TuttoTrading.it

Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • M5S TDG
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics




    eXTReMe Tracker




    contatore visite
  • 02/12/2018 Caos rifiuti a Torre del Greco: l' ordinanza detta "salva-Gema" potrebbe causare un aumento della Tari e una ulteriore diminuzione della percentuale di raccolta differenziata

    Ricerca personalizzata







    A pochi giorni dall’entrata in vigore dell’ordinanza «salva-Gema» firmata dal sindaco Giovanni Palomba per tamponare l’emergenza rifiuti, gli esponenti della civica Ci vuole coraggio scrivono al primo cittadino e all’assessore all’ambiente Pietro De Rosa per fare luce su una serie di dubbi scatenati dal provvedimento con cui viene in pratica cancellato il piano industriale alla base dell’appalto da 46 milioni di euro aggiudicato al consorzio Gema.

    Sono vari gli interrogativi posti:

    1) Perché il provvedimento del 26 novembre è stato deciso solo alla fine del mese e non in precedenza, quando il sistema di raccolta dei rifiuti stava già mostrando tutte le note deficienze.




    2) Perchè non sono state comunicate alla città gli accorgimenti e le rimodulazioni previste dall’ordinanza.

    3) Perché il consorzio Gema non ha provveduto a indicare sui vari cassoni il tipo di rifiuto da conferire.

    4) Perchè nei siti di prossimità non vi sono contenitori adatti a raccogliere due tipi di rifiuti nello stesso giorno.

    5) Perché non si è provveduto a liberare gli ecopunti dai cassoni per gli ingombranti, visto che ora dovrebbe essere attivo un numero verde dedicato al servizio e l' ordinanza specifica che gli ingombranti non vanno più conferiti come prima.







    6) Si desidera sapere se il consorzio Gema sta rispettando il capitolato di appalto e se si stanno applicando eventuali sanzioni con l’ausilio degli ispettori Nu o se il consorzio sta usufruendo di agevolazioni riguardanti le sanzioni in conseguenza della' ordinanza sindacale decisa unilateralmente.

    Intanto, la presentazione del nuovo piano industriale per introdurre il sistema porta a porta (atteso per il 27 novembre) slitta di almeno una settimana. Dopo la presentazione, il nuovo metodo di raccolta dell’immondizia dovrà essere approvato in giunta e poi in consiglio comunale.

    Si pensa ad uno slittamento dell' allontanamento della ditta Gema, ad un forte aumento della prossima Tari e ad un ulteriore crollo della percentuale della raccolta differenziata.

  • Info Torre del Greco
  • Ricerca personalizzata