TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 27/01/2014 La questione Campana

    Ricerca personalizzata


    La questione campana viene affrontata in modo errato in quanto ci sono interessi ad affossare l' economia ed i prodotti campati, aiutati dai soliti pessimisti che parlano male di Torre del Greco, Napoli, la Campania.

    Eppure è stato trovato che degli 80 ettari di terreno disponibili, solo 4a sono utilizzati per l' agricoltura e solo l' 1% sarebbe fortemente inquinato.

    Gli inquinanti sempre presenti sono il rame,  proveniente dagli anticrittogamici utilizzati anche in agricoltura biologica,  ed il piombo,  proveniente dal piombo tetraetile utilizzato come antidetonante nella benzina; ma questi due metalli sono abbondanti in tutte le pianure del mondo e non solo nella terra dei fuochi.

    Vi sono poi altri metalli inquinanti insieme agli inquinanti organici, idrocarburi e diossine,  ma questi ultimi non sono solubili per cui non vengono assorbiti dalle piante e si accumulano nel terreno.

    I metalli in forma insolubile neanche possono essere assorbiti per cui solo i metalli in forma solubile possono sciogliersi nell' acqua ed essere assorbiti dalle piante e dagli ortaggi. E' stato visto, però, che i metalli assorbiti tendono ad accumularsi nella parte esterna delle piante, corteccia e tronco, mentre i frutti generalmente non vengono inquinati e questo vale anche per gli ortaggi, per i quali non tutte le parti risultano inquinate.





    E' assolutamente urgente controllare tutti i terreni per vedere quelli che possono essere utilizzati mentre gli altri possono essere destinati alla forestazione ed all' aggiunta dei batteri che vivono negli ambienti contaminati: in pratica si prelevano i batteri che si nutrono dei prodotti organici, si moltiplicano in laboratorio e si rimettono nel terreno in modo da eliminare gli inquinanti organici. In molti terreni si sta già procedendo alla forestazione con la piantagione dei pioppi le cui radici vanno in profondità ed assorbono tutti gli inquinanti solubili che si accumulano poi nella corteccia e nel tronco; al tempo stesso le radici intrecciate impediscono la penetrazione delle acque e riducono i rischi di inquinamento delle falde acquifere.

    Il controllo aereo delle discariche abusive è reso difficoltoso dal fatto che molti rifiuti sono stati interrati a grande profondità e poi tombati, cioè coperti da terreno con formazione della nuova vegetazione che non permette di distinguere il terreno sano da quello coi rifiuti interrati.

    E' stata fatta addirittura una campagna contro le mozzarelle a causa della diossina nei terreni, diossina che non è solubile per cui non può essere assorbita dall' erba.





    Nell' I.T.I.S. Giovanni Galvani si passa dai banchi di scuola alle radio italiane con un cd interamente ideato, registrato e prodotto dall’I.T.I.S. Galvani. “Talenti Latenti”: messaggio hip-hop dagli studenti della “Terra dei Fuochi”.

    Il disco non è solo un prodotto discografico, ma un messaggio per tutti: giovani, genitori, adulti, politici, insegnanti. Un grido d’allarme, ma anche un inno alla vita e alla speranza, che parte proprio da una delle terre più discusse, a rischio e martoriate d’Italia.

    Le canzoni raccontano, col linguaggio diretto e ruvido tipico dell’hip-hop, il disagio nel quale gli adolescenti coltivano i loro sogni. Una delle canzoni è  “Il futuro siamo noi” (titletrack) che affronta il problema dell’ inquinamento dovuto all’indifferenza di chi ci ha governato e taciuto in questi anni.

  • Talenti Latenti - IL FUTURO SIAMO NOI  

  • Info Inquinamento
  • Ricerca personalizzata