TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 04/04/2020 Coronavirus: il farmaco antiparassitario Ivermectin uccide in 48 ore COVID-19 in laboratorio

    Ricerca personalizzata







    Incredibile quanto evidenziato negli studi sulle colture cellulari condotti dal Biomedicine Discovery Institute (BDI) presso la Monash University (Melbourne): ora nuovi test.

    Un gruppo di scienziati australiani che sta conducendo dei test con l’ Ivermectin, un farmaco che viene utilizzato generalmente per trattare altre malattie come dengue o zika,

     sembra che siano riusciti a provare che questo farmaco riesca a uccidere il virus in 48 ore.




    La scoperta degli scienziati australiani potrebbe segnare una svolta nella lotta al nuovo coronavirus. Un farmaco antiparassitario, l’Ivermectin, è risultato efficace contro il COVID-19 nei test condotti dal Biomedicine Discovery Institute (BDI) presso la Monash University (Melbourne) in collaborazione con il Doherty Institute. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Antiviral Research

      Lo studio condotto dalla Monash University ha dimostrato che una singola dose del farmaco Ivermectin potrebbe fermare la crescita del virus SARS-CoV-2 nella coltura cellulare.

    Il dottor Kylie Wagstaff del Monash Biomedicine Discovery Institute nella giornata di venerdì ha affermato:







    "Abbiamo scoperto che anche una singola dose potrebbe essenzialmente rimuovere tutto l'RNA virale (rimosso efficacemente tutto il materiale genetico del virus) in 48 ore e che anche nelle prime 24 ore si è verificata una riduzione davvero significativa.

      Nel periodi in cui stiamo vivendo una pandemia globale e non esiste un trattamento approvato, se avessimo un composto già disponibile in tutto il mondo, potrebbe essere un aiuto più tempestivo per le persone.

      Realisticamente ci vorrà un po' prima che un vaccino sia ampiamente disponibile".

      Naturalmente sono necessari finanziamenti per portarlo a test preclinici e studi clinici, spiega l’emittente australiana 7

  • Info Malattie
  • Ricerca personalizzata