TuttoTrading.it


25/02/2016 Le news del 25 febbraio. Consiglio comunale spostato al comune, nuovo PUC, sezione Primavera, centro Antiviolenza, Cento Anni

Ricerca personalizzata






25/02/2016 Consiglio comunale sul Maresca in programma domani venerdì 26 febbraio con inizio alle ore 9 ma al comune

Negata l’autorizzazione: il consiglio comunale “trasloca” a palazzo Baronale. La seduta monotematica interamente dedicata all’ospedale Maresca, inizialmente programmata per domani – venerdì 26 febbraio – alle ore 9 all’interno del nosocomio di via Montedoro, si svolgerà invece nell’aula consiliare di palazzo Baronale, sempre domani mattina. Per ragioni di tempo legata alla formulazione della nuova convocazione, la seduta resta infatti fissata per le ore 9.






Alla base del cambio di sede, la decisione del commissario straordinario dell’Asl Napoli 3 Sud, Antonietta Costantini, che – come si legge in una missiva indirizzata al sindaco Ciro Borriello e al presidente del consiglio comunale facente funzioni, Annalaura Guarino – “da una valutazione attenta della fattibilità di quanto richiesto” ha ritenuto opportuno non accordare “l’autorizzazione all’utilizzo dei locali dell’ospedale Maresca per l’adunanza” in ragione della “considerazione che detta attività potrebbe creare problematiche alle attività assistenziali e disturbo ai pazienti ricoverati”.







 

La decisione del commissario straordinario dell’Asl Napoli 3 Sud giunge a poche ore dalla seduta del consiglio comunale e dopo che nei giorni scorsi gli stessi vertici dell’azienda sanitaria avevano acconsentito allo svolgimento dell’assise: “Tanto da permetterci perfino l’effettuazione degli opportuni sopralluoghi” fa sapere il presidente del consiglio facente funzioni, Annalaura Guarino.

Amareggiato il sindaco Ciro Borriello: “Leggo questa mancata autorizzazione – dice – come una decisione politica che giunge dall’alto. Non posso che essere sconcertato, visto che la richiesta di effettuare la seduta del consiglio comunale al Maresca era arrivata dagli stessi lavoratori dell’ospedale nel corso dell’assemblea pubblica svoltasi martedì mattina. Mi sono recato personalmente dal commissario straordinario, dottoressa Costantini, per chiedere a nome del consiglio comunale e dell’intera cittadinanza di tenere la seduta nei locali del Maresca, ricevendo, pur non senza difficoltà, autorizzazione in tal senso. Cosa sia accaduto successivamente è a me non noto”.

“Sono dispiaciuto – conclude il primo cittadino – per l’improvviso cambio di programma. Ma sono certo che la città risponderà a dovere anche a questa nuova chiusura nei confronti di chi si batte in difesa dell’ospedale Maresca. Anzi, mi sento di aggiungere che è questo un motivo in più per essere presenti a palazzo Baronale, al fine di evitare che ancora una volta il nostro diritto alla salute venga calpestato”.

Non solo asilo nido. Dall’anno prossimo l’offerta scolastica per i bambini di Torre del Greco si arricchirà di un’altra importante opzione: si tratta della sezione Primavera, che per la prima volta in città sarà realizzata nella scuola elementare Don Bosco. È il frutto del lavoro compiuto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello, che si è vista approvare dal Ministero dell’Interno la propria proposta inserita all’interno dei Pac (piani di azione e coesione per l’infanzia).

In totale al Comune arriveranno finanziamenti pari a un milione e 88mila euro, destinati alla ristrutturazione dei locali della scuola Don Bosco dove ospitare i bambini della sezione Primavera e garantire, per l’intera durata del prossimo anno scolastico, la gestione delle attività. Al contempo, parte di questi soldi serviranno a coprire le spese per le attività nel 2016/2017 dell’asilo nido, partito da poco più di un mese all’interno dei locali individuati alla scuola Angioletti, che quindi proseguirà anche il prossimo anno senza gravare sul bilancio comunale.

“Si tratta di un altro importante risultato raggiunto in termini di politiche sociali – afferma il sindaco, Ciro Borriello – che va ascritto al lavoro svolto fino a poche settimane fa dall’ex assessore Donato Capone. Lavoro che ci permetterà di offrire ai genitori una doppia opportunità che finora non era mai stata proposta da nessuna altra amministrazione”.

A proseguire l’attività sarà ora l’assessore alle Politiche sociali, Domenico Balzano: “Con questi finanziamenti – spiega – si vanno a garantire i lavori per riqualificare gli ambienti della Don Bosco che ospiteranno l’anno prossimo la sezione Primavera, le spese di gestione e, al contempo, anche il proseguimento per un altro anno dell’asilo nido. Insomma, il Ministero ha premiato la bontà del lavoro compiuto da questa amministrazione”.

Ciro Borriello sindaco, finanziamento del Ministero per istituire la sezione Primavera all’interno della scuola Don Bosco a partire dal prossimo anno scolastico

Non solo asilo nido. Dall’anno prossimo l’offerta scolastica per i bambini di Torre del Greco si arricchirà di un’altra importante opzione: si tratta della Sezione Primavera, che per la prima volta in città sarà realizzata nella scuola elementare Don Bosco. È il frutto del lavoro compiuto dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Ciro Borriello, che si è vista approvare dal Ministero dell’Interno la propria proposta inserita all’interno dei Pac (Piani di Azione e Coesione per l’infanzia).

In totale al Comune arriveranno finanziamenti pari a un milione e 88mila euro, destinati alla ristrutturazione dei locali della scuola Don Bosco dove ospitare i bambini della Sezione Primavera e garantire, per l’intera durata del prossimo anno scolastico, la gestione delle attività. Al contempo, parte di questi soldi serviranno a coprire le spese per le attività nel 2016/2017 dell’Asilo Nido, partito da poco più di un mese all’interno dei locali individuati alla scuola Angioletti, che quindi proseguirà anche il prossimo anno senza gravare sul Bilancio comunale.

Si tratta di un altro importante risultato raggiunto in termini di Politiche Sociali – afferma il Sindaco, Ciro Borriello – che va ascritto al lavoro svolto fino a poche settimane fa dall’ex Assessore Donato Capone. Lavoro che ci permetterà di offrire ai genitori una doppia opportunità che finora non era mai stata proposta da nessuna altra Amministrazione”.

A proseguire l’attività sarà ora l’Assessore alle Politiche Sociali, Domenico Balzano: “Con questi finanziamenti – spiega – si vanno a garantire i lavori per riqualificare gli ambienti della Don Bosco che ospiteranno l’anno prossimo la Sezione Primavera, le spese di gestione e, al contempo, anche il proseguimento per un altro anno dell’Asilo Nido. Insomma, il Ministero ha premiato la bontà del lavoro compiuto da questa Amministrazione”.

Incontro pubblico sul PUC nell’aula consiliare di palazzo Baronale alle ore 12

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello chiama a raccolta imprenditori, associazioni e tutti coloro che sono interessati alla gestione del territorio. Tema di discussione il Puc, il piano urbanistico comunale. Su iniziativa dell’assessore ai Lavori pubblici, Luigi Mele, martedì 1 marzo alle ore 12, presso l’aula consiliare di palazzo Baronale, è stato infatti convocato un primo incontro per discutere, con tutte le categorie coinvolte, la stesura dell’importante strumento di natura urbanistica, indispensabile strumento di gestione del territorio, composto da elaborati cartografici e tecnici oltre che da normative (legate alla legislazione urbanistica) che regolano la gestione delle attività di trasformazione urbana e territoriale del Comune.

“Questo appuntamento – afferma il sindaco Borriello – rappresenta il naturale prosieguo di quanto ci siamo detti nel recente incontro che, come amministrazione, abbiamo avuto con il vicepresidente della giunta regionale, Fulvio Bonavitacola. In quella circostanza, come altri enti convocati, abbiamo avanzato le nostre proposte di emendamento alla legge regionale che regola i vincoli del piano territoriale paesistico”.

Le linee-guida del Puc sono state realizzate dall’amministrazione Borriello e approvate, con i poteri del consiglio comunale, dal commissario prefettizio Pasquale Manzo. “Il Puc – gli fa eco l’assessore Mele, che ha già individuato una serie di soggetti che verranno contattati dalla segreteria del primo cittadino – che è poi il vecchio piano regolatore, rappresenta un indispensabile strumento per programmare il rilancio del nostro tessuto economico-produttivo, per consentire alle imprese di poter adire finanziamenti utili a fare crescere le loro imprese. Anche per questo stiamo spingendo affinché a questi incontri siano rappresentante quante più categorie possibili”.

“ Ogni cittadino o tecnico – conclude Mele – potrà presentare al protocollo una propria osservazione sulle norme del Puc, attraverso le quali è possibile effettuare specifiche richieste o chiedere modifiche su tale normativa per aspetti che ritiene possano ledere i propri diritti. Il Comune, motivandolo al consiglio comunale, può accettare le richieste o respingerle a seconda delle esigenze dell’intero territorio. Anche per questo chiediamo una partecipazione massiccia all’incontro di martedì, in quanto tali osservazioni possono essere inoltrare – nello specifico all’ufficio Urbanistica del Comune – prima della sua approvazione”.

 

Cerimonia di inaugurazione nei locali di viale Sardegna per il Centro Antiviolenza

Già tre casi al vaglio degli operatori, lavoro avviato per siglare un protocollo d’intesa con la Procura della Repubblica di Torre Annunziata e per meglio operare in sinergia con le forze dell’ordine, incontri con le associazioni cittadine che si occupano del sociale. Sono i primi, significativi risultati conseguiti dal Centro Antiviolenza, attivo dallo scorso 8 febbraio e presso il quale martedì 24 febbraio si è svolta la cerimonia di inaugurazione: “Una cerimonia rinviata di alcune settimane rispetto al reale inizio delle attività – spiega il Sindaco, Ciro Borrielloperché abbiamo preferito prima avviare gli interventi sul territorio. Oggi che il Centro è diventato un punto di riferimento per le donne vittime di violenza, abbiamo deciso che era giunto il momento di dedicare qualche istante al rituale dei festeggiamenti”.

La realizzazione del Centro Antiviolenza all’interno dei locali comunali di viale Sardegna è avvenuta utilizzando due finanziamenti regionali recuperati dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Ciro Borriello grazie al lavoro svolto dall’ex Assessore alle Politiche Sociali, Donato Capone: “Che mi sento di ringraziare – sottolinea il Primo Cittadino – perché senza il suo impegno tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte oltre al Sindaco Ciro Borriello anche l’attuale Assessore alle Politiche Sociali, Domenico Balzano; il Coordinatore d’Ambito Andrea Formisano; gli operatori del Centro Antiviolenza (una coordinatrice-psicologa, un avvocato, una educatrice, una psicologa e un esperto di orientamento al lavoro) che sono in sede ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. I responsabili del Centro Antiviolenza sono comunque reperibili 24 ore su 24 al numero verde 800.629857. Le segnalazioni possono giungere, sempre garantendo il totale anonimato, anche all’indirizzo e-mail centroantiviolenza.tgreco@gmail.com.

Finora sono tre i casi arrivati all’attenzione degli operatori del Centro: due attraverso il lavoro svolto dai Servizi Sociali dell’Ente, un altro giunto in maniera del tutto autonoma. Nel frattempo gli operatori, dopo avere incontrato il personale del Consultorio, hanno scritto a Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale per avviare una fattiva collaborazione. Discorso analogo vale per le associazioni che sul territorio si occupano di sociale, con le quali è in programma a stretto giro un incontro. A breve infine il Centro Antiviolenza e la Procura della Repubblica di Torre Annunziata sigleranno un protocollo d’intesa legato alle tematiche delle violenze di genere.

25/02/2016 Targa ricordo per i cento anni di nonno Donato

Per i parenti è nonno Donato. Per gli amici e i tanti conoscenti è il cuoco della compagnia Lauro, lavoro che gli ha permesso di esaltare l’innata passione per i fornelli. Per questo il traguardo di Donato Tancredi, i cento anni di vita, sono stati salutati da un via vai di persone, che hanno omaggiato nonno Donato per l’importante traguardo.

Festeggiamenti ai quali si è doverosamente aggiunta anche l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Ciro Borriello, che attraverso l’Assessore Ferdinando Guarino ha consegnato una targa-ricordo al fresco centenario.

Donato Tancredi è nato nel 1916 a Portici e la sua infanzia è stata alquanto travagliata: lasciato appena nato dalla madre naturale all’Annunziata di Napoli, ha vissuto alcune travagliate adozioni. Ancora adolescente poi è arrivato nella famiglia Aurilia di Torre del Greco, nella zona del Palazzone. Qui Tancredi ha trascorso, e trascorre ancora oggi, lunga parte della sua vita, con l’energia di sempre, l’attenzione verso i giovani – ai quali non manca mai di dedicare una parola di affetto – e la passione per la musica, visto che spesso si diletta con qualche canzone, continuando a curare il suo orto e badando a un cavallo.

Ma la vera passione, come detto, è quella per i fornelli. Ai quali ancora si dedica, con riscontri più che positivi. Del resto è stato a lungo capo chef del personale di bordo delle migliori navi passeggeri della flotta Lauro, lavoro svolto con grande amore, amore che ancora oggi gli viene riconosciuto dai tantissimi uomini di mare torresi a cui è toccato il privilegio di condividere con Donato Tancredi lo stesso

  • Info Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata