TuttoTrading.it
Nascosto Image Banner 468 x 60



 Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
  • Scambia link
  • Vota Sito
  • Collabora
  • Pagina Pref.
  • Segnala Sito
  • Disclaimer

     Ec. Finanza
  • TuttoBanche
  • BorsaNews
  • BorsaQuote
  • BorsaGrafici
  • T. Economia
  • TraderNews
  • TraderArch.
  • Tradingonline
  • T. Dividendi
  • Gloss. Fin.
  • Glossario
  • ContoArancio

     Mondo Scuola
  • TuttoScuola
  • La Terra
  • Miss. Salute
  • Salute/Ben.
  • Adolescenza
  • Emergenze
  • T. Sondaggi
  • RaccoltaDiff.

     Mondo Internet
  • TuttoWeb
  • T. Download
  • T. Sicurezza
  • Gl.Sicurezza
  • Emigrazione
  • Quotidiani
  • TuttoMotori
  • T.Ricerche
  • T.Shopping
  • Racc.Diff.
  • Prev.meteo

     Mondo e Problemi
  • Mondo/Probl.
  • I Temi
  • Grandi Temi
  • Archivio Temi
  • T.Emergenze
  • T.Racc.Diff.

     Mondo Partenopeo
  • TuttoNapoli
  • TorreGreco
  • TuttoItalia
  • RaccoltaDiff.



    eXTReMe Tracker




    contatore visite
  • 18/03/2014 TANTE IDEE SU COME PRODURRE MENO RIFIUTI: IDEE DA ADOTTARE SUBITO!!!

    Ricerca personalizzata



    (European Week for Waste Reduction) Il problema dello smaltimento dei rifiuti sta diventando una priorità nell'agenda degli amministratori a livello globale: discariche, inceneritori e abbandono indiscriminato sul territorio di ogni tipo di rifiuto sono diventati vere e proprie emergenze sociali oltre che ambientali.

    Un problema davvero grave che non può lasciare indifferenti e di fronte al quale sembra esserci una via d'uscita obbligata: cercare di produrre meno rifiuti e quindi meno inquinamento possibile da rifiuti. E' importante che questo semplice messaggio entri a far parte delle nostre azioni quotidiane, a tutti i livelli.

    Possiamo fare molto per iniziare ad invertire la rotta, una rotta a dire il vero piuttosto preoccupante se si pensa che le previsioni indicano un aumento considerevole (e non una diminuzione) della produzione di rifiuti sia in area UE che a livello globale almeno per i prossimi 12 anni.

    Ogni anno vengono prodotti circa mezzo quintale di rifiuti urbani pro capite. La raccolta e smaltimento di essi ha un costo di circa 110 euro, costo sostenuto da tutti i cittadini e tale costo rischia di aumentare anno dopo anno.

    La raccolta differenziata è solo una parte della risposta a questo trend. Il vero risparmio è la riduzione alla fonte del rifiuto. Ma anche i prodotti da inviare alla raccolta differenziata devono essere ridotti utilizzando le altre due R: Riusa e Ripara, le due voci che completano la famosa regola delle 4R.

    . Ridurre i rifiuti, una sfida possibile: ecco come:

    1). Fai finta che i sacchetti di plastica non esistano: usa borse di cotone per la spesa oppure sacchetti biodegradabili. I sacchetti di plastica saranno presto vietati per legge!

    2) Compera Frutta, verdura o altri cibi calcolando i tuoi bisogni reali. Ripensa a tutte le volte che ti è capitato di buttare via cibo perché andato a male e cerca di capirne il motivo: fare la spesa utilizzando una lista ti aiuterà a fare meno errori.

    3) Utilizza pannolini riciclabili, si risparmiano soldi (costano di più ma ne servono molti di meno) e soprattutto evitano 1 tonnellata (!) di rifiuto in 3 anni. I pannolini usa e getta permangono in discarica per 500 anni!

    4) Bevi acqua del rubinetto (buona, pulita, controlla ta e poco costosa), fa risparmiare la plastica di 12 kg a testa all'anno. Senza pensare all’inquinamento causato dal trasporto dell’acqua su e giù per l’Italia. Se ti piace l’acqua frizzante, ci sono ottimi “gasatori” in commercio a pochi euro che oltre a rendere l’acqua del rubinetto effervescente, fanno svaporare il cloro e quindi migliorano il sapore.

    5) Se proprio non ne puoi fare a meno di comprare l’acqua minerale: cerca di acquistare bottiglie con il “vuoto a rendere” un sistema che permette di riutilizzare l’imballaggio attraverso una cauzione che viene pagata anticipata mente dal consumatore;





    6) Leggi le etichette per il corretto dosaggio dei prodotti – ad esempio detersivi, shampoo, dentifrici, cosmetici ecc... allungherai la vita dei tuoi acquisti.

    7) Controlla le date di scadenza: non rischierai di scartare cibi, pile, cartucce per stampanti ecc...

    8) Privilegia i locali che non utilizzano piatti, bicchieri, posate, tovaglie usa e getta. E non pensare che il conto sia più leggero. Nel conto spesso troveresti un costo in più per tali consumi.

    9) Ci sono cose di “seconda mano” che funzionano ben issimo e non hanno bisogno di essere nuove (ad esempio un libro scolastico). Pensa quindi, prima di acquistare un ben e se puoi prenderlo usato. Anche il portafoglio ne riceverà beneficio.

    10) Leggi il giornale via internet. Costa di meno e puoi risparmiare 70 kg di carta ogni anno.

    11) Pensa sempre che ogni oggetto che usi diventerà un rifiuto: fallo durare il più a lungo possibile

    12) Usa pile ricaricabili: si possono ricaricare fino a 500 volte. Puoi risparmiare fino a 100 € l’anno.





    13) Prima di gettare vestiti, libri, mobili, elettrodomestici, biciclette ecc... pensa che possono servire a qualc un altro! Ogni giorno in discarica arrivano innumerevoli beni ancora utilizzabili!

    14) Quando li trovi rifornisciti di prodotti alla spina (detersivi alla spina, latte alla spina). Oltre a farci risparmiare nello smaltimento, risparmi tu pagando solo il prodotto e non la confezione e gli imballi che lo contengono.

    15) Privilegia i prodotti con singolo imballo o con imballo ridotto (tubetti di dentifricio senza scatola, confezione delle uova senza doppio involucro, ecc...), in questo modo mandi un importante messaggio ai produttori. Ricorda che quello che ti serve è solo il contenuto , il resto diventa rifiuto (ben pagato con il prezzo d’acquisto) non appena varchi la soglia di casa!

    16) Quando non ne hai stretto bisogno, non fare incartare i prodotti che acquisti (medicine in farmacia, piccoli oggetti, ecc..)

    17) Sulla cassetta delle lettere, attacca una targhetta ben visibile con su scritto: "NO PUBBLICITA". Sempre che la pubblicità non sia tra le tue letture preferite!

    18) Bibite e acqua minerale: cerca di acquistare bottiglie con il “vuoto a rendere” un sistema che permette di riutilizzare l’imballaggio attraverso una cauzione che viene pagata anticipatamente dal consumatore;

    19) Se hai un giardino od anche un orto, chiedici una compostiera: è gratis! Avrai concime gratuito di ottima qualità (cosa c’è di meglio dei tuoi scarti della cucina).

    20) Preferisci sempre il vetro alla plastica per gli imballi. Il vetro si ricicla al 100% mentre le plastiche sono spesso non riciclabili.

    21) Non utilizzare posate di plastica. Non sono riciclabili e sono scomodi. Lavare le stoviglie costa molto di meno che andarle a comprare ogni volta.

    22) Evita di comprare, formaggi, carne, pesce, affettati ed altro in vaschetta di polistirolo. Anche il polistirolo talvolta non è riciclabile. E poi meglio acquistare sfuso, il prodotto è più buono e la quantità più idonea alle tue necessità.

    23) Usa detersivi per panni per piatti, bagno schiuma , shampoo con dosatore. Quelli senza lasciano uscire sempre troppo prodotto rispetto all’effettiva necessità. Fatti furbo , il produttore calcola i tuoi sprechi e ci fa conto!

    24) Usa fazzoletti e tovaglioli di stoffa si può! In lavatrice occupano un posto minimo e non serve stirarli.

    . 25) Stampa dal tuo computer solo quando non ne puoi fare a meno. Gestire la carta è fastidioso e difficilmente si ritrova un documento quando serve!

    26) Maschietti: per la barba usare un rasoio elettrico al posto delle lamette usa e getta, fa risparmiare soldi (lamette, sapone da barba, acqua, ecc...) e tempo per la rasatura.

    27) Femminucce: per i peli superflui usare un depilatore elettrico al posto delle lame usa e getta fa risparmiare soldi e tempo per la depilazione

    Compost - Compostaggio - Che cosa è - Come si prepara - Quali prodotti utilizzare

  • Info TuttoRaccoltaDifferenziata
  • Ricerca personalizzata