TuttoTrading.it


29/04/2022 Anche a Torre del Greco è arrivata la Social Street il 15 luglio del 2014, per conoscersi, essere meno soli, per instaurare un legame, condividere necessità, scambiarsi professionalità, conoscenze, portare avanti progetti collettivi di interesse comune


Ricerca personalizzata




A FINE ARTICOLO VI E' IL LINK DEI GRUPPI INDIPENDENTI, APERTI ANNI FA, ATTUALMENTE FERMI PER MANCANZA DI ATTIVISTI. CHIUNQUE PUO' CHIEDERE DI AMMINISTRARE UN GRUPPO SOCIAL STREET PER IMPEGNARSI A FARLO FUNZIONARE NEL PROPRIO QUARTIERE


L'idea del "social street" ha origine dall'esperienza del gruppo facebook "Residenti in Via Fondazza – Bologna" iniziata nel settembre 2013 come una riscossa dai quartieri in cui ci si vede, si familiarizza, si scambiano conoscenze e professionalità, si portano avanti azioni per l' interesse collettivo, insomma ci si attiva.

Una volta le famiglie abitavano vicine, si conoscevano tutte tra di loro, e potevano avere rapporti più o meno stretti , oggi, invece, questa prassi è molto meno diffusa, anche in conseguenza di uno stile di vita moderno che predilige i luoghi chiusi e meno attività all' aperto.

Basta soffermarci sul ritmo di vita moderno osservando che nel quartiere dove viviamo o lavoriamo non conosciamo quasi nessunoe l' ’obiettivo è proprio quello di cercare di mettere in contatto persone diverse fra loro che possano parlare, conoscersi, aiutarsi, organizzarsi in maniera diversa creando delle amicizie diverse da quelle sui social network.

Il “Social Street”, che prende spunto dal gruppo “Residenti in Via Fondazza – Bologna”, potrebbe risolvere qualche problema ricreando un pò il clima di ina volta e permettendo di portare avanti progetti collettivi di interesse comune per il bene collettivo, come sta avvenendo in varie città d’Italia, tra le quali Palermo, Roma e Milano.

Nella provincia di Napoli è partita la prima esperienza di “Social Street Via Roma" con l' obiettivo di creare un punto di riferimento per i residenti in questa strada al fine di socializzare, organizzare incontri, esprimere necessità o esigenze al fine di attivarsi per rendere il quartiere più vivibile, una sorta di “bacheca stradale”.

In una Social Street si può cercare di fare tutto: parlare, discutere, aiutarsi, collaborare, proporre delle iniziative sociali, creare o offrire lavoro anche tramite una banca del tempo.

Si ricorda che in provincia di Napoli era già stata lanciata la riscossa dei quartieri. A Torre del Greco la riscossa dei quartieri è stata lanciata a luglio del 2013 sul gruppo SEGNALIAMO.

DAI QUARTIERI DEVE PARTIRE LA RISCOSSA

Dopo i primi risultati ottenuti da settembre 2014 in poi in qualche quartiere (pulizia della strada, diserbo, regolarizzazione della raccolta, ecc.), sarebbe utile riunirsi in piccoli gruppi di quartiere per discutere su come sensibilizzare istituzioni ed abitanti per rendere il quartiere più vivibile con banchetti, volantinaggio, affissione di manifesti, dialogo con i cittadini, ricorrendo all' aiuto dei commercianti che possono più facilmente fare da tramite.

Potrebbero essere previste delle semplici operazioni di pulizia che possono riguardare anche un piccolo quartiere dove si invitano tutti i residenti e, dopo l' operazione di pulizia, si dialoga con essi, poi si fanno delle segnalazioni specifiche per il manto stradale, segnaletica mancante, e per tutto quanto viene suggerito dai cittadini stessi.

E' importante dialogare coi cittadini perchè a molti di essi che non utilizzano l' internet, manca l' informazione su tante cose.

  • TUTTI I CENTRI DI ATTIVISTI INDIPENDENTI
  • 15/07/2014 Anche a Torre del Greco arriva il il Social Street, per conoscersi, essere meno soli, per instaurare un legame, condividere necessità, scambiarsi professionalità, conoscenze, portare avanti progetti collettivi di interesse comune
  • TUTTI I CENTRI DI ATTIVISTI INDIPENDENTI
  • Info Social Street
  • Gruppo Social Street Torre del Greco







  • Info Social Street
  • Ricerca personalizzata