TuttoTrading.it


14/01/2022 Torre del Greco News: Sfiducia al sindaco - Disastro rifiuti - Covid oltre 2000 contagiati - Stop ad alcuni oggetti in plastica in Italia


Ricerca personalizzata









14/01/2022 Torre del GRECO NEWS: Sfiducia al sindaco - Disastro rifiuti - Covid oltre 2000 contagiati - Stop ad alcuni oggetti in plastica in Italia

14/01/2022 Il sindaco (a rischio-sfiducia) grida a  Frulio: "Gli regalo altri 7 giorni per trovare le firme"

Il  sindaco Giovanni Palomba,  ai consiglieri comunali di area dem incaricati di avviare le grandi manovre per staccare la spina all’amministrazione comunale uscita vincitrice dalle  elezioni del 2018:

  "Visti i tempi lunghi dei promotori della sfiducia, regalerò altri 7 giorni per la raccolta delle 13 firme necessarie per le dimissioni. Poi sfilerò la mia dall’elenco e andrò avanti"

Dopo il    silenzio dei vertici del Pd, il sindaco si rivolge a    Gaetano Frulio:  "A inizio settimana, incontrerò il sottoscrittore dell’invito alle dimissioni e gli comunicherò la mia intenzione di allungare di sette giorni la mia disponibilità a firmare la sfiducia. Ma a partire da  lunedì 24 gennaio non potrà più contare sulla mia firma".

Si lancia ancora la  sfida ai   dissidenti legati al  candidato a sindaco Luigi Mennella e al tempo stesso si  portano avanti le trattative per recuperare voti in consiglio comunale.

Un  primo incontro interlocutorio con i tre dissidenti passati all’opposizione a gennaio del 2021(Salvatore Gargiulo, Simone Mariano Gramegna e Ciro Piccirillo) e poi  il sindaco vforrebgbe mettere sul piatto qualche delega pesante importante in giunta.

C' è tempo fino al 24 gennaio.

14/01/2022 Disastro rifiuti a Torre del Greco, Luigi Mele avrebbe  solo peggiorato la situazione

Luigi Mele, dopo la sconfitta  al ballottaggio del 24 giugno 2018,  parlava del "mal di pancia" di sette dissidenti della sua maggioranza"

Subito dopo passava alla maggioranza per risolvere il  disastro rifiuti.

Secondo  Romina Stilo, l’ex vicesindaco oggi a capo della commissione trasparenza in Comune, "A un anno di distanza nulla è cambiato, anzi, la situazione è peggiorata".

Le strade di Torre del Greco sono  sommerse da sacchetti di ogni genere nonostante i  proclami di Mele  e della sua assistente in giunta Cinzia Mirabella.

Secondo Romina Stilo: "Un politico serio dovrebbe prendere atto del proprio fallimento e agire di conseguenza. In 12 mesi abbiamo assistito a una serie di giravolte da fare impallidire i migliori equilibristi circensi: fino a gennaio del 2021, Luigi Mele indicava il sindaco come unico responsabile del fallimento dell’igiene urbana in città. Poi, all’improvviso, decise di cambiare bandiera  per guidare in prima persona il settore Nu".

E subito sui social si incominciarono ad accusare  i cittadini poi  la ditta Buttol ma la  soluzione potrebbe essere di  stravolgere il piano industriale con cui è stato sconvolto il settore Nu.  

14/01/2022 COVID: Torre del Greco è un focolaio a cielo aperto, record di oltre 2000 contagiati, con una media di 100 contagi al giorno nel 2022

  L' ondata da Covid-19 registrata a Torre del Greco  dall’inizio del nuovo anno ha registrato una  curva dei positivi oltre  il muro dei 2.000 casi: una corsa sfrenata  mai vista neanche durante i primi mesi della pandemia.

L’ultimo bollettino del 2021, diffuso lo scorso 31 dicembre a un paio d’ore dalla mezzanotte, contava 1.034 contagi  con  25 i ricoverati in ospedale  e 178 morti con il virus arrivato dalla Cina.

A distanza di due settimane  l’ultimo aggiornamento del centro operativo comunale, trasmesso il 14 gennaio,  riporta 2.062 attuali positivi.

In pratica, un aumento medio di 100 contagi al giorno nel nuovo anno.

Ma a preoccupare è anche la curva dei ricoveri: a partire dal primo gennaio del 2022 i pazienti costretti a ricorrere al ricovero ospedaliero sono saliti a 38, ovvero intorno al 60% in più in meno di 15 giorni.

Muta così il bilancio delle attività del C.O.C. totale ospedalizzati: 38; totale in isolamento domiciliare:  2062; totale guariti: 8863; totale decessi: 181.

  • 14/01/2022 COVID: ancora in aumento i nuovi casi ed i ripositivizzati - Aggiornamenti

     

    14/01/2022 Stop da 14 gennaio ad alcuni oggetti di plastica monouso, compresi piatti, posate e sacchetti

    Direttiva "Single use plastic", la direttiva che vieta diversi prodotti monouso di plastica ma rimarranno in commercio piatti e posate al 100% biodegradabili.

    Come succede già negli altri Paesi dell’Unione Europea, dal 14 gennaio entrerà in vigore, anche in Italia, la Direttiva antiplastica Sup che vieta alcuni prodotti in plastica monouso.

    Saranno messi al bando piatti, bicchieri, cannucce, cotton fioc, bastoncini per i palloncini, miscelatori di cocktail e contenitori di plastica per alimenti.

    Si potranno ancora usare oggetti con materiale biodegradabile al 100%.

    Questo per diventare più green ed ecosostenibili, con un passo importante per l'ambiente, salvaguardando i mari dalla plastica che li sta invadendo.

    Entro il 2030 i rifiuti di plastica dovrebbero essere ridotti del 50% per l' Ue.   Per i trasgressori che continueranno a vendere gli articoli sopra citati potrà essere sanzionato con una multa che varia dai 2.500 a 25.000 euro e che potrà essere aumentata fino al doppio del massimo se il valore supera il 10% del fatturato. Si ricorda che un sacchetto di plastica gettato in mare impiega dai 10 ai 30 anni per degradarsi mentre una bottiglia di plastica può rimanere nell’ambiente tra i 100 e i 1000 anni provocando ancora più danni soprattutto per l’ecosistema marino.   Insomma bisogna abituarsi ad una vita più green rispettando la nuova direttiva "Single use plastic" e non abbandonando rifiuti nell'ambiente (effettuare correttamente la raccolta differenziata in modo che tutto possa essere riciclato). Si può, poi, utilizzare una stessa cosa più volte e propendere per oggetti costruiti in altro materiale piuttosto che in plastica.







  • Info Torre del Greco
  • Ricerca personalizzata