TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni







    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 06/03/2015 Filiera Hotel e Ristoranti Rifiuti Zero - Zero Waste – Hotel e Ristoranti. Il Conca Park

    Ricerca personalizzata





    Il Conca Park è stato il primo hotel ad applicare efficacemente la strategia Rifiuti Zero, meritando la Nomination Rifiuti Zero come attività commerciale dedita alle buone pratiche ed esempio sociale, risultando il primo di altre attività di ristorazione (lidi balneari, hotel e ristoranti) a far parte della “Zero Waste – Hotel e Ristoranti”, anche detta Filiera Hotel e Ristoranti Rifiuti Zero.





    Spese elevatissime, soprattutto quelle per la spazzatura, spinsero l' hotel verso le buone pratiche di Rifiuti Zero con un ritorno immediato soprattutto da parte di quella clientela sensibile ai temi ambientali e alle buone pratiche.

    Ma il Conca Park sta portando avanti anche un circolo economico di filiera corta: scegliendo di rivolgersi ai produttori della zona, favorendo così un’economica incentrata su scambi diretti e a km zero.

    E così il Conca Park è divenuto una figura di riferimento e di suscitare interesse di altre attività nel campo della ristorazione, come hotel, lidi balneari, ristoranti:

    l' hotel ha infatti adottato una scuola media di Sorrento, contribuendo direttamente alla formazione ambientale e alla creazione di una coscienza ecologica delle giovani generazioni.







    Queste sono le azioni concrete che il Conca Park sta promuovendo per raggiungere l’obiettivo “zero rifiuti”, semplici e concrete azioni che vertono verso le buone pratiche proposte dalla strategia Rifiuti Zero:

    1) Eliminazione della plastica e dell’usa e getta dall’hotel: sia nelle camere, che in cucina, che ai bar, che al ristorante. E l’Università della Cucina Mediterranea , essendo nella struttura, deve rispettare queste regole.

    2) Quando si fa colazione, ad esempio, a buffet: al posto dei monouso ci sono dispenser, dosatori (per marmellate e zucchero, ecc.) e caraffe per i liquidi.

    3) Nelle camere non si trovano saponcini, ma contenitori ricaricabili

    4) Dalle camere alla hall principale, alle piscine, al ristorante, si fa la raccolta differenziata

    5) Non si vendono bottigliette di acqua e nemmeno si possono introdurre nell’hotel ma è possibile acquistare una borraccia con il logo Zero Waste che si può riempire gratuitamente ad ogni dispenser presente nell’albergo.

    6) E naturalmente non può mancare un' adeguata informazione per il turista che rappresenta un' azione basilare: nella hall principale vi è lo Zero Waste Point in cui sono spiegati la strategia ed il motivo per cui è importante aderire alla strategia Rifiuti Zero con tutte le regole che fanno riferimento a buone pratiche: non introdurre usa e getta nella struttura, utilizzazione dei contenitori di sapone ricaricabili nelle camere, ricorrendo anche a simpatici fumetti che ritraggono Paul Connett e Rossano Ercolini mentre spiegano la strategie e il perchè tutte queste regole e tutto questo viene spiegato anche dai tour operator che all’arrivo di ogni gruppo di turisti spiegano le buone pratiche dell’albergo prima di iniziare con le visite.

    Importante è anche la formazione del personale con aggiornamenti annuali, perchè sono i capi del personale che devono spiegare lì importanza di sostituire l’usa e getta con i dispenser, mettere i cestini della raccolta differenziata nelle camere, utilizzare detersivi concentrati, evitare gli sprechi alimentrari, ecc. Anzi, lo stesso personale ha poi iniziato a seguire le buone pratiche anche a casa.

    Si è passati poi alla creazione della Filiera Hotel e Ristoranti Rifiuti Zero con l' adesione di altre attività (l' Hotel Royal Continental di Napoli, l' associazione albergatori di Capri, ristoranti con noti chef e stabilimenti balneari non solo campani), sempre con l' obiettivo di far arrivare queste attività alla produzione “zero” dei rifiuti, per una società sostenibile, con la collabiorazione delle amministrazioni, dei produttori locali per una filiera corta, e gli industriali per gli acquisti all' ingrosso. all’ingrosso.

    La Filiera rappresenta un’azione di empowerment economico territoriale, proprio grazie l’applicazione di Rifiuti Zero con il tentativo di creare un’economia circolare locale, improntata sul contatto diretto tra produttore e attività di ristorazione.

    Poichè le adesioni sono molto lente, potrebbe essere necessario creare dei grandi eventi mediatici che attirino l’attenzione e che permettano di fare pubblicità alla filiera e per incanalare alcune delle energie che costituiscono il panorama economico e politico italiano: amministrazioni locali, produttori sul territorio e le industrie, favorendo l' avvio di attività di empowerment sociale e culturale, come l’adozione di una scuola comunale o l’avviamento di percorsi ambientali per la cittadinanza.

    L' efficacia concreta della Filiera sul piano economico, di prestigio e sociale, favorirebbe l' aumento delle strutture aderenti e da questo deriva l' importanza di creare sinergia tra le tre grandi responsabilità che costituiscono la società: del singolo cittadino, della leadership politica, degli industriali/produttori.

    In termini di riduzione dei rifiuti, il Conca Park ha ridotto dal 2012 i rifiuti di 12000 Kg all' anno, agendo su tutti i fronti, a partire dalla prima colazione:

    non si offrono più monoporzioni e i contenitori di plastica sono stati sostituiti da bottiglie in vetro per il latte, da restituire al fornitore con riduzione dei rifiuti e del costo.

    Gli alberghi producono molta plastica, non solo a causa dei contenitori per la prima colazione, ma anche per via delle bottigliette d’acqua minerale ma gli ospiti del Conca Park Hotel possono fare a meno di acquistarle, grazie agli erogatori di acqua gratuita che sono stati installati a ogni piano dell’albergo.

    L’acqua può essere versata nei bicchieri di vetro presenti in camera, ma anche i dipendenti hanno a disposizione tazze personali per il caffé e bicchieri di vetro. I drink, inoltre, possono essere sorseggiati con cannucce biodegradabili e le buste usa e getta per la biancheria sono state sostituite con contenitori riutilizzabili.

  • Info Rifiuti Zero
  • Ricerca personalizzata