TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics
  • 14/06/2018 Disastro rifiuti a Torre del Greco: analisi della relazione del Commissario Straordinario

    Ricerca personalizzata






    Raimondo Marrazzo del M5S analizza "La Relazione attività svolte" dal Commissario Straordinario con il punto più discusso riguardante i rifiuti:
      Oggi analizziamo "La Relazione attività svolte" dal Commissario Straordinario. Diciamo una sorta di lettera d'addio con le specifiche del suo operato. Vi postero' i passi principali, giusto per un' adeguata Vs. informazione.

      Iniziamo con il punto piu' discusso delle attività effettuate dal Commissario, ovvero la gestione dei rifiuti. Egli cita :

      La situazione di crisi...ha precise cause strutturali ed è riconducibile a vari fattori :

      1)le scelte strategiche poste in essere dall'amministrazione guidata dall'ex sindaco dott. Ciro Borriello che nell'Ottobre del 2011 adotta un nuovo piano industriale strutturalmente inidoneo a raggiungere alte percentuali di raccolta differenziata;

      2)l'inadeguatezza gestionale ed operativa palesata dall'aggiudicatario del servizio "Consorzio Gema";

      3)le resistenze/inerzie volontarie o meno poste in essere da una parte della dirigenza e del personale dell'amministrazione comunale;





      4)la scarsa sensibilità dimostrata da una parte consistente della cittadinanza torrese rispetto ad una corretta pratica della raccolta differenziata....cittadinanza che mostra atteggiamenti di ribellismo latente ed una diffusa insofferenza per l'osservanza delle piu' elementari regole della civile convivenza a prescindere dalle fasce d'eta;

      Ora senza dilungarmi troppo emerge un dato incontrovertibile :

      C'è un sistema "Comune" (Amministratori e dirigenti) che impedisce a Torre del Greco di porsi un qualunque tipo di lungimirante obiettivo. E' un dato certo.

      E' sicuramente certo che tra la vecchia e la nuova Amministrazione, che si insedierà a breve, i punti di contatto sono molteplici.

      Per quanto tempo, dunque, questo sistema di condizionamento, che forzatamente e volontariamente ci mantiene nella situazione di attuale degrado, dovrà continuare?








    I punti indicati dal commissario sono già stati commentati dal gruppo Attivisti di Torre del Greco, dall' Osservatorio Rifiuti Zero, su tanti gruppi web.

    Ad essi va aggiunta anche la difficoltà di far pagare alla ditta il suo disservizio e naturalmente la mancata presenza di una classe politica.

    L' incapacità del sindaco Ciro Borriello è stata evidenziata anche da Paul Connet anche se l' incapacità nel gestire la raccolta dei rifiuti è stata notata da qualsiasi esperto.

    10/12/2011 Il “mago dei rifiuti” statunitense critica la scelta del sindaco Borriello: “Non aiutano la crescita della raccolta differenziata”. A Paul Connett non piacciono le isole ecologiche torresi (Andrea Scala, http://www.latorre1905.it)

      Torre del Greco – Negli ultimi mesi la gestione dei rifiuti della città del corallo è finita al centro di aspre critiche.

      Le proteste dei cittadini per le isole ecologiche e per l’installazione dell’impianto per il trattamento del rifiuto secco indifferenziato, da impiantare sul territorio di Torre del Greco come previsto dall’intesa dei diciannove comuni della provincia napoletana, hanno turbato non poco i sogni del primo cittadino Ciro Borriello.

      Ma a bacchettare l’ex deputato di forza Italia questa volta non è un cittadino qualunque o un politico di opposizione. Si tratta di Paul Connett, scienziato statunitense e attivista ambientale fondatore della strategia “Rifiuti zero”, noto in tutto il mondo per le sue 1700 presentazioni pubbliche in quarantanove stati degli USA, cinque province del Canada e altre 44 in altrettanti paesi del mondo.

       Il “mago” dei rifiuti, infatti, in una conferenza stampa tenuta al comune di Portici l’8 dicembre, giorno della venerazione dell’Immacolata Concezione, ha commentato la sua visita a Torre del Greco avvenuta nello scorso mese di ottobre:

      “Sono rimasto perplesso della gestione dei rifiuti della città di Torre del Greco. La decisione del sindaco di installare moltissime isole ecologiche non è ottimale in chiave di miglioramento della raccolta differenziata.

      Più che isole ecologiche, quelle di Torre del Greco sono punti di raccolta dato che i cittadini possono recarsi in qualsiasi ora del giorno e depositare qualsiasi tipo di rifiuto. Questo metodo – commenta Paul Connett – non permette agli addetti ai lavori di tenere sotto controllo i cittadini.

       Infatti, con il metodo porta a porta sarebbe molto più facile risalire a chi non effettua correttamente la raccolta differenziata, in modo da poter intervenire con azioni mirate”. Connett commenta anche la pulizia della città:

      “Tuttavia la città si presenta molto pulita, senza sacchetti della spazzatura per strada, ma i risultati potrebbero migliorare se venisse effettuato un porta a porta mirato, pur riconoscendo che sarebbe un’impresa ardua data l’enorme estensione territoriale della città corallina”.

      Lo scienziato statunitense si schiera a favore dell’installazione dell’impianto per il trattamento del rifiuto secco indifferenziato: “E’ un impianto molto importante per la crescita della qualità della raccolta differenziata e per eliminare il problema rifiuti dell’intera provincia.

      Mi hanno parlato dell’intesa dei diciannove comuni e credo che Torre del Greco abbia un ruolo molto importante”.

      Alle critiche piovute sulle isole ecologiche fortemente volute dal primo cittadino Ciro Borriello, si aggiunge quella “illustre” di Paul Connett.

      http://www.latorre1905.it

    • Info Torre del Greco Rifiuti
    Ricerca personalizzata