offerte di primavera
TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 17/01/2019 All' Angioletti nasce l' asilo nido comunale

    Ricerca personalizzata






    Dalla pagina del sindaco:

    È partito, oggi, l’asilo nido comunale, nato, da una precisa volontà dell’amministrazione cittadina, guidata dal sindaco Giovanni Palomba, di avere sul territorio una struttura di asilo nido che fosse a completo carico dell’Ente, e, che non richiedesse alcuna quota di compartecipazione.

    Allocato presso la scuola media “G.B.Angioletti”, in via Giovanni XXIII, le attività – rivolte a 30 bambini da 0 a 36 mesi , e, finanziato con i fondi ministeriali P.A.C. infanzia II reparto – si svolgeranno sino al prossimo 30 giugno, salvo proroghe da parte del Ministero, dal lunedì al venerdi dalle ore 8.00 alle ore 18.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00.

    “É stata una vera soddisfazione – ha dichiarato Luisa Refuto, assessore alle politiche sociali – vedere e leggere la gioia sul volto dei bambini, questa mattina, mentre iniziavano le prime attività, e, osservare la contentezza dei genitori che hanno partecipato numerosi alla manifestazione di inaugurazione.

    Sono particolarmente vicina alle esigenze degli anziani e dei bambini, nella piena consapevolezza che sono le fasce più deboli ma al tempo stesso le più esposte della società, alle quali va il nostro rispetto e la nostra premura”.





    “Un momento importante, ed istituzionalmente gratificante – ha aggiunto il sindaco Giovanni Palomba. Ancora quest’anno, se pur tra non poche difficoltà, siamo riusciti a garantire la totale gratuità del servizio, nonostante la direttiva ministeriale avesse suggerito un diverso indirizzo.

    Cercheremo anche per i prossimi anni, con rempistiche diverse, di continuare ad offrire alle famiglie torresi la possibilità di fruire di un efficiente asilo nido comunale”.

    A gestire il servizio, il consorzio CONFINI, una cooperativa sociale che si avvale della collaborazione di esperti e tecnici del settore.

    Solo davanti alle «pressioni» del sindaco – pronto a puntare sulla necessità di avere un dirigente a stretto contatto con i riferimenti del suo settore – l’esponente della lista civica

    Ci vuole coraggio si è deciso a lasciare la «sua» stanza: «Si tratta dell’ennesima sconfitta della burocrazia rispetto alla politica – l’amara riflessione di Gennaro Granato – Ormai si è persa qualsiasi forma di garbo “istituzionale” e i funzionari sono diventati veri e propri signori del Comune: il mio non era un capriccio, perché non è una stanza a fare un assessore.

    Piuttosto, era una questione di principio: in sei mesi non è il primo episodio del genere».







    Chiaro il riferimento alla precedente querelle tra l’assessore alle politiche sociali Luisa Refuto e il super-dirigente d’oro – il decano dei funzionari comunali – Ernesto Merlino. In un primo momento l’assessore di riferimento del «soldato» Luigi Caldarola e dell’ex golden boy Stefano Abilitato aveva ottenuto la stanza in passato utilizzata da Valerio Ciavolino all’epoca in cui era sindaco.

    Poi, a dispetto della disponibilità di Ernesto Merlino a trovare una diversa sistemazione, l’assessore alle politiche sociali – sempre su input del sindaco – venne dirottata in una stanza al primo piano di palazzo Baronale, a due chilometri dagli uffici del suo settore.

    Non propriamente la soluzione ideale, ma utile a «salvaguardare» il funzionario d’oro. Perché, come sostenuto dall’assessore «sfrattato» dall’ultimo arrivato, in municipio «ora i veri signori sono i dirigenti».

  • Info Torre del Greco
  • Ricerca personalizzata