TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 22/12/2015 Lo Scec, una moneta complementare. A Campi un' edicola trasformata in infopoint sulle attività eco-sostenibili con lo Scec


    Ricerca personalizzata





    1A Campi riapre l'edicola abbandonata della Pressa dopo anni di abbandono: l' edicola davanti alla Pressa di Campi, il monumento-simbolo della storia industriale del quartiere genovese alle spalle di Cornigliano, stava per essere dismessa ed invece rinascerà grazie all'impegno di tre associazioni, “Ortocollettivo”, “Green Link” e “Arcipelago Scec”, decisi a trasformarla in un punto informazioni sulle attività eco-sostenibili messe in campo dagli associati.





    E tutto questo a pochi metri dall'orto condiviso più grande d'Europa, portato avanti dai volontari e dal meccanismo degli "Scec".

    Lo Scec è una moneta di carta valida in tutta Italia che permette di avere sconti in tutti i negozi convenzionati essendo un buono sconto.







    A Genova i negozi convenzionati sono diventati 150 e tutti i cittadini possono usufruire.

    Si ricorda che a Genova esiste anche l' OrtoCollettivo, l’orto urbano più grande d’Italia.

    L' orto si estende per 7 ettari (cioè 70.000 metri quadrati) di terreno collinare destinato alla coltivazione di ortofrutta e dato in comodato d’uso gratuito al “Comitato 4 Valli”, un’associazione di coltivatori e allevatori locali.

     L' orto non è frazionato in tanti piccoli appezzamenti affidati alle cure e responsabilità di un singolo cittadino, ma qui tutti i partecipanti lavorano sull’intera area coltivata.

      Per questo il progetto OrtoCollettivo si basa sul lavoro di squadra: se c’è un lavoro programmato per oggi e qualcuno non può venire, a svolgere quel lavoro ci pensa qualcun altro, con beneficio finale di tutti.

      Si ricorda che tutto questo è possibile grazie ad una legge della regione Liguria che ha istituito la “Banca Regionale della Terra” per recuperare i terreni abbandonati.

    Le terre di cui i proprietari non possono o non riescono a prendersi cura sono trasferite nella disponibilità di chi vuole farne uso, attraverso un soggetto terzo garante che è, la “Banca Regionale della Terra.

     

    26/04/2015 Per uscire dalla crisi: la moneta complementare. Arcipelago Scec a Torre del Greco

    Lo strumento di pagamento più diffuso ed affermato tra le monete complementari si chiama Scec


    Il nostro paese, come tanti altri, è in crisi economico-finanziaria: le aziende non solo fanno fatica a guadagnare, ma in molti casi ci rimettono, continuando a reinvestire il denaro accumulato in tempi migliori con la speranza che le cose cambino. Inoltre 6,2 milioni di italiani non si nutrono abbastanza, ovvero il 10% della popolazione.

    Ma da cosa è dovuta questa crisi? Oltre al sistema economico-finanziario a debito che trasforma la moneta in un fine, la crisi attuale è dovuta da un fattore molto semplice: la mancanza di moneta in circolazione. In molti casi non manca né la voglia di lavorare, né la voglia di crescere insieme arricchendo la nostra economia tramite lo scambio di beni e servizi necessari al nostro vivere quotidiano.

    Dal IV Municipio una risposta alla crisi: ecco lo Scec, la moneta unica di Montesacro



     

    Potrebbe interessarti: http://montesacro.romatoday.it/citta-giardino/scec-montesacro-moneta-commercianti.html
    Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

    E allora cosa fare?

    Esistono invero già modelli economici complementari da poter utilizzare in maniera parallela all’Euro sia tra privati che fra aziende, per continuare a scambiarci beni e servizi bypassando in parte il sistema che ci viene imposto attualmente, utilizzando una moneta  complementari all’euro e questo sta diventando una moda in tutta Europa. Ovvero si stanno usando strumenti di pagamento che integrano la mancanza di euro che si trovano in circolazione.

    La migliore soluzione è agire su due fronti integrando la massa monetaria con mezzi di pagamento alternativi e perfettamente legali,  utilizzando
     

    1. una moneta complementare su base fiduciaria;
    2. un sistema di compensazione multilaterale tra aziende su base legale.

    Lo strumento di pagamento più diffuso ed affermato tra le monete complementari si chiama Scec.

    che,  fiscalmente, è inquadrato come buono sconto, ma svolge la funzione di moneta al momento in cui viene accettato volontariamente dai negozianti e speso nuovamente per ulteriori acquisti.
     

    Essi sono  sono distribuiti gratuitamente dall’associazione Arcipelago SCEC con criteri pubblici, trasparenti ed uguali per tutti; vengono usati in percentuale con gli Euro determinando un minor costo quando acquistiamo. Essi sono un atto di Solidarietà concreta per ridurre i prezzi senza diminuire i redditi. L’utilizzo dello Scec aiuta le  aziende, restituendo maggiore potere d’acquisto alle famiglie e riconsegnando benessere e sovranità ai territori.

    Per utilizzare gli Scec, basta procurarsene un pacchetto gratuitamente e poi iniziare a controllare su Arcipelago Scec quali sono i negozi che li accettano.

  • Arcipelago Scec

    I punti Scec si stanno diffondendo ovunque e gli scec stanno entrando anche nei municipi come a Parma ed a Roma

    Informati subito su
  • Arcipelago Scec Torre del Greco

  • Arcipelago Scec

  • Dove spendere gli scec

  • PER ISCRIVERSI AD ARCIPELAGO SCEC

  • PER ISCRIVERSI AD ARCIPELAGO SCEC COME COMMERCIANTI CON PARTITA IVA

    26/04/2015 Riprende con forza l' azione di Arcipelago Scec a Torre del Greco

    E' necessario fare un buon lavoro, grazie al passaparola e all’utilizzo dei buoni solidali SCEC la rete può espandersi.

    Tenere sempre  gli SCEC nel portafoglio e arli vedere ad ogni negoziante di quartiere che frequenti e agli amici, parenti, in modo da farli conoscere a tutti ed in pochissimo tempo si moltiplicherebbe o triplicherebbe il circuito.

    I punti Scec si stanno diffondendo ovunque e gli scec stanno entrando anche nei municipi come a Parma ed a  Roma

    Informati subito su

  • Gruppo Arcipelago Scec Torre del Greco

    09/07/2012 Lo Scec  nel IV Municipio di Roma

    Al  IV Municipio.  dopo la Fidelity Card promossa dal Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli, entra in vigore lo Scec, un nuovo strumento per combattere la crisi puntando sul commercio locale. Il progetto nato a Napoli, si srta ora diffondendo in tutta Italia, e viene promossa anche dalle istituzione, per esempio a IV Municipio, a seguito dell'approvazione, nel mese di Febbraio 2012, di una delibera presentata dall'assessore alle Politiche Sociali Francesco Filini.

    Il funzionamento è il seguente: commercianti, artigiani, liberi professionisti ecc… decidono spontaneamente di aderire al circuito attraverso l’erogazione di uno sconto sul prodotto del proprio lavoro, nella misura che essi stessi stabiliscono (di norma si va dal 5 al 30%). Di per sè non è nessuna novità: infatti oggi gran parte dei commercianti di quartiere offre sconti ben più alti per tentare di sopravvivere alla crisi. La novità consiste nella certificazione dello sconto attraverso i buoni SCEC, ovvero dei pezzi di carta colorati emessi e distribuiti gratuitamente dall’associazione Arcipelago Scec. Il negoziante che incassa i buoni di “Solidarietà che Cammina” potrà rispenderli negli esercizi che hanno aderito al circuito".
     
    Lo Scec esiste da alcuni anni e si sta diffondendo a macchia di leopardo in tutta Italia, e  tutta la Giunta di Roma sta  lavorando per diffondere il più possibile il mezzo messo a disposizione da Arcipelago Scec e per far si che possa entrare nei servizi offerti dal Municipio IV, come ad esempio accadrà nei centri ricreativi estivi che si svolgeranno nelle scuole: sarà infatti possibile pagare una parte della quota in Scec. Dal IV Municipio una risposta alla crisi: ecco lo Scec, la moneta unica di Montesacro



     

    Potrebbe interessarti: http://montesacro.romatoday.it/citta-giardino/scec-montesacro-moneta-commercianti.html
    Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

    E allora cosa fare?

    Esistono invero già modelli economici complementari da poter utilizzare in maniera parallela all’Euro sia tra privati che fra aziende, per continuare a scambiarci beni e servizi bypassando in parte il sistema che ci viene imposto attualmente, utilizzando una moneta  complementari all’euro e questo sta diventando una moda in tutta Europa. Ovvero si stanno usando strumenti di pagamento che integrano la mancanza di euro che si trovano in circolazione.

    La migliore soluzione è agire su due fronti integrando la massa monetaria con mezzi di pagamento alternativi e perfettamente legali,  utilizzando
     

    1. una moneta complementare su base fiduciaria;
    2. un sistema di compensazione multilaterale tra aziende su base legale.

    Lo strumento di pagamento più diffuso ed affermato tra le monete complementari si chiama Scec.

    che,  fiscalmente, è inquadrato come buono sconto, ma svolge la funzione di moneta al momento in cui viene accettato volontariamente dai negozianti e speso nuovamente per ulteriori acquisti.
     

    Essi sono  sono distribuiti gratuitamente dall’associazione Arcipelago SCEC con criteri pubblici, trasparenti ed uguali per tutti; vengono usati in percentuale con gli Euro determinando un minor costo quando acquistiamo. Essi sono un atto di Solidarietà concreta per ridurre i prezzi senza diminuire i redditi. L’utilizzo dello Scec aiuta le  aziende, restituendo maggiore potere d’acquisto alle famiglie e riconsegnando benessere e sovranità ai territori.

    Per utilizzare gli Scec, basta procurarsene un pacchetto gratuitamente e poi iniziare a controllare su Arcipelago Scec quali sono i negozi che li accettano.

  • Arcipelago Scec

    I punti Scec si stanno diffondendo ovunque e gli scec stanno entrando anche nei municipi come a Parma ed a Roma

    Informati subito su
  • Arcipelago Scec Torre del Greco

  • Arcipelago Scec

  • Dove spendere gli scec

  • PER ISCRIVERSI AD ARCIPELAGO SCEC

  • PER ISCRIVERSI AD ARCIPELAGO SCEC COME COMMERCIANTI CON PARTITA IVA

    26/04/2015 Riprende con forza l' azione di Arcipelago Scec a Torre del Greco

    E' necessario fare un buon lavoro, grazie al passaparola e all’utilizzo dei buoni solidali SCEC la rete può espandersi.

    Tenere sempre  gli SCEC nel portafoglio e arli vedere ad ogni negoziante di quartiere che frequenti e agli amici, parenti, in modo da farli conoscere a tutti ed in pochissimo tempo si moltiplicherebbe o triplicherebbe il circuito.

    I punti Scec si stanno diffondendo ovunque e gli scec stanno entrando anche nei municipi come a Parma ed a  Roma

    Informati subito su

  • Arcipelago Scec Torre del Greco

    09/07/2012 Lo Scec  nel IV Municipio di Roma

    Al  IV Municipio.  dopo la Fidelity Card promossa dal Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli, entra in vigore lo Scec, un nuovo strumento per combattere la crisi puntando sul commercio locale. Il progetto nato a Napoli, si srta ora diffondendo in tutta Italia, e viene promossa anche dalle istituzione, per esempio a IV Municipio, a seguito dell'approvazione, nel mese di Febbraio 2012, di una delibera presentata dall'assessore alle Politiche Sociali Francesco Filini.

    Il funzionamento è il seguente: commercianti, artigiani, liberi professionisti ecc… decidono spontaneamente di aderire al circuito attraverso l’erogazione di uno sconto sul prodotto del proprio lavoro, nella misura che essi stessi stabiliscono (di norma si va dal 5 al 30%). Di per sè non è nessuna novità: infatti oggi gran parte dei commercianti di quartiere offre sconti ben più alti per tentare di sopravvivere alla crisi. La novità consiste nella certificazione dello sconto attraverso i buoni SCEC, ovvero dei pezzi di carta colorati emessi e distribuiti gratuitamente dall’associazione Arcipelago Scec. Il negoziante che incassa i buoni di “Solidarietà che Cammina” potrà rispenderli negli esercizi che hanno aderito al circuito".
     
    Lo Scec esiste da alcuni anni e si sta diffondendo a macchia di leopardo in tutta Italia, e  tutta la Giunta di Roma sta  lavorando per diffondere il più possibile il mezzo messo a disposizione da Arcipelago Scec e per far si che possa entrare nei servizi offerti dal Municipio IV, come ad esempio accadrà nei centri ricreativi estivi che si svolgeranno nelle scuole: sarà infatti possibile pagare una parte della quota in Scec.

  • Info Solidarietà
  • Ricerca personalizzata