TuttoTrading.it


21/02/2022 Torre del Greco: rimangono in 10 i sottoscrittori della mozione di sfiducia ma si è capito chi è veramente all’opposizione, il Sindaco gode del sostegno di Forza Italia


Ricerca personalizzata









Comunicato Stampa Consiglieri Santa Borriello, Luigi Caldarola, Valerio Ciavolino, Vittorio Guarino, Gaetano Frulio, Luisa Liguoro e Vincenzo Salerno I 10 sottoscrittori della mozione di sfiducia sono stati coerenti con ciò che hanno scritto ed hanno votato compatti affinché questa disastrosa esperienza amministrativa cessasse.

Stasera, nonostante non si sia purtroppo messo fine a questo scempio, si è però finalmente raggiunta una chiarezza di cui si aveva bisogno.

Attualmente infatti si è capito chi è veramente all’opposizione e cioe’ i sottoscrittori della mozione di sfiducia che l’hanno anche votata.

Il Sindaco Giovanni Palomba in questo momento gode infatti anche del sostegno della moglie del coordinatore cittadino di Forza Italia e della sua esponente di punta ex vice Sindaco del dott. Ciro Borriello e suo candidato Sindaco nel 2018, Romina Stilo nonché Vice Sindaco del Sindaco Ciro Borriello che, in barba a tutti gli attacchi social ed a tutte le pesanti accuse mosse al Sindaco in aula, è entrata a far parte della sua squadra andando a far compagnia agli altri candidati Sindaci Luigi Mele – che addirittura alla scorsa seduta di Consiglio aveva detto espressamente di essere pronto a dimettersi – ed a Nello Formisano che nell’ultima seduta consiliare del 2021 aveva detto che questa Amministrazione “navigava a vista”.

Con l’attuale composizione della sua squadra, il Sindaco Palomba ha largamente superato la linea Maginot che aveva sempre detto di non volere varcare rifiutando ogni alleanza con coloro che sono legati al suo predecessore che invece ora sono i suoi “fidati” alleati.







Don Giosuè Lombardo, il parroco di Santa Croce, si era espresso contro la classe politica : "lo sporco esteriore è il segno di una sporcizia interiore morale"

La mozione di sfiducia al sindaco Giovanni Palomba è stata firmata da soli 10 consiglieri per cui non ha portato i risultati sperati dai dissidenti.

Rimane al suo posto Govanni Palomba grazie al voto favorevole di due consigliere che, almeno all' apparenza, siedono nei banchi dell' opposizione: ROMINA STILO e CARMELA IACOMINO che hanno votato contro la sfiducia consentendo all' aamministrazione di restare al suo posto.

Don Giosuè Lombardo, il parroco di Santa Croce, si era espresso contro la classe politica : "lo sporco esteriore è il segno di una sporcizia interiore morale".

"Non c' è più vergogna" ha pronunciato il parroco per richiamare gli amministratori di Torre del Greco prima del Consoglio per la sfiducia del 21febbraio.

Nell' omelia al vangelo della domenica egli ripete più volte la parola vergogna.

Rivolto ai fedeli, egli dice testualmente: "Proveranno vergogna nel guardare i genitori o i nonni anziani costretti a fare slalom tra la spazzatura di ogni genere ma i giovani della parrocchia mi dicono che "non si mettono scuorno, non provano vergogna!" .

E allora io credo che lo sporco esteriore possa essere il segno di una sporcizia interiore e morale.

Penso ai nostri ragazzi, al disagio sociale che vivono i giovani e alla mancanza di un futuro che offre questa nostra terra.

Menti eccellenti, intere generazioni sono costrette ad emigrare e purtroppo, ad andar via, sono sempre i migliori e i più preparati.

Questo rende più povera la nostra città".

Il sindaco, temendo reazioni di facinorosi dopo l' intervento del parroco, ha chiesto la presenza della Digos a Palazzo Baronale per il consiglio comunale del 21 febbraio.







Il sindaco mostra una maglietta in consiglio comunale senza essere ripreso da nessuno. E' ormai convinto di poter fare tutto insieme ai consiglieri che lo appoggiano

  • Letizia E Antonio Architravo: Si dice aiutati che Dio ti aiuta...non chiedere grazie alla Madonna se non sai essere fedele al tuo popolo, queste sono pagliacciate senza limiti

  • Info Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata