TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 27/07/2018 Arpac ed alga tossica: Divieto di balneazione in due lidi a Torre del Greco

    Ricerca personalizzata






    ORDINANZA N.625 del 27/07/2018
    Oggetto: Divieto di balneazione temporanea nelle acque di balneazione identificate con i punti IT015063084005 e IT015063084006 denominati, rispettivamente, “Lido Incantesimo” e “Mortelle” per la presenza dell’alga Ostreopsis ovata.

    IL SINDACO

    Vista la nota della Regione Campania - ARPAC, qui pervenuta e registrata in data 26/07/2018 prot. n. 51966, con la quale si informa dell’attivazione della “fase di emergenza” per la concentrazione dell’alga Ostreopsis ovata riscontrata, a seguito delle analisi effettuate dall’ARPAC, nelle acque di balneazione identificate con i punti IT015063084005 e IT015063084006 e denominati, rispettivamente, “Lido Incantesimo” e “Mortelle”;





    Visto il D. Lgs. 30 maggio 2008 n.116;
    Visto il Decreto Interministeriale del 30/03/2010;
    Visto l’art. 50 del D.Lgs. 267/2000.

    ORDINA
    Per tutto quanto in premessa riportato:
    a titolo cautelativo, il divieto di balneazione, fino a nuova comunicazione da parte dell’Autorità competente, nelle acque di balneazione identificate con i punti IT015063084005 e IT015063084006 denominati, rispettivamente, “Lido Incantesimo” e “Mortelle”.

    AVVERTE
    che chiunque non osservi le norme stabilite nella presente ordinanza, salvo che il fatto non costituisca reato e salvo le ulteriori responsabilità derivanti dall’illecito comportamento, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 100 euro a 1.000 euro, ai sensi dell’art.1164, secondo comma, del Codice della Navigazione;







    DISPONE
    Che la presente ordinanza:
    • sia pubblicata all’albo pretorio, sul sito internet del Comune e affissa sul territorio cittadino;
    • sia notificata agli operatori degli stabilimenti balneari;
    • sia comunicata, altresì, al Ministero della Salute, alla Regione Campania, alla Capitaneria di Porto, all’ARPAC e all’ASL NA3 – Sud – Distretto 57.

    E’ fatto altresì obbligo ai concessionari di stabilimenti balneari, ricadenti nelle aree di divieto, di apporre idonee e visibili indicazioni, all’ingresso degli impianti e lungo i percorsi di accesso al mare, riportanti la dicitura “DIVIETO DI BALNEAZIONE” in conformità alla vigente normativa.

    IL SINDACO
    Dott. Giovanni Palomba

  • Info Salviamo il nostro mare
  • Ricerca personalizzata