TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 01/01/2009 Usi & consumi - News dal mondo 01 gennaio (http://www.aduc.it)

    Ricerca personalizzata

    USA / Legge sul suicidio assistito non fomenta la domanda
    Molte volte, avere la possibilita' d'abbandonare questa vita in modo indolore se siamo affetti da un male incurabile, da' forza per continuare. Lo dimostrano i dati raccolti in dieci anni nello Stato dell'Oregon (Usa), il primo ad aver autorizzato il suicidio medicalmente assistito. Nel rapporto, pubblicato su New England Jornal of Medicine, si legge che dal 1998, da quando e' consentito a una persona di chiedere al medico la ricetta del cocktail di farmaci per poter morire, sono stati prescritti 540 trattamenti e 338 decessi sono stati autorizzati per legge. Cifre che avallano la tesi di chi e' favorevole a regolamentare il suicidio -ad esempio il bioetico spagnolo Marcelo Palacios o le associazioni del "Diritto a morire con dignita'" o a "Morire in casa": legalizzare l'eutanasia o il suicidio assistito non induce a una domanda o a un uso abnorme di queste possibilita', ma serve da fattore tranquillizzante per persone consapevoli d'essere arrivati al termine della vita e desiderano non andare incontro a grandi sofferenze.  
    Alle passate elezioni di novembre, lo Stato di Washington ha approvato un'iniziativa analoga.
    ITALIA / Nelle citta' regna il rumore: ancora inapplicata la legge salva timpani del 1995
    Le citta' nella morsa del rumore, nonostante la legge che prevede monitoraggio e interventi per attenuare gli effetti negativi di traffico e altre fonti sonore sui timpani dei cittadini risalga al 1995. Solo il 60% dei capoluoghi di provincia hanno approvato la 'zonizzazione' del territorio, una mappa che divide in zone omogenee la citta', prevedendo livelli massimi di rumore: piu' bassi dove sono presenti scuole e ospedali, piu' tolleranza nelle zone industriali e commerciali. Ma anche dove la 'zonizzazione' e' cosa fatta, poi mancano interventi concreti per far rispettare i limiti. Tra le grandi citta' completamente al palo, Milano, dove la zonizzazione e' ancora in fase di approvazione.

     
    U.E. / Rapporto sulla malasanita' ospedaliera
    Il bilancio non e' tranquillizzante: un paziente su dieci degli ospedali Ue e' curato in modo sbagliato, e subisce un danno che sarebbe ovviabile. Parola di Bruxelles. Dal rapporto ECDC (centro di prevenzione e controllo sanitario europeo) risulta che ogni anno 4,1 milioni di pazienti ospedalieri si prendono un'infezione, e troppo spesso i malati sono vittime di diagnosi errate o tardive, di errori chirurgici e farmacologici. Non esistono dati dettagliati di ogni Paese sui tipi d'errore, ma cio' che Bruxelles vuole e' concordare strategie comuni tra i 27. La commissaria Androulla Vassiliou suggerisce di puntare sulla prevenzione, di migliorare l'organizzazione del lavoro attraverso le moderne tecniche disponibili e la collaborazione; favorire l'aggiornamento professionale, scambi d'informazione ed esperienze.
    EUROPA / Mercato dell'auto: a novembre -25,8%
    In Europa le vendite d'auto nuove sono crollate del 25,8% in confronto a un anno fa, segnala ACEA -l'associazione dei costruttori d'auto europei. Bisogna tornare indietro al 1999 e al 1993 per trovare un tonfo simile, ma allora non c'era ancora stato l'allargamento dell'Ue: i risultati si riferivano solo a 18 Paesi, non a 28 come ora (27 Stati dell'Unione senza Cipro e Malta, piu' i tre Paesi dell'AELE, ossia Islanda, Norvegia e Svizzera). Nei primi undici mesi del 2008, le vendite sono scese del 7,1%.
    ITALIA / Omeopatia: nel nordest il 40% la usa
    Cresce nel Nordest la fiducia nell'omeopatia: due persone su tre la conoscono, ma ben quattro su dieci la usa, secondo i dati raccolti dall'Osservatorio sul Nord Est per il Gazzettino.
    Il sondaggio su un campione di 1005 persone ha rilevato che l'omeopatia e' seguita dal 42,1% degli intervistati, con una preponderanza femminile: il 45,2% delle donne contro il 38,7% degli uomini. Le donne, insomma, sono piu' inclini ad usare i cosiddetti 'rimedi dolci'. Anche l'agopuntura, lo yoga e la pranoterapia si coniugano principalmente al femminile. La prima e' seguita dal 37,4% delle donne contro il 36% degli uomini (media 36,7%), lo yoga dal 38,3% delle donne e dal 33,6% degli uomini (36%), la pranoterapia dal 22,5% delle donne e dal 16,9% degli uomini (19,8%).
    Ma la pratica piu' conosciuta e' lo yoga: praticamente sconosciuto in Europa ai tempi dei Beatles, oggi si assesta tra le conoscenze base di quasi il sessanta per cento (57%) degli intervistati nordestini.
    AUSTRALIA / Notifica di atti giudiziari via Facebook
    Un legale australiano ha notificato l'avvio di un procedimento giudiziario a due accusati di morosita' attraverso Facebook. L'avvocato Mark McCormack, dopo aver tentato invano di localizzare la coppia  inviando la citazione al loro ultimo indirizzo conosciuto e anche per posta elettronica, ha ottenuto dal Tribunale Supremo del Territorio di Sydney (ACT) d'usare la rete sociale per eseguire la notifica. Il legale spera che altri colleghi e tribunali seguano l'esempio, posto che spesso i tribunali australiani hanno autorizzato la citazione in giudizio di persone via e-mail e sms. 
    Dalla sua nascita nel 2004, Facebook e' divenuta una rete sociale molto popolare e conta 140 milioni di  utenti.
    GERMANIA / A rischio la liberalizzazione del mercato farmaceutico
    In tema di una maggiore apertura del mercato dei farmaci, la bilancia giudiziaria sembra pendere a favore delle farmacie ufficiali e consolidate. Secondo l'avvocato generale della Corte di Giustizia Europea, Yves Bot, Germania e Italia possono impedire ai non farmacisti d'essere titolari di farmacia. Cio' vale per ambedue gli aspetti: il possesso e la gestione. Benche' il parere dell'avvocato generale non sia vincolante, di solito la Corte ne segue l'indirizzo. 
    Al centro della vertenza c'e' l'olandese Doc Morris, la prima farmacia per corrispondenza in Europa. Nel 2006 il Saarland autorizza l'attivita' di una filiale di Doc Morris, nel frattempo passata all'azienda farmaceutica Celesio. L'Ordine regionale delle farmacie e l'Associazione nazionale dei farmacisti si oppongono, e denunciano l'autorizzazione come lesiva della normativa tedesca sulla titolarita' delle farmacie. Il Tribunale del Saarland interpella la Corte di giustizia europea, e il 16 dicembre arriva il parere dell'Avvocato generale. La sentenza e' prevista tra qualche mese.
    ITALIA / Il canone Rai aumentera' e il Governo per ridurre l'evasione studia francese e greco
    Alla fine l'aumento del canone Rai arrivera': Sara' il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola a firmare il decreto nei prossimi giorni. Cosi' scrive il Sole 24 Ore. L'aumento sara' di 1,53 euro, che portera' l'imposta a 107,5 euro. Il maggior introito e' previsto in 25 milioni di euro. Il sottosegretario con delega alle Comunicazioni, Paolo Romani del Pdl, sta studiando le modalita' per ridurre l'evazione del canone residenziale che viene stimato attorno al 25%, in particolare al Sud (nulla e' dato sapere, invece, sulla pressoche' totale evasione del canone da parte delle aziende). Si ipotizza una risconssione del canone insieme alla tassa sull'abitazione (come avviene in Francia) o insieme alla bolletta elettrica (come avviene in Grecia).
    http://www.aduc.it/dyn/rai/comu.php?id=237074

     
    ITALIA / Bollette gonfiate: il caso 899 approda in Parlamento
    Interrogazione al ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola sullo stop imposto dal Tar alla delibera Agcom che disponeva il blocco automatico delle chiamate alle numerazioni speciali, come 899, 144 e simili. L'interrogazione e' firmata dai due senatori del Pd Donatella Poretti e Marco Perduca, che dal ministro intendono 'sapere cosa intende fare affinche' venga definitivamente posta fine allo stillicidio di bollette gonfiate che da oltre un decennio gravano sulle tasche degli italiani'.
    il Tar del Lazio, come ricordato dai due senatori, ha bocciato i provvedimenti dell'Agcom, Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni (delibere 97/08Cons e 348/08/CONS), che avevano previsto il blocco automatico dei numeri speciali a partire dal primo ottobre 2008 indicando tra le motivazioni il difetto di competenza: secondo il Tribunale amministrativo, l'Agcom non aveva l'autorita' di decidere il blocco, che e' invece di competenza ministeriale. Le competenze dell'ex ministero delle Comunicazioni fanno infatti capo, attualmente, al dicastero dello Sviluppo economico.
    La senatrice Poretti ricorda tra l'altro che 'come denunciato gia' nel dicembre 2007 dall'Aduc, associazione per i diritti degli utenti e consumatori, il ministero delle Comunicazioni (ora incorporato nel ministero dello Sviluppo Economico) non ha mai dimostrato grande attenzione ai problemi causati a migliaia e migliaia di utenti dall'uso truffaldino dei numeri speciali'. L'Agcom ha comunque gia' annunciato che fara' ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar.
     
    OLANDA / Sconto fiscale del Governo a prostituti e prostitute
    In Olanda migliaia di prostituti e prostitute hanno ricevuto un regalo dallo Stato, sotto forma di taglio fiscale. In futuro, il 20% delle loro entrate sara' deducibile, essendo considerata somma necessaria all'esercizio della professione. Secondo il quotidiano De Telegraaf, l'intesa e' stata raggiunta in un  incontro tra rappresentanti dell'industria del sesso e ministero delle Finanze. La cosa sorprendente e' che la piu' alta corte di giustizia olandese ha da poco stabilito che le spese per abbigliamento, in particolare la biancheria intima, o per trattamenti estetici, manicure e cosmesi, non sono detraibili.
    In Olanda la prostituzione e' legalizzata dal 2000, e per il Fisco le prostitute sono equiparabili a dipendenti o a liberi professionisti, a seconda che lavorino in un'impresa del sesso o in proprio. 
    ITALIA / Banca d'Italia: meta' della ricchezza nelle mani del 10% delle famiglie
    Ricchezza concentrata, in Italia, dove - a fronte di una media di 143mila euro pro capite - si registra una distribuzione delle risorse fortemente diversa. E' quanto rileva la Banca d'Italia nel suo bollettino statistico sulla ricchezza delle famiglie italiane.
    'Alla fine del 2007 - si legge nel bollettino - la ricchezza netta per famiglia ammontava complessivamente a circa 360 mila euro: la distribuzione della ricchezza, pero' - viene sottolineato - e' caratterizzata da un elevato grado di concentrazione, e molte famiglie detengono livelli modesti o nulli di ricchezza mentre poche dispongono di una ricchezza elevata'.
    Le informazioni sulla distribuzione della ricchezza - prosegue Bankitalia - desunte dall'indagine sui bilanci delle famiglie italiane, indicano che nel 2006 la meta' piu' povera delle famiglie italiane deteneva meno del 10% della ricchezza totale, mentre il 10% piu' ricco deteneva quasi la meta' della ricchezza complessiva.
    Il numero delle famiglie con una 'ricchezza negativa', vale a dire con debiti superiori agli attivi, e' invece pari a circa il 3%, 'una quota - spiega Bankitalia - largamente inferiore a quella riscontrata per altri Paesi come Stati Uniti, Regno Unito e Francia'.

     
    GERMANIA / Pochi gli immigrati nelle redazioni tedesche
    I media tedeschi scarseggiano di immigrati, denuncia il sociologo esperto di comunicazione Rainer Geissler. Nei quotidiani i giornalisti con retroterra da emigrato rappresentano solo l'1%, e cio' si traduce in scarsa competenza in tema d'integrazione oltre che nel prevalere di toni negativi. "Gli immigrati sono troppo spesso raffigurati come gruppi problematici, che hanno i loro problemi e li causano ai tedeschi", spiega Geissler, che invece apprezza l'attivita' pionieristica di alcune radio con piu' giornalisti d'origine straniera in redazione. "E' ormai assodato che in questo modo i media riescono meglio a svolgere il loro compito nei confronti dell'integrazione", conclude.
    ITALIA / Il 30% dei consumatori e' attento all'ecosostenibilita'
    Secondo un'indagine commissionata dalla Henkel alla societa' di ricerche Target Research, gli italiani disposti a cambiare le loro abitudini per proteggere l'ambiente non sarebbero piu' del 30%. Ma se questo comportamento consentisse anche la riduzione dei costi delle bollette e delle spese domestiche in generale, la percentuale diventa del 58.
     
    USA / Segno dei tempi: il telefonino nella tomba
    Negli Usa, da quattro o cinque anni si sta consolidando una tendenza in fatto di sepoltura. Secondo il sito Newsvine, soprattutto a Hollywood le persone vengono sepolte con gli oggetti che piu' hanno amato in vita, e tra questi prevalgono telefonino, iPod, Mp3 e altri strumenti tecnologici. "E' come se chiunque muoia prima dei 40 anni desideri portare con se' il telefonino", ha spiegato Noelle Potvin, consulente di servizi mortuari a Hollywood. In fondo, non e' sorprendente: portare nell'oltretomba oggetti cari e' usanza molto antica. Cambia solo il tipo d'oggetto. Se mai, il problema e' che chi sceglie la cremazione non puo' farsi accompagnare dall'amato cellulare perche' il regolamento non lo consente.
    U.E. / Corte di Giustizia: rimborso per i voli cancellati per guasti ordinari
    Il vettore aereo non puo' rifiutarsi di rimborsare i passeggeri dopo la cancellazione di un volo per problemi tecnici, salvo circostanze eccezionali, che devono derivare da eventi che, per natura e origine, non siano inerenti al normale esercizio dell'attivita' del vettore aereo e sfuggano al suo effettivo controllo, come per esempio un sabotaggio per terrorismo. Cosi' una sentenza della Corte di Giustizia europea per una signora che aveva prenotato, per lei il marito e la figlia, un volo Alitalia per un volo Vienna-Brindisi con scalo a Roma che, dopo aver fatto il check-in erano stati informati della cancellazione del volo ed avevano perso la possibilita' di una coincidenza per arrivare a Brindisi in mattinata. L'Alitalia si era rifiutata di corrispondere 250 euro di compensazione pecuniaria e 10 euro per telefonate, dopo aver avuto un guasto al motore di cui la compagnia era stata informata la sera prima del volo.
     
    ITALIA / La qualita' della vita nelle province
    E' Aosta la provincia con la migliore qualita' di vita' secondo un'indagine del quotidiano IlSole24Ore. Seguita da Belluno, Bolzano, Trento, Sondrio, Trieste, Siena, Gorizia, Piacenza e Parma. All'ultimo posto c'e' Caltanisetta, preceduta da Agrigento, Palermo, Trapani, Foggia, Napoli, Siracusa, Catania, Taranto, Caserta. Milano e' al 20mo posto, Roma al 28mo.
     
    ITALIA / Black-out luce: l'Enel deve risarcire
    Una sentenza di Cassazione ha definitivamente stabilito che l'Enel deve risarcire una signora di Viareggio che, nel 1997, aveva organizzato una mega-festa a casa sua e, grazie ad un black-out energetico, le salto' tutto, il cibo ando' a male e dovette anche pagare l'orchestrina prenotata. Ma il risarcimento riguarda solo i danni materiali, non quelli morali.
     
    GIAPPONE / In tempi di crisi s'ingaggiano falsi clienti per assaggiare il nuovo McDo
    E' proprio crisi in Giappone. McDonald's ha pagato centinaia di controfigure per fare la coda davanti a uno dei suoi ristoranti a Osaka. L'idea: mostrare d'essere i primi ad assaggiare un nuovo hamburger lanciato dalla societa'. McDo si e' vantata d'aver raggiunto il record di vendite (quasi 80.000 euro) prima d'essere costretta ad ammettere d'aver reclutato i falsi clienti in Internet e d'averli pagati tramite l'agenzia Fullcast.
    ITALIA / Calano le compravendite di abitazioni con mutuo
    Nel 2007 il numero di compravendite di abitazioni con mutuo e' sceso del 9,5%, passando a 370.141 unita' dalle 408.969 del 2006; nello stesso periodo le compravendite complessive di abitazioni sono diminuite del 4,3%. E' quanto emerge dal rapporto sui mutui ipotecari curato dall'Agenzia del Territorio.
     
    MONDO / Anche Facebook nella morsa della censura?
    Indecenti le foto di una madre che allatta il figlio? La rete sociale Facebook ha innescato un grosso dibattito -e grandi proteste- per aver ritirato varie fotografie che mostravano troppo il seno di una madre. Il suo portavoce, Barry Schnitt, assicura che Facebook non adotta misure contro la maggioranza delle foto di bambini attaccati al seno purche' conformi all'uso del sito, ma che altre vengono ritirate per dare garanzie di sicurezza a tutti gli utenti, bambini inclusi. "Foto che contengono un petto completamente esposto violano questi termini (sul materiale osceno, pornografico o sessualmente esplicito) e possono essere ritirati", spiegano i responsabili in un comunicato, aggiungendo che le foto censurate sono "quasi esclusivamente su reclamo di altri utenti". Tra le persone che si sono infuriate per l'oscuramento c'e' una diretta interessata, la statunitense Kelli Roman, la cui foto di sua figlia attaccata al seno e' stata ritirata da Facebook. Essa e' tra i promotori della petizione Hay Facebook, breastfeeding is not obscene! (Ehi, Facebook, l'allattamento non e' osceno!), che ha gia' raccolto 80.000 firme e 10.000 commenti.
    USA / Fiori e piante in ospedale velocizzano la guarigione dei malati
    Portare in dono una pianta o dei fiori a chi e' ricoverato in un ospedale aiuta a velocizzare la guarigione post-operatoria. Cosi' uno studio dell'Universita' del Kansas, che ha analizzato 90 cartelle di persone che hanno subito un intervento di appendice. Fiori e piante non solo sono risultati graditi (9 su 10 li considerano come migliorativi della qualita' della propria camera) ma sono dei veri toccasana. Infatti i malati assumono meno antidolorifici, hanno pressione e pulsazione arteriosa piu' basse e manifestano meno ansia e debolezza. Le piante sarebbero piu' efficaci dei fiori: la loro longevita' induce i pazienti a prendersene cura.
     
    MONDO / Imposizione fiscale in calo
    Rallenta l'imposizione fiscale sulle persone fisiche nel mondo. Negli ultimi cinque anni l'aliquota massima sui redditi personali e' passata da una media del 31,3 del 2003 al 28,8% del 2008. Cosi' uno studio di Kpmg. La Danimarca e' il Paese con l'aliquota piu' alta, 59%, seguita da Svezia 55% e Olanda 52%. L'Europa e' l'area geografica con le tassazioni piu' elevate: dal 41,5 del 2003 al 36,4% del 2008. La riduzione piu' significativa in Europa e' di Francia (dal 48 al 43%) e Germania (dal 48 al 45%). Interventi meno significati in Italia e Spagna: dal 45 al 43%. Stabile al 40% la Gran Bretagna. Altrettanto stabili gli Usa (35%) e il Giappone (50%). Stabile al 50% anche Cina e al 30% l'India.
    I Paesi con meno imposizione fiscale sono Russia (13%), Romania (16%) e Hong Kong (16%).
     
    ITALIA / Boom delle scommesse
    Il settore delle scommesse sportive, nel corso del 2008 ha fatto registrare una crescita decisa fino a 3,97 miliardi di euro. Il mese piu' ricco e' stato novembre con 477 milioni. Le scommesse via Internet sono il 27%. Alla guida la triade Snai-Lottomatica-Sisal che copre circa il 66% del mercato. Il 93% delle scommesse e' concentrato sul calcio.
     

  • Archivio Usi e Consumi
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO