: "Siamo noi la vostra garanzia"
  • Incubo crac Deiulemar, Torre del Greco trema. Il giorno della verità
  • Deiulemar, lo spettro del crac terrorizza Torre del Greco
  • Fincantieri, sos al ministro Passera: «Un tavolo per Castellammare»
  • Crisi Fincantieri, Idv chiede il nuovo piano di rilancio del gruppo
  • Noi di Deiulemar

    http://www.metropolisweb.it

  • Archivio Investimenti
  • Archivio Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO