TuttoTrading.it
Nascosto Image Banner 468 x 60



 Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
  • Scambia link
  • Vota Sito
  • Collabora
  • Pagina Pref.
  • Segnala Sito
  • Disclaimer

     Ec. Finanza
  • TuttoBanche
  • BorsaNews
  • BorsaQuote
  • BorsaGrafici
  • T. Economia
  • TraderNews
  • TraderArch.
  • Tradingonline
  • T. Dividendi
  • Gloss. Fin.
  • Glossario
  • ContoArancio

     Mondo Scuola
  • TuttoScuola
  • La Terra
  • Miss. Salute
  • Salute/Ben.
  • Adolescenza
  • Emergenze
  • T. Sondaggi
  • RaccoltaDiff.

     Mondo Internet
  • TuttoWeb
  • T. Download
  • T. Sicurezza
  • Gl.Sicurezza
  • Emigrazione
  • Quotidiani
  • TuttoMotori
  • T.Ricerche
  • T.Shopping
  • Racc.Diff.
  • Prev.meteo

     Mondo e Problemi
  • Mondo/Probl.
  • I Temi
  • Grandi Temi
  • Archivio Temi
  • T.Emergenze
  • T.Racc.Diff.

     Mondo Partenopeo
  • TuttoNapoli
  • TorreGreco
  • TuttoItalia
  • RaccoltaDiff.



    eXTReMe Tracker




    contatore visite
  • 05/07/2016 Si cercano giovani laureati per attività di doposcuola. C'è poco tempo per presentare la domanda. Tutti i requisiti

    Ricerca personalizzata






    Un avviso pubblico per giovani laureati che potrebbero essere chiamati a svolgere l’attività di doposcuola a Torre del Greco. Ecco tutti requisiti per poter partecipare e la scadenza di presentazione della domanda:



    Giovani laureati per un servizio di doposcuola destinato agli alunni delle primarie e secondarie di primo grado. Li cerca il Comune di Torre del Greco per formare una short list da dove attingere le professionalità che verranno messe a disposizione degli istituti che ne faranno richiesta.



    È il senso dell’avviso pubblico redatto dall’ente su indicazione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello che, su proposta del vicesindaco e assessore con delega alla Pubblica istruzione Romina Stilo, ha finanziato l’iniziativa.

    L’avviso pubblico – firmato dal dirigente del settore Scuola, sport e cultura, Luisa Sorrentino – in particolare detta le linee guida per la formazione degli appositi elenchi, stabilendo che “la domanda di partecipazione, redatta in carta semplice” deve pervenire “al dirigente del secondo settore Scuola, cultura e sport, entro il termine previsto non oltre le ore 12 dell’11 luglio 2016, presso l’ufficio Protocollo, in plico chiuso e sigillato recante all’esterno ben visibile, oltre l’indicazione ed i recapiti del candidato, la dicitura: Avviso pubblico per la formazione di una lista di giovani laureati per attività di doposcuola”.

    Questi i requisiti richiesti: “Possesso del diploma di laurea triennale o specialistica/magistrale con voto non inferiore a 80; non avere compiuto il 36esimo anno di età; essere in possesso del godimento dei diritti civili e politici; avere la cittadinanza italiana o di uno degli Stati membro dell’Unione Europea; non avere procedimenti penali in corso, né aver riportato condanne penali né essere destinatario di provvedimenti che riguardino l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziario; non essere titolare di un rapporto di lavoro a tempo pieno e se a tempo determinato con impegno lavorativo compatibile all’eventuale chiamata per l’incarico”.

    Dall’avviso pubblico si evince che verranno formate due distinte short list: quella per il doposcuola di alunni di scuola di primo grado, formata da giovani in possesso di laurea specialistica/magistrale, e quella per alunni della scuola primaria composta da chi possiede una laurea triennale.

    “I doposcuola – è scritto nel bando – si svolgeranno presso le sedi scolastiche rese disponibili dalle dirigenze per due ore al giorno e per un massimo di tre giorni settimanali” mentre “il compenso ammonta a 12 euro lorde per singola ora di servizio; le scuole definiranno in sede di affidamento dell’incarico le modalità e la tempistica delle liquidazioni delle spettanze“.

    “Nel rispetto del principio di rotazione – si legge ancora – l’incarico non potrà essere conferito per un periodo superiore a trenta giorni consecutivi e per non più di tre volte nell’anno solare a partire dall’anno 2017. Per l’anno 2016 l’incarico non potrà superare i trenta giorni, fatte salve, sia per l’anno 2016 che per l’anno 2017, esigenze dovute a richieste di fabbisogno maggiore da parte delle dirigenze scolastiche“.

  • Info Scuola
  • Ricerca personalizzata