TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 16/02/2016 "Acqua fresca, liscia o gasata?" Arrivano le prime due casette dell' acqua per il percorso RIFIUTI ZERO-ECONOMIA CIRCOLARE

    Ricerca personalizzata






    Il 15 settembre 2011 gli attivisti chiesero al sindaco di Torre del Greco di installare delle case dell' acqua del tipo di quelle esistenti in Emilia Romagna. A marzo del 2015 il comune, durante una conferenza, annunciò che erano in costruzione quattro case dell' acqua. Oggi, 16 febbraio 2016, sono entrate in funzione le prime due case dell' acqua. E finalmente, dopo quattro anni di attesa, arrivano i fondi provinciali che hanno permesso di iniziare la costruzione di 4 fontane dell' acqua.

    Queste le postazioni: Viale Sardegna (mercato), Bottazzi, La Salle, Cento Fontane ma il giorno 16 febbraio sono entrate in funzione solo le prime due, quella al Bottaazzi e quella a viale Sardegna.

    Questi i costi di erogazione: acqua liscia 3c/litro, acqua fresca 5c/litro, acqua gasata 7c/litro.

    Ed ora anche a Torre del greco compariranno le prime Case dell' acqua che hanno lo scopo di ridurre il consumo di acqua minerale e, quindi, della produzione di plastica.

    Si va, dunque, nella direzione dei Rifiuti Zero.

    Per chi ha difficoltà a digerire può essere utile un’acqua minerale di tipo bicarbonato-solfato.

    Questi minerali, infatti, influenzano lo svuotamento della colecisti, aumentando la velocità di transito stomaco/intestino e stimolando le secrezioni biliari, pancreatiche e gastriche:

    in altre parole, aiutano la digestione.

    Il bicarbonato e solfato inoltre stimolano l'azione degli enzimi digestivi, abbassando l'acidità dello stomaco e dell'intestino. 

    L' acqua gasata non è consigliabile per i bambini piccoli ma essa può causare una dilatazione temporanea dello stomaco perché l'anidride carbonica a volte aumenta le secrezioni gastriche:

    E’ importante precisare che non vi sono studi scientifici che abbiano mai provato gli effetti negativi sulla salute umana dell’acqua addizionata con anidride carbonica.

    I benefici dell’acqua gassata

    Al di là delle sue caratteristiche organolettiche, che possono risultare più o meno gradevoli, le bollicine stimolano i recettori del gusto, fino ad anestetizzarli e donare, così, una maggiore sensazione di freschezza al palato. E' questo il motivo per cui molte persone la ritengono più dissetante dell'acqua comune, anche se in realtà tale effetto è solo temporaneo. Se assunta prima del pasto, l'acqua gassata contribuisce a dilatare le pareti gastriche e a ridurre l'appetito. Se sorseggiata durante i pasti, la dilatazione delle pareti dello stomaco, stimola invece  la secrezione dei succhi gastrici.






    Negli ultimi anni in Italia sono sorte case dell' acqua a centinaia e sempre più cittadini stanno scegliendo di rifornirsi per soddisfare una parte del proprio fabbisogno idrico quotidiano.

    Si tratta di installazioni attrezzate per erogare acqua potabile opportunamente depurata, refrigerata, gasata e spesso gratuita o a basso costo. In pratica le si potrebbe considerare delle moderne ‘fontane pubbliche’. A differenza delle tradizionali fontane, però, le case dell’acqua sono sicure, facilmente accessibili e rappresentano un’opportunità di risparmio concreto per i cittadini oltre che un valido aiuto per l’ambiente: si evita l’accumulo di bottiglie e contenitori di plastica che finirebbero in discarica con una conseguente e significativo aumento delle emissioni di Co2 nell’atmosfera.

    Sempre più italiani scelgono l’acqua pubblica erogata dai chioschi o dal rubinetto di casa e le statistiche parlano di ben 7 milioni di italiani che negli ultimi 4 anni hanno smesso di acquistare l’acqua in bottiglia.

    Per chi è alla ricerca di altri motivi per scegliere di consumare l’acqua pubblica, di casa o delle case dell' acqua, è utile sottolineare che:







    • è sana, contiene la giusta quantità di sali minerali per il nostro organismo
    • è controllata, garantita e sottoposta a controlli quotidiani molto severi da parte dell’Arpa e delle Asl territoriali
    • è a km zero, non ha quindi bisogno di essere trasportata o di fare lunghi viaggi prima di arrivare nelle nostre case
    • è meno costosa dell' acqua minerale
    • essa permette di ridurre notevolmente le emissioni di anidride carbonica nell' atmosfera
    • essa permette di ridurre il consumo di plastica e, quindi, la plastica in giro che sta distruggendo la vita sulla terra.

    Naturalmente ci si deve sempre assicurare che vengano effettuati tutti i controlli necessari e una manutenzione continua, per far sì che l' acqua erogata sia sempre sicura.

    Naturalmente il maggiore utilizzo viene fatto nelle zone non raggiunte dall' acqua potabile, nei parchi affollati, ecc.

    L' acqua frizzante viene anche portata a casa, al posto dell' acqua minerale, permettendo di recuperare le spese per la manutenzione.

    Al centro dell' attenzione vi deve sempre essere la difesa e la promozione dell’acqua pubblica come bene comune da parte di ogni amministrazione Bere acqua del rubinetto permette anche di tutelare l’ambiente ed andare verso una città sempre più sostenibile.

    QUALI SONO LE PRECAUZIONI DA PRENDERE

    - evitate di fare scorta, potete rifornirvi ogni giorno negli orari e nei limiti previsti dal Comune;
    - consumate l'acqua entro 48 ore: questo limite dipende dal fatto che i contenitori non sono sterili, quindi l'acqua potrebbe deteriorarsi nel tempo;
    - utilizzate preferibilmente bottiglie di vetro, e ricordate di sciacquarle prima dell'uso; - non lasciate i contenitori esposti al sole e alle intemperie.

    COME SI PAGA?

    Due sono le modalità possibili di pagamento:


    – inserendo monete da 10 centesimi, fino a 2€;

    con la card ricaricabile direttamente al distributore, inserendo le monete nella gettoniera dopo aver inserito la tessera nell’apposita fessura.

    Quando si usano le monete e si preleva l’acqua in quantità inferiore alla cifra inserita, il distributore non fornisce resto. Dalla card, invece, viene scalato esattamente l’importo corrispondente al costo dell’acqua prelevata.

    È possibile richiedere la card presso l’Amministrazione comunale in cui è installata la Casa dell’Acqua, oppure presso un’attività commerciale ubicata nei dintorni e indicata presso la casetta stessa.

    Questo il comunicato stampa:

    TORRE DEL GRECO. IN FUNZIONE LE CASE DELL’ACQUA IL SINDACO: “STRUTTURE VALORIZZANO LA NOSTRA ECCELLENTE ACQUA”
    Questa mattina si è tenuta l’inaugurazione della Casa dell’Acqua nell’area del Parcheggio Bottazzi, alla presenza del sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, e del vicepresidente di GORI, Maurizio Bruno.

    La struttura è stata realizzata da GORI, in collaborazione con il Comune di Torre del Greco, grazie ai fondi messi a disposizione dell’ex Provincia di Napoli (ora Città Metropolitana). Contestualmente è entrata in esercizio anche la Casa dell’Acqua ubicata in Viale Sardegna, mentre nei prossimi mesi apriranno le altre 2 strutture in Località Cento Fontane ed in via Circumvallazione.

    Le Case dell’Acqua, videosorvegliate, erogano acqua liscia e frizzante refrigerata al costo di pochi centesimi al litro ed hanno come obiettivo prioritario la riduzione delle bottiglie di plastica da smaltire, con considerevoli benefici per l’ambiente e per le casse comunali. L’acqua, proveniente dalla rete pubblica gestita da GORI, ha una qualità garantita dai frequenti controlli che l’azienda svolge attraverso il Laboratorio interno, che si affiancano a quelli realizzati dall’ASL. Le strutture erogano acqua naturale a temperatura ambiente a 3 centesimi al litro, naturale refrigerata a 5 centesimi al litro e gassata refrigerata a 7 centesimi al litro.

    All’evento hanno partecipato anche un centinaio di alunni dell’Istituto Comprensivo Mazza-Colamarino. Nelle prossime settimane GORI avvierà percorsi formativi nelle scuole elementari di Torre del Greco nell’ambito del progetto Generazione Acqua, Sprechi Zero mirato alla diffusione del rispetto dell’ambiente e soprattutto del corretto utilizzo della risorsa idrica.

    “L’inaugurazione delle prime due case dell’acqua nella nostra città – spiega il sindaco, Ciro Borriello - rappresenta l’ennesimo segnale di attenzione dell’amministrazione comunale nei confronti dell’ambiente e della sua salvaguardia. Ringraziamo Gori per aver lavorato insieme a noi nell’allestimento dei due punti al parcheggio Bottazzi e a viale Sardegna. Siamo vicini all’apertura del terzo punto nella zona delle Cento Fontane e sono in via di risoluzione le difficoltà incontrate finora per la realizzazione della quarta casa dell’acqua nella zona di via Circumvallazione. L’attenzione mostrata dai cittadini per questa novità, che siamo certi ci aiuterà a ridurre la produzione di plastica e al tempo stesso a valorizzare la nostra eccellente acqua, è il miglior auspicio per il successo che sicuramente avranno le case dell’acqua anche nella nostra città, successo riscontrato finora in tutti i comuni dove sono state istituite”.

    “Ogni litro d’acqua erogato dalla struttura – aggiunge il vicepresidente di GORI, Maurizio Bruno – corrisponde a 40 grammi di plastica in meno. Ciò rappresenta in pieno l’importanza di questo progetto volto ad un risparmio economico e a dare una mano all’ambiente. Confidiamo che queste strutture rappresentino anche un punto di ritrovo per i cittadini”.

  • Info Case dell' Acqua
  • Ricerca personalizzata