TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 19/12/2006 Pazza idea: e anche l’Uefa dice si alla nazionale di calcio vaticana (Stefano Caredda, http://www.korazym.org)

    Ricerca personalizzata

    Una battuta del cardinale Bertone e impazza la curiosità intorno alle prossime gesta calcistiche della squadra vaticana: anche dalla federazione europea si dicono possibilisti. Poi il segretario di Stato smorza i toni: "Non ci pensiamo". Per ora…

    Gli europei del 2012 con la nazionale del Vaticano in campo: una formazione internazionale capace di qualificarsi giocando le partite eliminatorie del girone in uno stadio Flaminio di Roma appositamente prestato per l’occasione, magari con gli spalti zeppi di preti e suore colorati di giallo e bianco. Si è sviluppata davvero assai la fantasia nelle ore passate, complice qualche divertita battuta del segretario di stato vaticano e una diffusa voglia di veder realizzarsi l'inammaginabile.

    Gli appassionati di calcio ricordano il cardinale Tarcisio Bertone allo stadio un anno fa, quando da arcivescovo di Genova commentò per una televisione locale due partite di calcio, Genoa-Torino e Sampdoria-Juventus. Scherzando fra un corner e un penalty su una possibile nazionale del Vaticano con “Ratzinger tecnico, Ruini centravanti, Sodano regista e Tettamanzi in difesa”. Grande appassionato di calcio il cardinale, che in un’altra occasione - ai microfoni di Telepace - non mancò di sottolineare che se Giovanni Paolo II era stato un "centravanti di sfondamento e di fantasia", con Ratzinger la Chiesa aveva trovato un "centromediano metodista che dà sicurezza": "Papa Benedetto ci dà le certezze della fede, le ragioni della fede e ci lancia in avanti con i suoi passaggi, coinvolgendo tutta la grande squadra della Chiesa, e invitando i cardinali, che sono i suoi veri compagni di squadra, a giocare in avanti, a non avere paura, a puntare alla nuova evangelizzazione". Un anno fa, dunque, metafore calcistiche con significati religiosi. Non così nelle ultime 48 ore, quando persino l'Uefa si è sentita chiamata in causa, tanto da costringere Bertone - nella tarda serata di ieri - a spegnere gli entusiasmi: la squadra vaticana per il momento non è all’ordine del giorno.

    I fatti. Due sere fa ad Alassio (Savona) il cardinale segretario di stato, con il sorriso sulle labbra, dice: “Non escludo che il Vaticano possa allestire in futuro una squadra di calcio di grandissimo valore che possa essere all'altezza di Roma, Inter, Genoa e Sampdoria”. Le parole finiscono sui grandi quotidiani nazionali e le voci si rincorrono. Davvero? Ma quando mai! Ma ce la faranno? Ma poi, possono farlo? E’ davvero ipotizzabile una nazionale del Vaticano che partecipi alle competizioni internazionali, e che magari si qualifichi per un campionato europeo o addirittura per un mondiale?

    Alle domande - appositamente poste dall'agenzia Ansa - rispondono all’Uefa, la Federazione europea del mondo del pallone. Ed è una risposta positiva. “Perché no? Abbiamo già San Marino, il Liechtenstein, Andorra...stati da 30.000 persone. Se  il Vaticano vuole diventare membro dell'Uefa non ha che da presentare una domanda. Se ha i requisiti sara' accettato”. Parola di William Gaillard, portavoce dell'organismo europeo che regola il mondo del calcio. “Se loro vogliono diventare un membro Uefa devono presentare una domanda. Non c'è dubbio, ne hanno diritto: sono uno stato riconosciuto dalle Nazioni Unite. A dire il vero non so se abbiano una Federazione calcistica, se non ce l'hanno la dovrebbero costituire, e la domanda deve essere corredata da una serie di certificazioni di requisiti. Se li hanno, potranno essere accettati”.

    Indice

  • Pazza idea Parte I
  • Pazza idea Parte II
  • Pazza idea Parte III

  • Archivio Notizie Papa ed Islam
  • Archivio Vaticano
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti



    VAI ALLA MAPPA DEL SITO