TuttoTrading.it




Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.2020
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • Acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • Urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • Circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • Memoria
  • Grandi
  • Temi
  • Inquinam.
  • M'illumino
  • di meno
  • M5S TDG
  • Ora solare
  • Legale
  • Peso
  • Rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • PoP
  • Raccolta
  • Bottiglie
  • Olio
  • Esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • Rivoluzione
  • verde
  • Salviamo
  • Mare
  • Scuole
  • riciclone
  • Shopping
  • Social
  • Street
  • Solidar.
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • TDG
  • Rifiuti
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • Droga
  • T.raccolta
  • Differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • Vuoto
  • a rendere


  • 08/04/2020 Scontro politico sulla zona rossa Postiglione-Litoranea-Leopardi-Santa Maria La Bruna

    Ricerca personalizzata







    Torre del Greco è venuta alla ribalta  sia in termini di contagi sia in termini di morti.ma se si eccettua il controllo delle storiche piazzette di via Falanga e via Teatro,  non sono stati adottati particolari accorgimenti per il rischio-Coronavirus.

    Sono  ignorati i divieti imposti dal governo e ovunque si discute  sull’opportunità di istituire zone rosse sul territorio, soprattutto nelle zone più calde, Postiglione e Leopardi.

      Secondo Fratelli d' Italia, Torre del Greco è una delle  città della provincia di Napoli con il maggiore numero di contagi e di vittime ma  il sindaco si  limita a stare nel centro operativo comunale e a stilare il bollettino serale pur essendoci diversi focolai sul territorio.




    In vari paesini della Campania sono stati istituiuti delle zone rosse  e  la zona compresa tra Santa Maria la Bruna, la parrocchia di Postiglione e viale Europa  registra un numero di casi positivi al Covid-19 in costante  aumento e si temono ulteriori contagi.

    I morti sarebbero 10 su 13 in quella zona, il 75%, ma pur avendo segnalato questo, il sindaco non ha mai fatto niente.

    E' stata chiesta  l’immediata istituzione di una zona rossa e  l’allestimento di un presidio sanitario permanente (un camper o una tenda medica) e con il costante controllo delle forze dell’ordine e dell’esercito per vigilare su entrate e uscite.
    I rappresentanti locali di Fratelli d’Italia hanno invitato a provvedere all’acquisto di tamponi veloci da fare a tappeto a tutti i residenti dell’area a rischio, al fine di isolare gli eventuali casi asintomatici e frenare la diffusione del virus.

    La risposta del sindaco :  "si vuole ghettizzare  interi quartieri della città   come se il Coronavirus rappresentasse un’emergenza sanitaria solo in determinate zone.

    Ma non è così.

    Isolare interi quartieri  non significa circoscrivere l’epidemia, ma solo emarginare una fetta di popolazione già provata da sacrifici e lutti a meno che non si vuole fare politica."

    In effetti anche molti cittadini della zona si sono lamentati soprattutto per essere stati abbandonati a se stessi, mentre vorrebbero
  • 26/03/2020 Santa Maria La Bruna: decine di persone in casa con sintomi sospetti ed intanto nei gruppi Facebook si chiede apertamente di dichiarare zona rossa quella del focolaio ritenuto maggiore ovvero il triangolo Postiglione - Litoranea - Santa Maria La Bruna






  • Info Malattie
  • Ricerca personalizzata