TuttoTrading.it


20/01/2014 Dieci anni dall' eliminazione del credito di imposta

Ricerca personalizzata



Dieci anni fa esisteva per i dividendi il credito di imposta, cioè i dividendi venivano sommati al reddito e sul totale si detraeva l' irpef, favorendo i piccoli redditi. Il che è del tutto coerente col criterio di progressività tributaria enunciato nell’articolo 53 della Costituzione.







Fino al 2003 un contribuente con redditi medio-bassi riportava i dividendi nel modello Unico o anche nel 730. La norma venne abrogata da Giulio Tremonti a fine 2003, in barba alla prima delle tanto decantate “tre i” (impresa, Internet e inglese) e mai più rimessa.Questo significava per il cittadino recuperare veramente tanto.







Ora, invece, su 100 euro di dividendi si toglie il 27,50% di Ires, cedolare secca del 20%, in pratica si paga il 42% di tasse, poi vi sarebbe l' Irap, poi le spese. Ed ecco che i dividendi pagano sempre di meno.

  • Info Dividendi
  • Ricerca personalizzata