TuttoTrading.it
  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker


  • 17/10/2012 Il superindice OCSA migliora ancora

  • Dividendi 2019
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






  • L’indice super-economico composito stilato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) è utile per avere conferma delle indicazioni sull’attività economica futura a partire dai trend della moneta reale. Spesso però l’OCSE fraintende i suoi stessi dati. Ne è un esempio la recente relazione pubblicata a margine dei risultati dell’indice per il mese di agosto; sostiene che “la maggior parte delle economie più sviluppate continueranno nei prossimi trimestri a vivere un calo della crescita”. Tuttavia un indicatore previsionale dell’espansione globale calcolato qui combinando e trasformando i dati dell’OCSE è risultato in aumento per il secondo mese consecutivo – come si vede dalla tabella di seguito. Tenendo conto del tipico ciclo di tre mesi, questo suggerisce che il trend semestrale nella produzione industriale globale subirà una contrazione in settembre per poi tornare a crescere a ottobre/novembre.  

  • Inoltre, un “superindice del superindice”– creato in via sperimentale per prevedere le svolte di mercato con maggiore anticipo – è migliorato in agosto per il quarto mese consecutivo, facendo pensare a un’ulteriore ripresa nell’indice stesso in settembre e ottobre. Questo, per contro, implicherebbe che una maggiore stabilità a livello globale potrebbe verificarsi più ampiamente a inizio 2013.  

  • Questi risultati confermano i positivi segnali di un’iniziale espansione della moneta reale, che può guidare l’economia per circa sei mesi. Questa ripresa è continuata in agosto e probabilmente si prolungherà a settembre, quindi altri picchi nel trend della crescita globale sono improbabili almeno fino alla prossima primavera. 

  • La previsione di un miglioramento delle condizioni di mercato suggerita dai trend monetari e dai dati dell’indice OCSE deve ancora essere riconosciuta dal consensus, incline piuttosto alla prudenza a causa della stretta fiscale attuata dall’UE e dal rischio “fiscal cliff” che incombe sugli Stati Uniti. Il Fondo Monetario Internazionale segue con fiducia il consensus e recentemente ha abbassato le proprie previsioni sulla crescita globale – altra ragione per essere ottimisti, considerando i suoi record nelle previsioni.

    Mariella Piccinni
    Business Unit Corporate Finance


    a:
    Viale Vittorio Veneto, 22, 20124 Milano Italy
    t:
    +39 02 77336 289 | f: +39 02 77336380
    e:
    mariella.piccinni@mslgroup.com
    w:
    www.mslitalia.com

  • Archivio TraderNews
  • Ricerca personalizzata
    Begin Cookie Consent plugin by Silktide - http://silktide.com/cookieconsent -->