TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere




    eXTReMe Tracker


  • 24/01/2020 Scenario Il 2020:   positivo come il 2019?

    Ricerca personalizzata




    Nel 2020 le principali asset class riusciranno a replicare le impressionanti performance messe a segno lo scorso anno? Diversi operatori si stanno ponendo questa.

    Secondo l'esperta di Nadège Dufossé,  è difficile per ora fare un'analisi basata sulle previsioni per cui si preferisce analizzare lo scenario di riferimento.

    Nel 2019  i titoli di Stato europei e statunitensi sono aumentati  di circa l’8% mentre le azioni dell'Eurozona e degli Stati Uniti sono salite di oltre il 20% mentre nel 2018 sia i bond che le azioni hanno perso terreno.

    E' difficile avanzare delle previsioni ma molti investitori stanno consigliando prudenza.




    L' analista prevede una stabilizzazione seguita da una ripresa con una crescita del 2% in America e dell' 1% in Europa senza rallentamento monetario con una sola riduzione dei tassi in America mentre in Europa si attente un rallentamento fiscale.

    Tassi stabili, dunque, e titoli di stato in leggera diminuzione.

    La crescita degli utili per azioni sarebbe positiva ma inferiore al consenso con un  potenziale del rendimento dei dividendi  del 2-3%  e per i titoli del 6-7%, e maggiore per i paesi emergenti.







    Questo trend positivo dipende dalla fiducia degli investitori sulla crescita futura ma i risultati elettorali potrebbero innescare un calo delle valutazioni azionarie.

    I bassi tassi di interesse rendono limitato qualsiasi rallentamento del mercato azionario (sempre se non aumenta la  probabilità di recessione ) ma al contrario si potrebbero avere ottimi risultati.

  • Info Dividendi
  • Ricerca personalizzata