TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 18/02/2016 Due settimane di silenzi dalla commissione regionale alla Sanità

    Ricerca personalizzata






    Da tempo è in atto un lento processo di depauperazione dell' ospedale Maresca e su questo il disappunto del sindaco in merito ai silenzi a partire dal primo sollecito del 4 febbraio con richiesta di un’audizione urgente presso la quinta commissione del consiglio regionale della Campania ‘Sanità e sicurezza sociale’, rimasta senza risposta.

    Torre del Greco con i comuni vicini rappresenta una utenza complessiva di oltre 300mila abitanti, pari a più di un terzo della popolazione dell’Asl Napoli 3 Sud e per questo si auspicava un positivo e sollecito riscontro di quanto richiesto, al fine di rappresentare le complesse problematiche dell’ospedale Maresca.






    Il Servizio di Oncologia in un Ospedale pubblico è  tra i più affollati, vista l’altissima incidenza sulla popolazione delle patologie tumorali e quello del Maresca

    è ben gestito ed organizzato e vi era la possibilità concreta che i numerosi pazienti  del nosocomio cittadino possano essere dirottati in analoghi reparti di altri ospedali (Gragnano o Nola).

    Alcuni componenti dell’Associazione Pro Maresca sono scesi in campo recandosi ieri mattina al reparto Oncologia dell' ospedale e manifestando una giusta indignazione per questa ennesima minaccia alla salute pubblica.







    Questo il comunicato stampa:

    Il primo cittadino scrive al commissario campano per chiedere di parlare del Maresca

    “In qualità di sindaco di Torre del Greco, nell’ambito dell’Asl Napoli 3 Sud, ritengo doveroso chiederle un incontro urgente per rappresentare le gravi condizioni di ordine lavorativo, strutturale e funzionale e per conoscere il destino dell’ospedale Maresca”. Mittente Ciro Borriello, destinatario il commissario per la Sanità in Campania, Joseph Polimeni. Al quale il primo cittadino ha indirizzato una “richiesta di incontro urgente” per parlare del nosocomio di via Montedoro, alla luce anche delle ultime notizie legate alla chiusura del servizio di Oncologia, chiusura che ha portato a una forte protesta da parte di aderenti all’associazione nata in difesa delle sorti dell’ospedale torrese.

    Il sindaco non ha tollerato l’assordante silenzio, che dura da due settimane, in merito a un’analoga missiva fatta pervenire lo scorso 4 febbraio al presidente della commissione regionale alla Sanità, Raffaele Topo, e a tutti gli altri componenti dell’organismo con sede al centro direzionale di Napoli.

    Non a caso, nella lettera indirizzata a Polimeni, Ciro Borriello riprende buona parte dei concetti espressi nella precedente missiva. “Dalle notizie apprese sia personalmente dagli operatori sanitari sia dagli organi di stampa – sottolinea il primo cittadino di Torre del Greco – si evince una condizione di tensione e forte disagio che in questi ultimi tempi ha accresciuto nel personale medico, paramedico e soprattutto nei cittadini un ulteriore malessere e un notevole disorientamento non più sopportabile. Numerose, tra l’altro, sono state già in passato le manifestazioni dei cittadini a tutela del diritto alla salute”.

    Borriello è categorico: “Da tempo – scrive – è ormai in atto un lento processo di depauperazione della prestigiosa struttura che è assolutamente inaccettabile, un’agonia su cui devono concentrarsi interventi seri e concreti da parte delle autorità competenti. Una circostanza che richiede la dovuta attenzione delle istituzioni di riferimento, soprattutto per il bene della pubblica collettività amministrata”.

    Qui il disappunto del sindaco in merito ai silenzi di chi da due settimane ha ricevuto il primo sollecito: “Con rammarico rappresento che lo scorso 4 febbraio ho già richiesto un’audizione urgente presso la quinta commissione del consiglio regionale della Campania ‘Sanità e sicurezza sociale’, a tutt’oggi senza avere alcuna risposta”.

    Infine Ciro Borriello ricorda come “Torre del Greco con i comuni vicinori rappresenta una utenza complessiva di oltre 300mila abitanti, pari a più di un terzo della popolazione dell’Asl Napoli 3 Sud”. Per questo il sindaco “auspica un positivo e sollecito riscontro di quanto richiesto, al fine di rappresentare le complesse problematiche dell’ospedale Maresca”.

  • Info Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata