TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni







    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 17/07/2014 Rifiuti Zero a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata



    Gli attivisti di Torre del Greco hanno deciso di riunirsi giovedì 17 luglio alle ore 19 in villa comunale per iniziare a discutere una proposta da presentare al comune per ottenere i primi cinque punti sui rifiuti zero con cui far partire il progetto rifiuti zero anche a Torre del Greco

    1) E' necessario che alla prima occasione il comune riveda il regolamento comunale in modo da prevedere la premialità come da richiesta già avanzata, per poter remunerare i cittadini più virtuosi.

    2) Studiare le possibilità di lanciare un sistema di compostaggio domestico con uno sconto, per esempio del 10% sulla Tari, ed alla prima occasione introdurre anche una premialità per i cittadini più virtuosi.

    3) Seguire ed ampliare le linee guida contenute nelle prime cinque proposte RIFIUTI ZERO A TORRE DEL GRECO

    Come riferimento è possibile seguire il comune di Formia che ha appena lanciato sia il compostaggio domestico sia il programma Rifiuti Zero, cercando di imitare Capannori, la patria del Rifiuti zero in Italia.






    Questi i punti base per RIFIUTI ZERO A TORRE DEL GRECO già presentati al comune da Lavoro Comune e che saranno discussi a partire dal 17 luglio (fra parentesi le modifiche suggerite dagli ATTIVISTI DI TORRE DEL GRECO prima della loro stesura definitiva

    1) l'istituzione di un osservatorio permanente sui rifiuti che coinvolga i cittadini e i comitati di quartiere; (e le associazioni)


    2) la dotazione di kit per il compostaggio di varia “taglia” in modo da ridurre il quantitativo di umido ed ottenere una riduzione sulla tassa che farebbe tirare il fiato non solo ai cittadini “semplici”, ma anche agli esercizi commerciali che producono grosse quantità di umido, ristoratori, fruttivendoli, e via dicendo; (si dovrebbe favorire il compostaggio domestico, condominiale, di quartiere dopo modifica del regolamento comunale, già chiesta. Si potrebbe studiare la possibilità di far partire il porta a porta anche solo per l’ umido.)


    3) l'avvio per le procedure di istituzione di un centro per le riparazioni ed il riuso, gestito da una o più cooperative cittadine, la cui stessa creazione andrebbe incentivata; (per esempio anche il book Crossing ad il baratto in genere)


    4) l'adozione di provvedimenti specifici volti a ridurre a monte la produzione di rifiuti, ad esempio l'uso ridotto della plastica nei locali pubblici; (Tutti i cittadini dovrebbero essere abituati a seguire la regola delle 4R: Ridurre ogni tipo di rifiuto, Riparare e Riusare tutto quanto possibile, cercare di Riciclare quello che rimane.

    Contemporaneamente bisogna attuare tutte le misure atte a ridurre gli imballaggi, l' uso delle posate non riciclabili nelle mense scolastiche, ecc. Distribuire gratuitamente o a basso costo degli shopping bag riciclabili in modo da eliminare l' uso delle buste di plastica)


    5) il potenziamento della rete di raccolta di rifiuti ingombranti (dare la possibilità ai cittadini di ritirare gratuitamente quello che può essere riusato o riparato)







  • Rifiuti Zero su Facebook

    PROPOSTE RACCOLTA DIFFERENZIATA/DISCARICHE/MALATTIE
    ***In molti paesi si è risolto il problema rifiuti con il porta a porta, togliendo dalle strade i cassonetti e le isole ecologiche non a norma, la città riprende a respirare, con questo sistema si farebbero lavorare tanti giovani ma soprattutto si educherebbe la popolazione che così impara sempre meglio a differenziare la propria immondizia trasformandola in risorsa senza farla diventare sporcizia di tutti.


    ***Secondo l' esperienza dei comuni vicini, potrebbero essere utilizzate anche le vecchie campane per il vetro. A Cercola hanno sistemato anche le campane per l' alluminio ma l' esperimento è stato negativo. In qualche zona dei comuni vicini è stato necessario sistemare anche dei cassonetti.


    ***Anche gli operatori ecologici devono essere preparati al nuovo lavoro tendente ad una raccolta differenziata spinta atta al recupero di risorse e salvaguardia dell' ambiente. Insomma: ideare, progettare, eseguire.
    ***Non dimenticare mai l' importanza di educare i giovanissimi per insegnare agli adulti l' importan

    za della raccolta differenziata: entrare nelle scuole elementari e medie con iniziative riguardanti la raccolta differenziata ed altre iniziative educative per trovarsi gradualmente di fronte ad una cittadinanza molto più responsabile. Gli insegnanti in questo campo potrebbero veramente fare tanto per esempio introducendo i principi fondamentali della raccolta differenziata, la regola delle 4R, i contenitori per la raccolta differenziata anche nelle scuole, insegnare a riprodurre piantine e scambiarsele, pulire le aiuole e tasformarle in orto/giardino.


    ***I rifiuti indistinti vengono raccolti tutti insieme e giù alla cava si recupera qualcosa e si butta tutto il resto nelle discariche, inquinando e distruggendo l' ambiente, le falde acquifere e distruggendo il territorio, oppure si mandano agli inceneritori che sono causa di morte e distruzione. In alternativa si potrebbe cercare di ridurre di far differenziare di più perchè la maggioranza dei sacchetti per la strada sono di indifferenziato. A GIUGNO 2014 SI E' PARLATO DI UNA NUOVA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER FAR RIPARTIRE LA DIFFERENZIATA


    ***Altro problema: quelli che spazzano le strade, lasciano il saccone nero per la strada e là rimane per molto tempo facendo di richiamo ad altre buste. Non si potrebbe organizzare un ritiro a tempo in modo da non lasciare i sacconi per molto tempo in mezzo alla strada? A GIUGNO 2014 E' STATO DETTO CHE SARA' CHIESTO ALLA DITTEA DI PRELEVARE QUESTI SACCONI PER EVITARE MULTE.


    ***Dare importanza alla raccolta dell' umido, o creare un impianto di compostaggio a Torre del Greco o attivare un piano di compostaggio domestico, perchè questo spinge tutta la raccolta differenziata. LA PROPOSTA DI GENNAIO DI COMPOSTIERE OFFERTE DALLA PROVINCIA E' STATA RIFIUTATA PERCHE' NON E' POSSIBILE RICORRERE ALLA PREMIALITA' DI CHI PARTECIPA AL COMPOSTAGGIO. A GIUGNO 20124 E' STATO CHIESTO DI CORREGGERE IL REGOLAMENTO COMUNALE.


    ***Impegnarsi tutti per una raccolta differenziata spinta e per l' eliminazione delle discariche e degli inceneritori. SUL GRUPPO ATTIVISTI DI TORRE DEL GRECO (APARTITICO) SI POSSONO TROVARE VARIE INFORMAZIONI A RIGUARDO SU COME ARRIVARE AI RIFIUTI ZERO, UNO DEI TRAGUARDI DA RAGGIUNGERE PER PERMETTERE LA CONTINUAZIONE DELLA VITA SULLA TERRA.
    ***Dare l' esempio ai più piccini ed abituarli a costruirsi un futuro migliore, realizzando dei corsi nelle scuole soprattutto inferiori. Riprendere sempre quelli che dicono che non ne vale la pena, perchè è assolutamente falso.


    ***A dicembre del 2012 è stato approvato in commissione un piano di raccolta differenziata che non è stato mai portato in consiglio comunale. A GIUGNO DEL 2014 E' STATO DETTO CHE E' PARTITA LA BEST PRACTICE PER LA DIFFERENZIATA A TORRE DEL GRECO: TUTTI POSSONO PROPORRE QUELLO CHE VEDONO FARE AGLI ALTRI PER SELEZIONARE IL MEGLIO PER TORRE DEL GRECO.

     

    ***30/07/2013 Compaiono le macchinette mangiabottiglie-lattine a Torre del Greco. Da utilizzare insieme ai propri figli. COME CONFERMATO A GIUGNO 2014, STA PER PARTIRE UN' ALTRA CAMPAGNA TIPO "SCUOLE RICICLONE" ESTESA A TUTTE LE SCUOLE. L' ARCHIVIO E' DISPONIBILE SU ATTIVISTI DI TORRE DEL GRECO.


    ***07/12/2014 Rifiuti, il Comune di Torre del Greco doveva entrare nelle scuole elementari per sensibilizzare gli studenti alla raccolta dei RAEE. IL PROGETTO PRECEDENTE E' SCADUTO.


    ***Già dal 2011 sono state chieste delle case dell' acqua ed il comune stava aspettando dei fondi per acquistarle. A GIUGNO L' ASSESSORE HA PROMESSO DI RISPOLVERARE LA RICHIESTA ANDANDO A VISITARE DELLE CASE DELL' ACQUA NEI PARAGGI.
    ***Attività di Clean Up: clean tdg pulisce periodicamente delle zone: possono partecipare anche giovani e bambini. Sarebbe utile anche entrare nelle scuole.


    ***Proposta all' assessore Balestrieri di esaminare la possibilità di costruire un centro di compostaggio a Torre del Greco. A GIUGNO E' STATO CHIESTO DI APPORTARE UNA MODIFICA AL REGOLAMENTO COMUNALE IN MODO DA PERMETTERE LE PREMIALITA': questo permetterebbe di premiare i cittadini più virtuosi ma anche di abituare tutti a trattare la spazzatura non come un rifiuto ma come una risorsa.


    ***06/01/2014 Gli attivisti di SEGNALIAMO, venuti a conoscenza di alcune tecniche sperimentali riguardanti la raccolta differenziata ed in particolare del piano di rifiuti che gli attivisti di Napoli hanno proposto al comune di Napoli, ha inviato delle note con un riferimento ultimo al piano di compostaggio discusso a Napoli (ma poi il sindaco si è dimesso)


    ***Sono state proposte alcune aggiunte e modifiche alle tabelle della raccolta differenziata. Successivamente si chiederà al comune di preparare dei volantini economici da distribuire con i kit di buste, nelle piazze e nelle scuole coinvolgendo gli insegnanti. SI E' SAPUTO A GIUGNO CHE IL COMUNE VUOLE PARTIRE CON UNA CAMPAGNA INFORMATIVA.


    ***Per chi non ritira le buste, creare un nucleo ambientalistico da parte della polizia municipale con lo scopo di invitare i cittadini a non depositare fuori orario ma anche per invitare tutti alla raccolta differenziata. E' APPENA PARTITA UNA CAMPAGNA INFORMATIVA PER SPINGERE TUTTI A RITIRARE LE BUSTE PER L' INDIFFERENZIATA.


    ***Vorremmo conoscere il percorso fatto dai rifiuti: a chi vengono consegnate le varie frazioni? A GIUGNO E' STATO CHIESTO A LEGAMBIENTE DI FARSI DARE I DATI DAL COMUNE PER DIFFONDERLI MA SI CERCHERA' IN ALTERNATIVA DI PROVVEDERE IN PROPRIO.


    ***A gennaio dovevano essere chiamati 55 volontari dalle associazioni per dare una mano nel controllo rifiuti, poi non se ne è più parlato. NE SONO ARRIVATI 45 A MAGGIO E STANNO FACENDO OPERA DI CONTROLLO.


    ***Mappare tutte le discariche abusive comprese quelle sul Vesuvio


    ***Controllare i roghi tossici e denunciarli subito


    ***Controllare anche le discariche sul Vesuvio


    ***Impedire la coltivazione nei terreni inquinati piantandoci dei pioppi e moltiplicando i batteri


    ***Utilizzare il registro tumori


    ***Vorremmo capire come sono distribuiti i dipendenti della Ego Eco per comprendere le varie irregolarità per la pulizia della città


    ***Data la grande quantità di rifiuti provenienti dalle attività commerciali, sarebbe utile dotare gli esercizi di appositi contenitori per il recupero giornaliero


    +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
    PROGRAMMA IN BREVE


    • Raccolta porta a porta
    • Adesione al programma rifiuti zero con l' intento di arrivare ad una raccolta del 100% entro il 2020.
    • Pubblicazione settimanale dei dati sulla raccolta differenziata sul sito web del comune ed aggiornamento delle ditte preposte al riciclo con le quantità raccolte e riciclate.
    • Favorire centri cittadini per il riuso per esempio dei libri e del baratto in genere, meglio di riparazione e riuso.
    • Isole ecologiche a norma, completamente chiuse, controllate, videosorvegliate, con premialità e con applicazione della tariffa sui rifiuti in base alla reale produzione di rifiuti per incentivare la riduzione.
    • Favorire la filiera di raccolta olii alimentari esausti anche con campagne informative.
    • Incentivare il compostaggio domestico per case e giardini oppure il compostaggio condominiale, sempre con premialità.
    • Tutti i cittadini dovrebbero essere abituati a seguire la regola delle 4R: Ridurre ogni tipo di rifiuto, Riparare e Riusare tutto quanto possibile, cercare di Riciclare quello che rimane. Contemporaneamente bisogna attuare tutte le misure atte a ridurre gli imballaggi (Come il vuoto a rendere) l' uso delle posate non riciclabili nelle mense scolastiche, ecc. Distribuire gratuitamente o a basso costo degli shopping bag riciclabili in modo da eliminare l' uso delle buste di plastica.
    • Realizzare eventi informativi sull' utilizzo di “prodotti sfusi o alla spina” oppure per dimostrare come molti prodotti possono essere preparati in proprio.
    • Campagne informative dirette ai cittadini, anche nelle associazioni e nelle parrocchie. Formazione soprattutto dei bambini e dei giovani secondo il programma "sensibilizzare gli studenti per educare i genitori" nelle scuole, in piazza, nelle associazioni. Bisogna partire dalla sensibilizzazione delle persone e non preoccuparsi solo del riciclaggio, con la diffusione dell’informazione sul tema dei rifiuti, specie nelle scuole che è da sempre lo strumento da usare per entrare nella società ("sensibilizzare gli studenti per educare i genitori"). Se nella scuola i bambini acquisiscono le cognizioni necessarie si fanno paladini in famiglia e nella società per la realizzazione della raccolta differenziata. Più propriamente bisognerebbe realizzare un progetto più esteso di educazione allo sviluppo sostenibile, alla Green Economy, all' economia circolare.
    • Nelle piazze, nelle strade, nei locali e nei parchi pubblici provvedere a sistemare contenitori per la raccolta differenziata compresi quelli per le cicche di sigaretta.
    • Controllare tutti i litorali favorendone anche la pulizia da parte degli attivisti.
    • Favorire i centri di raccolta degli ingombranti e dare la possibilità ai cittadini di ritirare gratuitamente quello che può essere riusato o riparato

  • Info Rifiuti Zero
  • Ricerca personalizzata