TuttoTrading.it

 Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics




    eXTReMe Tracker




    contatore visite
  • 16/11/2018 Disastro rifiuti. Fratelli d’Italia chiede ispezioni contro lo stato d’inerzia del sindaco. Replica del sindaco (Mariella Romano)

    Ricerca personalizzata




    “Le critiche le accetto dai cittadini ma non da chi ha amministrato Torre del Greco per tre anni lasciando in eredità questo sfacelo”.

    Sbotta a muso duro il sindaco Giovanni Palomba e risponde omettendo qualsiasi diplomazia politica agli attacchi dei consiglieri di opposizione che intervengono sul disastro spazzatura e sulle condizioni in cui si trovano gli Eco Punti, riversandogli addosso tutte le colpe di una situazione ormai fuori controllo. Le critiche, in questi giorni, sono arrivate nette e chiare, prima da Romina Stilo che ha presentato un esposto in Procura, all’Asl e al Prefetto. Poi da Fratelli d’Italia: Salvatore Quirino, Luca Alini e il consigliere comunale Alessandra Tabernacolo, parlando di “inettitudine dell’amministrazione Palomba”, hanno chiesto al prefetto di disporre “un’ispezione per accertare se vi siano casi d’inerzia del sindaco o del suo delegato nell’esercizio delle loro funzioni”.

    “Non abbiamo ancora capito come il sindaco Palomba e il suo assessore ai rifiuti intendano gestire questa emergenza” dicono in un comunicato Quirino, Alini e Tabernacolo”. “Allo stato attuale constatiamo che la situazione è sfuggita di mano: chiediamo al prefetto di intervenire con un proprio provvedimento per superare l’emergenza sanitaria in atto”.
    “Facciano pure”, risponde Giovanni Palomba. “Ma vorrei che al prefetto ricordassero anche chi ha amministrato Torre del Greco negli ultimi tre anni; chi ha voluto gli Eco Punti sotto le case, sotto le scuole, vicino ai mercati e di fronte alla villa nella quale ha vissuto il primo presidente della Repubblica. Dov’erano quando è stato approvato un piano industriale che sta dando questi risultati? E poi, vorrei anche che nei loro comunicati e nei loro esposti ci rinfrescassero la memoria, raccontando ai cittadini e alle autorità competenti, i motivi politici e non solo, per i quali la passata amministrazione è andata a casa. Se ricordo bene” aggiunge ironico Palomba, “il problema maggiore è stato proprio per la monnezza”.

    Sindaco, dia almeno una risposta concreta ai cittadini che sono esasperati. 

    “Stamattina la città è pulita al settanta per cento. Ma domani il problema potrebbe tornare”.

    E quindi? Per quanto tempo si potrà andare avanti così?

    “La notizia dell’emergenza spazzatura in Campania è sulle prime pagine di tutti i giornali. Questo significa che non soffre solo Torre del Greco. Purtroppo, però, il sistema degli Eco Punti aggrava la nostra situazione. E anche se non sembra, il sindaco Palomba e l’assessore De Rosa, stanno facendo l’impossibile per cercare di restituire un decoro alla città”.
    La consigliera regionale Loredana Raia, le ha suggerito di individuare un’area comunale e trasformarla temporaneamente in deposito per la spazzatura in modo da liberare gli Eco Punti e limitare i pericoli igienico-sanitari. Sta lavorando a questa ipotesi?

    “Non è così semplice e in ogni caso la questione è nelle mani dei tecnici”.

    Dunque, siamo di nuovo al punto di partenza?

    “Non proprio, anche perché stiamo lavorando per tamponare l’emergenza e trovare un’alternativa valida all’attuale condizione. Ma al momento è così”.

  • http://www.mariellaromano.com

    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • Info Torre del Greco Rifiuti
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO