TuttoTrading.it

SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 12/01/2012 Decisioni di politica monetaria sui tassi Bce di gennaio 2012

    Ricerca personalizzata

    Nella riunione odierna il Consiglio direttivo della BCE ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente all’1,00%, all’1,75% e allo 0,25%.

    Il Presidente della BCE illustrerà i motivi di tali decisioni nella conferenza stampa che avrà luogo questo pomeriggio alle ore 14.30 (ora dell’Europa centrale).

    Secondo Draghi: "L'estensivo ricorso alla prima asta di finanziamento triennale da parte delle banche indica che le nostre misure non standard stanno fornendo un contributo sostanziale a migliorare la situazione del funding"

    Dopo i due tagli consecutivi di 25 punti base che hanno inaugurato l'era Draghi, il consiglio ha deciso all'unanimità di mantenere il costo del denaro stabile al minimo storico dell'1%, in linea con le attese del mercato.

    Invariati rispettivamente allo 0,25% e all'1,75% i tassi sui depositi e sui prestiti overnight.

    Secondo l'istituto centrale di Francoforte, l'inflazione dovrebbe mantenersi  oltre il 2% per diversi mesi e questo escluderebbe altri tagli nel breve rtermine. Il governatore ha detto:

    "Le informazioni che sono diventate disponibili dall'inizio di dicembre confermano largamente la nostra precedente valutazione. L'inflazione probabilmente si manterrà sopra il 2% per diversi mesi prima di scendere sotto il 2%" , in conseguenza del rallentamento della crescita economica nella zona euro e questo in conseguenza della crisi del debito e della crescita globale inferiore alle attese

  • Archivio BCE
  • Archivio TraderNews
  • Ricerca personalizzata

     Questo sito
  • Home
  • Mappa sito
  • Contatti
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO