TuttoTrading.it


10/04/2022 Voto a Torre del Greco: anche il Pd si prepara


Ricerca personalizzata









La fuga in avanti dell’ex sindaco Ciro Borriello, che si dice pronto a ufficializzare la propria candidatura alle elezioni del 2023, a più di un anno dalla scadenza dell' attuale mandato, costringe il Pd a rivedere i propri programmi ed i candidati.



Al termine del direttivo organizzato a metà settimana nell’ex hotel della Deiulemar compagnia di navigazione, Salvatore Romano aveva annunciato che "non bisogna ripetere gli errori del passato, bisogna raccogliere subito le disponibilità a fare parte della squadra da presentare alle elezioni, entro il 5 maggio, poi apriremo il confronto sul nome del candidato sindaco".

Incontro definito da tutti positivo e confortante con Luigi Mennella (come sempre) in pole position e alle sue spalle la coppia formata da Michele Polese e Lorenzo Porzio.



La candidatura a sindaco di Ciro Borriello, annunciata a pochi giorni dal direttivo, potrebbe modificare il nuovo casting perchè Luigi Mennella viene considerato inadatto per contrastare il ritorno di Ciro Borriello e da qui l' idea di cercare nomi nuovi per convincere i cittadini a voltare pagina.

Fra i nomi nuovi quella di Luisa Liguoro, il presidente dell’ordine degli avvocati di Torre Annunziata e lo stesso Salvatore Romano, già capace di tenere unite tutte le anime del Pd in occasione della sua elezione.





E poi la novità di Alessandro Di Ruocco, figlio dell’imprenditore Francesco Di Ruocco ma non è da escludere un ritorno del consigliere regionale Loredana Raia sconfitta al ballottaggio del 2014 proprio contro Ciro Borriello.Altri nomi sono Felice Gaglione e Vittorio Cuciniello.









  • Info Torre del Greco News
  • Ricerca personalizzata