TuttoTrading.it


Questo sito
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    Google analytics


    eXTReMe Tracker
  • 08/02/2008 Che cosa è la raccolta differenziata

    Ricerca personalizzata




    Lo sviluppo socio - economico ha portato, in Italia ed ovunque nel mondo, grandi disfunzioni come quella dei rifiuti solidi urbani, il cui smaltimento veniva effettuato con l'ammassamento in discariche più o meno grandi, poste nelle immediate vicinanze dei centri di raccolta e viste malvolentieri dagli abitanti vicini.

    L' aumento della popolazione ha portato ad un aumento sconsiderato dei rifiuti ed all' impossibilità oggettiva di utilizzare solo discariche ed alla necessità di risolvere il problema rifiuti con interventi su ogni fase della produzione del rifiuto stesso, utilizzando oltre alle discariche controllate, anche il riciclaggio

    La raccolta differenziata consiste nel suddividere a monte i vari tipi di rifiuti in modo da poter recuperare piu' facilmente le risorse e risparmiare energia. Infatti gettare via qualcosa significa, sciupare l' energia consumata per produrla ed inoltre produrre oggetti con materiali di recupero richiede meno energia che produrli utilizzando materie prime. Per esempio è piu' facile ricavare il vetro da bottiglie di vetro che non dalla sabbia. Si riducono in tal modo i rifiuti da smaltire e nel contempo si recuperano delle preziose risorse.






    I vari rifiuti sono raccolti separatamente. Tutti i materiali, una volta utilizzati, diventano rifiuti ma possono essere riutilizzati, riciclati evitandi discariche ed inceneritori. E la raccolta differenziata è la base di partenza per il riutilizzo di questi scarti e consiste nella loro separazione per tipologia o grado di riciclabilità.

    Ogni comune dovrebbe avere un proprio metodo per il riciclaggio con raccolta selettiva monomateriale o raccolta differenziata multimediale per piu' materiali (esempio plastica con alluminio)
    La raccolta monomateriale prevede la suddivisione dei rifiuti in diversi recipienti (vetro, plastica, metalli, rifiuti organici, ecc. ) e la raccolta degli stessi per l' invio agli appositi impianti di selezione.








    La raccolta multimateriale prevede, invece, la separazione dei materiali recuperabili da quelli non recuperabili.
    La raccolta puo' essere fatta porta a porta, con vuoto a rendere o tramite i cassonetti appositi.
    Si cerca in tal modo di recuperare una frazione organica che rappresenta il 30% dei rifiuti, una frazione di carta e cartoni per il 24%, stracci e legno 20%, plastica e gomma 13% vetro 8%, materiali pericolosi 1%
    Dei rifiuti urbani solo il 10% viene recuperato come materia o energia contro quanto stabilito dalla finanziaria: 45% entro il 2008 e 65% entro il 2012

    Entro il 2006 era obbligo di tutti i Comuni raccogliere in maniera differenziata almeno il 35% dei rifiuti (in origine tale percentuale era da raggiungere nel 2003); la nuova normativa prevede l'obbligo di raggiungere il 65% entro il 2010. In Italia esistono molti Comuni che ottengono ottimi risultati superiori all'80% di materiale differenziato; tra le grandi città con più di 500.000 abitanti il primato spetta a Torino, che nel 2007 ha raggiunto il 40,7% di raccolta differenziata. L' obiettivo è per tutti la raccolta differenziata al 100%.

  • Info TuttoRaccoltaDifferenziata
  • Ricerca personalizzata