TuttoTrading.it

 Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics
  • 06/10/2018 Notte Sacra sulle orme di san Vincenzo Romano. Il 20 ottobre a Torre del Greco spettacoli e visite ai sotterranei. Chiese e negozi aperti fino all’alba (Mariella Romano)

    Ricerca personalizzata


    Saranno le luci della festa dedicata a san Vincenzo Romano a illuminare la “Notte Sacra” che si terrà a Torre del Greco sabato 20 ottobre. Un evento straordinario promosso dalla Basilica Pontificia di Santa Croce su coordinamento del maestro Vincenzo Nocerino, don Nico Panariello e don Aniello Di Luca, che trasformerà la zona porto e il cuore storico della città in un teatro itinerante, in un santuario all’aperto e in un palcoscenico senza barriere, con concerti, catechesi, confessioni, meditazioni su san Vincenzo Romano e visite guidate ai sotterranei. Una manifestazione che grazie alla collaborazione di tutti gli artisti del territorio che si esibiranno gratuitamente nella notte più lunga delle celebrazioni dedicate al parroco santo, sarà a costo zero.

    Nella “Notte Sacra”, rimarranno aperte fino alla domenica successiva tutte le chiese del centro storico e fino alle 24 i negozi. Per l’occasione, spalancherà le porte ai pellegrini e ai turisti anche il museo del corallo del liceo artistico Degni, con gli studenti che faranno da guida dalle 20 alle 24. Apertura straordinaria per la casa di Vincenzo Romano, con visite gratuite e rappresentazioni in abiti d’epoca, dalle otto di sera a mezzanotte; la Grotta della Madonna a Santa Maria del Principio; l’Ipogeo delle anime a San Michele Arcangelo; il Chiostro dei padri cappuccini e la Sagrestia del ‘600 alla chiesa dell’Annunziata; le grotte di Santa Croce e della chiesa dell’Assunta.





    La kermesse avrà inizio alle 17 al porto, con  lo sbarco del novello sacerdote, don Antonio Germano, sulla banchina di Levante. Il giovane prete, accompagnato dai pescatori a bordo di un gozzo, vestirà i panni del parroco santo Vincenzo Romano, per rievocare il cosiddetto metodo della sciabica usato da don Vinc enzo per convertire i torresi e portarli in chiesa. Don Antonio Germano terrà una catechesi proprio sulla banchina, tra i pescatori e i turisti. Stessa cosa faranno i sacerdoti che dalle 17 e per tutta la notte scenderanno per strada per incontrare giovani e adulti mentre la banda cittadina Acmt diretta dal maestro Raimondo Esposito, dalle 20 in poi suonerà lungo tutto il tragitto, l’Inno al Beato.

    La chiesa di san Filippo Neri si trasformerà in un laboratorio di pittura con una estemporanea di Ciro Adrian Ciavolino che, sul modello di Leonardo da Vinci, realizzerà un tappeto in tempo reale, accompagnato dal soprano Angela Camilleri, dal pianoforte di Florinda Sorrentino e dai violini di Rosa Costabile e Dorotea Di Luca. In contemporanea ci sarà un Open Space con il laboratorio artistico e grafico di bambini e ragazzi, ispirato alla vita di san Vincenzo Romano.

    Diversi i concerti e le rappresentazioni: alle 19,30 nella chiesa della Madonna delle Grazie, si esibirà il coro dei bambini e dei ragazzi coordinato da Stefano Russo. Alle 20 a Santa Croce, ci sarà un concerto di musica sacra degli Iubilate Deo diretti dal maestro Giuseppe Polese.

    Alle 21, nella chiesa dell’Annunziata, I racconti della sera con “Fate bene il bene” di Nicola Di Lecce. Alle 22, a santa Maria del Carmine, il gruppo dei Luna Janara, con la partecipazione di Pino Santoro, terranno un concerto di canti devozionali e il rosario in napoletano alla Madonna delle Grazie. L’evento si concluderà con un corteo evocativo che attraverserà via Piscopia, via Roma, via Salvator Noto e arriverà a piazza Santa Croce.

    Alle 23.00 nella Chiesa della Madonna delle Grazie, concerto di musica sacra del trio Polimnia: al flauto, Gennaro Marrazzo, al pianoforte Giuseppe Caputo. Voce Jessika Crispino.

    Alle 24 incendio al campanile con fuochi pirotecnici sul sagrato della Basilica di Santa Croce.

    “Questa Notte Sacra”, spiega il maestro Nocerino, tra i promotori dell’iniziativa, “è frutto dell’ammirabile Provvidenza di Dio e vuole essere un omaggio al Parroco Santo artefice in prima persona della ricostruzione della città dopo l’eruzione devastante del Vesuvio nel 1794. È un’occasione per la ricerca della bellezza della propria terra, una risposta a chi vive queste strade il sabato notte in maniera diversa”.

  • Torre del Greco News
  • Info Torre del Greco News


  • http://www.mariellaromano.com

    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO