TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 21/04/2018 Ritornano le schiume nel mare di Torre del Greco con le spiagge già affollate. Parcheggio Porto-Scala strapieno, spiagge affollate e comparsa delle prime schiume, ad una settimana dalla pubblicazione dei primi dati Arpac sulla balneabilità a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata







    Parcheggio Porto-Scala strapieno, spiagge affollate e comparsa delle prime schiume, ad una settimana dalla pubblicazione dei primi dati Arpac sulla balneabilità a Torre del Greco.

    L' anno scorso furono fatte delle previsioni per un boom del mare per il 2018 e probabilmente le previsioni si potrebbero avverare proprio quest' anno.

    Un bel mare con la comparsa delle prime schiume nelle solite zone in conseguenza dei primi caldi in quanto con il caldo possono comparire delle bolle  e delle schiume sull' acqua.

    Quelle strane bollicine che si notano talvolta sull' acqua sono spesso il risultato di un processo naturale dovuto all' ipossia, ovvero alla mancanza di ossigeno delle acque.





    Le acque di fogna e le sostanze in esse contenute producono modificazioni ambientali di vario tipo ed intensità come: diminuzione della trasparenza e dell’ossigeno, variazioni del pH, aumento della anidride carbonica (CO2) e di altri prodotti della degradazione delle sostanze organiche (H2S, NH3, CH4).

    I sali minerali (nitriti, nitrati, fosfati), se non vengono eliminati con la depurazione dei liquami fognari, fungono da concime sulle microalghe provocando l' eutrofizzazione delle acque, un processo degenerativo dell' ecosistema acquatico dovuto all' eccessivo arricchimento dei nutrienti.

    La schiuma marina è un aggregato instabile di bolle d'aria. Perchè possa formarsi è necessario che qualcosa diminuisca la tensione superficiale dell'acqua, riducendo l'attrazione fra le sue molecole e favorendo così la formazione delle bolle. Questo qualcosa è, in genere, il materiale organico naturalmente disciolto nell'acqua del mare, che agisce circa allo stesso modo dei  tensioattivi del bagnoschiuma nella vasca.







    Non è, dunque, inquinamento. In pratica, l' innalzamento della temperatura fa sì che i batteri presenti negli strati superficiali del fondo marino proliferino rilasciando cattivi odori e bollicine, e questo crea una carenza di ossigeno nel mare che porta alla comparsa di queste bollicine che possono sembrare schiuma da inquinamento ma che, secondo gli esperti, sono il risultato di un naturale processo biologico.

    Secondo gli esperti le schiume di colore bianco si formano dalla dispersione dei gas nell’acqua ma anche le mareggiate possono, grazie all’energia stessa delle onde, possono formare schiume di colore bianco e poco compatte per le molecole gassose spinte in quelle liquide dell’acqua marina.

  • Approfondisci su schiume e mucillagini

  • Info Salviamo il Nostro Mare
  • Ricerca personalizzata