TuttoTrading.it


18/06/2022 Arpac e diverse zone critiche in Penisola Sorrentina


Ricerca personalizzata






Gli ultimi controlli Arpac hanno evidenziato diverse zone critiche in Penisola Sorrentina: valori fuori norma per la zona Sopramare di Piano di Sorrento dove come a maggio, sono stati rilevati parametri fuori norma per gli enterococchi intestinali (oltre 500 n/ml su un massimo di 100).

Problemi, come nel mese di aprile, anche a Punta San Francesco di Sant’Agnello, dove si riscontrano parametri leggermente oltre i limiti per l’escherichia coli (560 su un limite di 500). In entrambi i casi è sconsigliata la balneazione.

Ai Bagni di Scraio di Vico Equense l’escherichia coli è addirittura a quota 2.005, vale a dire quattro volte il massimo previsto dalla normativa. Si attendono le controanalisi da parte dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale.

Secondo LA GRANDE ONDA:

“Una brutta sorpresa i prelievi Arpac per il corrente mese di giugno, erano anni che non si vedevano tanti problemi. 

Il problema più grave si riscontra a Vico Equense, presso “Bagni Scraio”: i valori di escherichia coli qui riscontrati sono così elevati che Arpac, in questo tratto di mare, consiglia di vietare la balneazione.

Il sindaco dovrebbe quindi procedere con relativa ordinanza ed apposizione dei divieti di balneazione presso le marine che insistono su questo tratto di mare preso in analisi ma dovrebbe anche preoccuparsi di intercettare la provienza dell’inquinamento fecale riscontrato da Arpac.

Anche a Piano di Sorrento, località Sopramare, le cose non vanno bene: enterococchi intestinali fuori parametri come a Sant’Agnello, Punta San Francesco, Arpac rileva lo stesso problema riscontrato ad aprile: decisamente rosso il valore degli escherichia coli. 

Per queste due località è sconsigliata (ma non vietata) la balneazione”

  • Info Balneabilità
  • Ricerca personalizzata