TuttoTrading.it

Home
Contatti

Informazione A.Informaz. Granditemi Dividendi Divid.2020 Divid.2021 T.Economia Tuttoborsa Tuttobanche Glossari T.Shopping Sicurezza Inf. Tuttoscuola Tuttoweb Tuttotrading

VAI ALLA MAPPA DEL SITO


17/11/2020 I sintomi del CORONAVIRUS sono molto simili a quelli dell'INFLUENZA STAGIONALE, ma l'ordine in cui si presentano è diverso


Ricerca personalizzata










I ricercatori della University of Southern California di Los Angeles in collaborazione con i colleghi della società statunitense Nexus Development e della Nanocarrier di Chiba, in Giappone, hanno cercato di stabilire  l’ordine temporale.

I ricercatori hanno utilizzato i dati dell’Organizzazione Mondiale di Sanità (OMS) relativi a oltre 55mila casi di Covid-19 confermati in Cina e confrontato l’ordine di comparsa dei sintomi con quello di migliaia di casi di influenza stagionale raccolti dall’Università del Michigan, di quasi 150 casi di Sars registrati nell’area di Toronto e di 45 casi di Mers segnalati in Corea del Sud.

Quali sono allora  i PRIMI SINTOMI, in ordine, tra coloro affetti da COVID-19?

Si inizia con la FEBBRE, poi  con TOSSE e DOLORI MUSCOLARI, seguiti da NAUSEA e/o VOMITO e, infine, DIARREA.







L’influenza stagionale, invece,  inizia con TOSSE seguita da febbre.

I ricercatori hanno affermato: “Abbiamo trovato prove che supportano la tesi che esista un ordine più comune di sintomi distinguibili di Covid-19, diverso da quello di altre importanti malattie respiratorie, ha commentato Joseph Larsen, ricercatore di Biologia computazione e bioinformatica e primo autore dello studio. Sapere che ogni malattia progredisce in modo diverso significa che i medici possono identificare più rapidamente se quella infezione è dovuta a Sars-Cov-2 o altri virus e può aiutare a prendere le migliori decisioni terapeutiche”.

Sono stati valutati  altri sintomi di Covid-19, come mal di gola, mal di testa e affaticamento, ma l’ordine dei quattro sintomi iniziali più probabili (febbre, tosse, dolori muscolari, nausea/vomito, diarrea) non è variato.

ATTENZIONE AGLI ASINTOMATICI CHE POSSONO INFETTARE

  • 16/11/2020 Chiarimento sui dati Covid, in particolare quelli del 15 novembre. Cosa vuol dire ASINTOMATICO?







  • Info Malattie
  • Ricerca personalizzata