TuttoTrading.it

Home
Contatti

Informazione A.Informaz. Granditemi Dividendi Divid.2020 Divid.2021 T.Economia Tuttoborsa Tuttobanche Glossari T.Shopping Sicurezza Inf. Tuttoscuola Tuttoweb Tuttotrading

VAI ALLA MAPPA DEL SITO


04/12/2020 Campania in zona arancione


Ricerca personalizzata










Il sindaco di Benevento Clemente Mastella conferma quanto già anticipato da Anteprima24.it: la Campania sarà in zona arancione. 

La Campania diventa, dunque, zona arancione Covid19 come da nuova ordinanza, relativa al contenimento del Covid-19, ordinanza che andrà in vigore domenica 6 dicembre, dopo la zona rossa dal 15 novembre.

Si potrà tornare ad uscire di casa e muoversi all'interno del proprio Comune senza dover portare l'autocertificazione, anche se resta l'obbligo del coprifuoco dalle ore 22 alle 5, salvo motivi di lavoro, necessità o salute o per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune.

Consentiti gli spostamenti necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza, se prevista.

Consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Sempre vietati gli spostamenti da un Comune all'altro e tra province e regioni.

Prevista riapertura di tutti i negozi ad eccezione di bar e ristoranti che potranno fare asporto e consegne a domicilio.

I centri commerciali restano chiusi nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.









Chiusura di musei e mostre.

Scuola: per la seconda e terza media previste le lezioni in presenza.

Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie.

Chiuse le università ad eccezione di alcune attività per le matricole e per i laboratori. (controllare ordinanze regionali e locali dei sindaci).

La classificazione dell'area sarà ogni 7 giorni e non più ogni 14, insomma ogni sette giorni si potrà cambiare a partire da venerdì prossimo.

Trasporto pubblico sempre ridotto al 50%, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

Chiuse attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

Chiuse piscine, palestre, teatri, cinema.

Saranno riaperti i centri sportivi.

Misure più restrittive per il periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio, soprattutto nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno.







05/10/2020 – Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato questa mattina l'ordinanza n.77 che contiene ulteriori misure di prevenzione e di contenimento del contagio da Covid-19

Ecco la parte ordinativa del testo:

Con decorrenza immediata e fino al 20 ottobre 2020, salva ogni ulteriore determinazione in conseguenza dei provvedimenti statali adottandi ai sensi dell’art. 2 del decreto-legge n.19 del 2020, convertito in legge n.35 del 2020, e dell’andamento della situazione epidemiologica quotidianamente rilevata:

- È fatto obbligo ai bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari di chiusura dell’attività dalle ore 23,00 alle ore 06,00 del giorno successivo, nei giorni da domenica a giovedì; dalle ore 24,00 alle ore 6,00 del giorno successivo, nei giorni di venerdì e sabato. Fanno eccezione gli esercizi presenti all’interno di strutture di vendita all’ingrosso che osservano orari notturni di esercizio. 

- Ai ristoranti, pizzerie ed altri esercizi della ristorazione (pub, vinerie, kebab e similari), è fatto obbligo di prevedere l’ultimo ingresso dei clienti nonché degli avventori per asporto alle ore 23,00, per l’intera settimana. Le consegne a domicilio sono consentite senza limiti di orario.









Restano confermate le disposizioni di cui all’Ordinanza n.75 del 29 settembre 2020, pubblicata sul BURC in pari data e relativi Protocolli di settore allegati. Sono altresì confermate tutte le disposizioni di cui all’Ordinanza n.76 del 3 ottobre 2020, ivi compresa la proroga:

 - dell’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le previsioni degli specifici protocolli di settore vigenti (ad esempio per le attività di ristorazione, bar, sport all’aperto), approvati o prorogati con le ordinanze vigenti o riportati in allegato al DPCM 7 settembre 2020;

-  di tutte le disposizioni relative alle misure di sicurezza obbligatorie prescritte per i titolari e gli utenti di esercizi commerciali, culturali, ricreativi, o comunque aperti al pubblico, ivi compreso l’obbligo di porre a disposizione, all’ingresso e all’interno dei locali, soluzioni idroalcoliche igienizzanti e di subordinare l’ingresso da parte degli utenti alla avvenuta igienizzazione delle mani e alla protezione delle vie respiratorie attraverso l’uso della mascherina.

Scarica il testo dell’ordinanza:

Ordinanza n. 77 del 05/10/2020







  • Info Malattie
  • Ricerca personalizzata