TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 11/06/2015 Balneabilità al 25 maggio 2015 e decalogo del bagnante a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata





    Arrivano i dati Arpac nei soliti sette punti e tutti i punti presentano valori inferiori ai massimi imposti dalle norme vigenti. I sette punti scelti per i controlli sono Stazione di Santa Maria la Bruna, Mortelle, Lido Incantesimo,via Litoranea Nord, Torre di Bassano, Cimitero, Calastro. Ivalori per gli Enterococchi intestinali e per l' Escherichia coli sono spesso inferiori a 100 che rappresentava il valore massimo da non superare secondo la vecchia normativa valida fino al 2010. (dal 2010 i valori massimi sono stati portati a 200 e 500 rispettivamente).





    Superiore a 100 risultano i valori dell' Escherichia coli per il lido Incantesimo, Mortelle e viale Europa con un valore che si avvicina a 200 e questo significa ancora lido balneabile secondo la nuova normativa in vigore dal 2010.







    Secondo il sito del Ministero della Salute, invece, sarebbero al momento balneabili le zone di Calastro, Mortelle, Torre di Bassano e Santa Maria la Bruna mentre al momento risulterebbero non balneabili le zone Cimitero, lidi Incantesimo, via litoranea Nord.

    Certamente la balneabilità sarà decisa secondo i dati Arpac ma diventa ora necessario intervenire con una vera pulizia delle acque, con la costruzione delle condotte sottomarine che convoglieranno le acque reflue nel depuratore di foce Sarno.

    E intanto viene diffusa una nota  stampa dell'amministrazione che parla di Volantini e locandine per informare i cittadini sui pericoli derivanti dalla malsana abitudine a tuffarsi nelle acque antistanti il porto insieme ad un  decalogo del bagnante sulle regole da seguire in estate.

    E' risaputo che è pericoloso tuffarsi in prossimità del porto sia per l’intenso traffico in ingresso e in uscita dal porto  che  aumenta il rischio di essere investiti da barche in movimento e/o risucchiati dalle loro eliche sia per gli effetti sulla salute    in quanto gli inquinanti di tipo fisico, chimico e microbiologico derivanti dalle  attività marittime  presenti nelle acque portuali possono determinare nell’uomo patologie di natura infettiva, infiammatoria, allergica e disturbi di vario genere.

    Per informare il cittadino è previsto un volantinaggio ed  una manifestazione pubblica per spiegare ai cittadini insieme al parroco di Portosalvo, don Franco Rivieccio

     

    Queste sono  le regole contenute nel decalogo del bagnante:

    1) non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche;

    2) anche se sei un buon nuotatore, non sforzare il tuo fisico in acqua;

    3) dopo una lunga esposizione al sole, entra in acqua gradualmente;

    4) aspetta almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di bagnarti;

    5) non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa;

    6) se non sai nuotare, bagnati in acque molto basse;

    7) non oltrepassare i gavitelli che delimitano la zona di sicurezza;

    8) non spingerti al largo con materassini o altri galleggianti;

    9) evita di tuffarti dagli scogli;

    10) osserva quanto previsto dall’ordinanza di sicurezza balneare.

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata