TuttoTrading.it


10/11/2021 COVID - LIEVE AUMENTO DEI CASI - AVANZA LA QUARTA ONDATA - AGGIORNAMENTI CENTRO OPERATIVO COMUNALE


Ricerca personalizzata









Quindici nuove guarigioni sono state registrate nella giornata odierna, a Torre del Greco.

Certificati 18 nuovi casi di positività al COVID-19, di cui 1 ripositivizzato.

È quanto trasmesso dal Centro Operativo Comunale - dopo il consueto aggiornamento serale con i Responsabili sanitari dell’ASL Na3 Sud e con l’Unità di Crisi Regionale.

Muta, così, il bilancio della cinquecentottantacinquesima giornata consecutiva di attività del C.O.C.: Totale ospedalizzati: 13;

Totale in isolamento domiciliare: 203;

Totale guariti dal COVID 6871;

Totale decessi: 177.

Istituito, dall' ASL, un ulteriore numero verde al quale è possibile rivolgersi - tutti i giorni - dalle ore 8.00 alle ore 20.00: 800936630. Il C.O.C. precisa, altresì - ai fini di una più agevole ed immediata comunicazione con i cittadini - che coloro ai quali è stato praticato il tampone e che restano, al momento, in attesa di conoscerne l’esito possono – nel pieno rispetto e tutela della privacy – rivolgersi ai numeri telefonici 081.8830736 e 081.8497030, reperibili tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 13.00.

Si segnala, inoltre, che con nota prot. n. 2882 del 12.11.2020 da parte dell’Unità di Crisi della Regione Campania è stato disposto che per poter effettuare il tampone molecolare, ovvero, per la ricerca di SARS-CoV-2 presso un laboratorio privato è necessaria la prescrizione medica su cosiddetta “ricetta bianca” con l’indicazione dell’effettuazione della prestazione.

Ciò si rende necessario al fine di garantire una maggiore appropriatezza dei percorsi di Sanità Pubblica.

Non da ultimo, è stato attivato, dall'Ambito Territoriale 31 del Comune di Torre del Greco, il numero di prossimità per le persone in quarantena domiciliare, anziani non autosufficienti e famiglie con minori, reperibile al numero verde: 800.17.16.36, tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

>

08/11/2021 Nell' ultima settimana i casi di covid sono aumentati a Torre del Greco di circa il 37%, come è avvenuto in tutta Italia ma con ospedalizzazioni basse. Avanza la quarta ondata

Nell' ultima settimana i casi di covid sono aumentati a Torre del Greco di circa il 37%, come è avvenuto in tutta Italia ma con ospedalizzazioni basse.

Le ospedalizzazioni basse, la campagna di vaccinazione ed il Green pass fanno sperare bene per il prossimo inverno.

Anche l'Rt sta aumentando e questo preoccupa di più.

Ed ora veniamo ai tamponi: dal 15 ottobre, cioè dall'entrata in vigore dell'obbligo di Green pass per i lavoratori, abbiamo visto una impennata di tamponi effettuati dai 150mila tamponi di agosto ai 400mila tamponi di questi giorni e questo sta facendo emergere molti casi che erano nascosti: facendo più tamponi si trovano più casi positivi, soprattutto per i tamponi molecolari mentre la percentuale di aumento per i test rapidi è molto più bassa.

Ma si è probabilmente di fronte ad una ripresa dell'epidemia, che era anche attesa perché con l'arrivo dell'inverno, l'abbassarsi delle temperature e la ripresa della circolazione virale nel resto dell'Europa, era una cosa prevista.

Senza considerare poi la riduzione delle precauzioni da parte di molti, l' abbassamento dell' età media dei contagiati, dell' apertura delle scuole, le varianti.

Bisogna anche monitorare la situazione con attenzione, soprattutto per quanto riguarda le ospedalizzazioni, per le regioni con più di 50 casi ogni 100mila abitanti ( la provincia autonoma di Bolzano, il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e l'Umbria) ma bisogna monitorare anche le regioni con aumenti percentuali di contagiati da una settimana all'altra.

Le vaccinazioni sono all' 85% ma molte regioni stanno vaccinando tantissimo con le terze dosi.

L' Italia ha vaccinato più di tutti gli altri paesi ed ha un' ottima strategia vaccinale, il che sicuramente ci protegge da una ripresa dell'epidemia.

L' Italia è anche avanti con il Green pass e per questo abbiamo una situazione epidemiologica migliore dei paesi che ci circondano.

Un aumento delle infezioni è previsto per l' inverno ma bisogna fare di tutto per limitarlo soprattutto evitando le ospedalizzazioni.

Non bisogna assolutamente abbassare la guardia e soprattutto: mascherine e gel igienizzante, evitando gli assembramenti.

Avanza la quarta ondata. Il Nord est è il più colpito, insieme a Marche e Calabria come anche Lazio, Molise e Sardegna, Toscana. Tre Regioni rischiano la zona gialla: Friuli, Marche e Calabria dove i ricoveri Covid nelle terapie intensive sono oltre la soglia critica. Si sta spingendo molto sulla terza dose per garantire un Natale sicuro.







  • Info Malattie
  • Ricerca personalizzata