TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 22/06/2015 Balneabilità: arrivano i nuovi dati Arpac che assegnano la balneabilità a tutte e sette le zone di controllo a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata





    Secondo gli ultimi dati Arpac, la qualità delle acque in Campania risulta spesso buona e in alcuni tratti del litorale addirittura eccellente, specialmente nel Cilento. Per Torre del Greco non sono ancora utilizzati i colori caratteristici per indicare una qualità eccellente, buona, sufficiente, scarsa ma il colore bianco che contraddistingue le aree di nuova istituzione o di nuova classificazione.





    Si noti che, secondo la nuova normativa, le analisi comprendono solo le percentuali di Enterococchi fecali e di Escherichia Coli secondo la nuova normativa del 2010.

    Vi sono delle zone come Anacapri, Bacoli, Barano, Capri, Casamicciola che presentano una qualità delle acque quasi sempre eccellenti ma in alcune zone i valori trovati sono superiori ai massimi, per cui le zone sono classificate come non balneabili come







    a Castellammare di Stabia:: i lidi Ex Cartiera, Villa Comunale,
    ad Ercolano: Ex Bagno Risorgimento, La Favorita
    a Napoli: San Giovanni a Teduccio, Pietrarsa, Bagnoli
    a Pozzuoli: Lido di Licola, Stabilimento Balneare, Effl. nord Depuratore di Cuma
    a Sorrento: Marina Grande – Lato Est
    a Torre Annunziata: Villa Tiberiate, Spiaggia molo di Ponente, Nord Foce Sarno

    a Castel Volturno: Villaggio Agricolo
    a Mondragone: Sud Fiume Savone
    a Sessa Aurunca: Sud Fiume Garigliano

    ad Atrani: Spiaggia di Atrani
    a Battipaglia: Spineta Nuova
    ad Eboli: Nord Foce Sele
    a Maiori: Spiaggia Maiori 2
    a Pontecagnano Faiano: Magazzeno, Sud Foce Asa, La Picciola
    a Salerno: Est Fiume Irno
    a Vietri sul Mare: Marina di Vietri Secondo Tratto, Marina di Vietri Primo Tratto 

    Alcune news di fine giugno per la costiera amalfitana

    1) A Sorrento confermato e peggiorato il divieto di balneazione a Marina Grande Sorrento non ha avuto la stessa sorte di Sant'Agnello ,le controanalisi effettuate dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale (Arpac) hanno evidenziato una situazione ancora peggiore rispetto alla precedente. In particolare, risulta che i valori relativi agli enterococchi intestinali hanno raggiunto il numero di 697, contro un limite di 200. Ancora peggiore la situazione relativa all’escherichia coli, che può arrivare ad un massimo di 500 unità ed invece a Marina Grande è stato rilevato che la soglia è salita a 2005. Condizioni del mare peggiorate e divieto confermato, per il mare della penisola sorrentina è sempre appesa la questione del depuratore di Punta Gradelle a Vico Equense, che dovrebbe servire tutta la penisola sorrentina, ed il problema del troppo pieno delle condotte fognarie gestite dalla GORI.

    2) Divieto di balneazione anche a Meta Estate senza pace per i bagnanti che frequentano le spiagge della costa sorrentina. Si allarga la mappa delle aree oggetto di divieto di balneazione, che ora arriva anche a Meta. Dopo Marina Grande e Marina Piccola a Sorrento, la Marinella a Sant’Agnello (dove lo stop ai tuffi è stato anche revocato) e Marina del Cantone a Massa Lubrense (provvedimento imposto per la presenza di un ordigno bellico, annullato due giorni fa), ora è la volta della spiaggia del Purgatorio di Meta. Tutti possono controllare le varie zone sulle pagine dedicate del sito Arpac

  • Arpac monitoraggio balneazione

    I dati del Ministero della Salute spesso differiscono dai dati Arpac come è successo agli inizi del mese: secondo il sito del Ministero della Salute risultavano al momento balneabili le zone di Calastro, Mortelle, Torre di Bassano e Santa Maria la Bruna mentre al momento risultavano non balneabili le zone Cimitero, lidi Incantesimo, via litoranea Nord. Diventa ora necessario intervenire con una vera pulizia delle acque, con la costruzione delle condotte sottomarine che convoglieranno le acque reflue nel depuratore di foce Sarno.

    Queste sono  le regole contenute nel decalogo del bagnante:

    1) non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche;

    2) anche se sei un buon nuotatore, non sforzare il tuo fisico in acqua;

    3) dopo una lunga esposizione al sole, entra in acqua gradualmente;

    4) aspetta almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di bagnarti;

    5) non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa;

    6) se non sai nuotare, bagnati in acque molto basse;

    7) non oltrepassare i gavitelli che delimitano la zona di sicurezza;

    8) non spingerti al largo con materassini o altri galleggianti;

    9) evita di tuffarti dagli scogli;

    10) osserva quanto previsto dall’ordinanza di sicurezza balneare.

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata