TuttoTrading.it
Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Collezioni







    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 10/03/2019 Caos rifiuti: 10/03/2019 Caos rifiuti: arriva la Buttol ed il sindaco riapre il centro di raccolta di Leopardi

    Ricerca personalizzata






    Arriva la nuova ditta per la raccolta dei rifiuti in città e il sindaco Giovanni Palomba ha imposto alla Edil Cava Santa Maria la Bruna l’espletamento del servizio di smaltimento di frazione organica e ingombranti per sei mesi, in attesa del bando per l’introduzione del "porta a porta".

    In effetti il sindaco Palomba ha ordinato alla Edil Cava di Santa Maria La Bruna "l' espletamento del servizio di smaltimento dei rifiuti organici, ingombranti e da esumazione ed estumulazione derivanti dal servizio si raccolta. "

    Eppure Giovanni Palomba si era mostrato contrario ad utilizzare le ex cave di viale Europa come sito di stoccaggio provvisorio in città in attesa di essere trasportati ai centri di conferimento regionali.

    Egli si era rifiutato di utilizzare l’area di Leopardi come sito di stoccaggio provvisorio preferendo trasformare Torre del Greco in una maxi-discarica a cielo aperto anziché ricorrere al «trucco» utilizzato fino al 2017 per agevolare la salute pubblica e per favorire il compito ai nuovi arrivati, il sindaco si è convinto ad aprire le porte delle ex cave di villa Inglese ai rifiuti di natura organica e cimiteriali e agli ingombranti raccolti sul territorio e sarà poi la Edil Cava Santa Maria la Bruna ad interessarsi di smaltire i rifiuti.





    Tutto questo per la durata di sei mesi, giusto il tempo per avviare il servizio di porta a porta per garantire la continuità e la circolarità del servizio al fine di non pregiudicare le condizioni per una corretta gestione del ciclo integrato dei rifiuti ma anche per evitare l' abbandono indifferenziato incontrollato dei rifiuti sul territorio con conseguente aggravio per la salute pubblica e la salvaguardia dell' ambiente.

    Il provvedimento deciso da Giovanni Palomba potrebbe aprire una crepa all’interno della squadra di governo cittadino: a partire da Ciro Piccirillo e Salvatore Gargiulo (entrambi esponenti della lista civica La Svolta guidata da Salvatore Antifono) per finire con Michele Langella passando per Vittorio Guarino e lo stesso Alfonso Ascione sono diversi i «rappresentanti» della zona di Leopardi in passato scesi sul piede di guerra per contestare l’utilizzo delle ex cave di villa Inglese come pattumiera.







    E' probabile l’apertura di un nuovo fronte di battaglia in maggioranza in attesa della discussione nel merito davanti al Tar Campania del ricorso presentato dal consorzio Gema contro la decisione del sindaco di affidare in via provvisoria alla ditta Buttol il business della raccolta dei rifiuti in città.

  • Info Torre del Greco Rifiuti
  • Ricerca personalizzata