TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 23/08/2015 La schiuma nel mare che si forma con il mare agitato

    Ricerca personalizzata





    Le sostanze che producono della schiuma sono tensioattivi, che, a contatto con l' acqua, formano la schiuma che permette al grasso e allo sporco di sciogliersi e poi scivolare via quando viene sciacquato. Ma troppa schiuma potrebbe rendere la pelle ed i capelli secchi perchè verrebbero eliminate anche le barriere protettive. Utilizzare ogni prodotto per il minimo indispensabile e cercare di sostituirli con detergenti eco bio che, in rispetto dell’ambiente, non fanno uso di sostanze che producono molta schiuma, preferendo a queste degli ingredienti con lo stesso potere lavante, ma meno dannosi per l’ambiente e per la nostra pelle.





    La schiuma marina è un aggregato instabile di bolle d'aria. Perchè possa formarsi è necessario che qualcosa diminuisca la tensione superficiale dell'acqua, riducendo l'attrazione fra le sue molecole e favorendo così la formazione delle bolle. Questo qualcosa è, in genere, il materiale organico naturalmente disciolto nell'acqua del mare, che agisce circa allo stesso modo dei tensioattivi del bagnoschiuma nella vasca.







    A far spumeggiare l'acqua sono poi i venti superficiali o il frangersi delle onde contro la riva o gli scogli, che rimescolano l'acqua racchiudendo l'aria in piccole bolle. Il bianco della schiuma dipende dalla miriade di bollicine d'aria in essa contenute, che riflettono la luce in tutte le direzioni.

    La schiuma bianca potrebbe essere frutto di microalghe che formerebbero «muchi», zuccheri e lipidi e si formerebbe molto frequentemente quando c'è il maltempo e le correnti in mare.

    Dalla forma bianca inizialmente diventa gialla e infine marrone. Si distribuisce lungo la spiaggia, e capita di avvistarle all'inizio della stagione estiva e sempre meno col passare dei mesi caldi. In inverno scompaiono. Prima erano un fenomeno tipico del mare Adriatico ma adesso è facile trovarle anche sul Tirreno.

    Il problema è che spesso, in quella scia melmosa, di colore marrone e giallastro, galleggia anche tanto materiale da fogna, come i pannolini delle donne e questo farebbe pensare alla presenza di materiale fognario da accertare con ulteriori analisi.

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata