TuttoTrading.it


  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.




    VAI ALLA MAPPA DEL SITO

    Google analytics


    eXTReMe Tracker
  • 07/08/2002 Sistemi di Ricezione Dati in Push (Mario Fabbri, A.D. Directasim)

  • Dividendi 2017
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    Mi sa tanto infatti che molte delle lamentele che si leggono di recente in giro su forum e NG sulle "quotazioni push in ritardo", possano discendere anche da una (ancora) limitata familiarità degli utilizzatori con le caratteristiche - e soprattutto coi limiti - dei sistemi di ricezione dati in push via Internet, che - se anche "somiglia molto" alla ricezione dei dati su un televisore, è in effetti piuttosto diversa, e richiede - a differenza appunto di uno spettatore di spettacoli TV - delle cautele, di cui solo l'utente dei dati push può farsi carico.

    Non è possibile essere certi delle cause di una disfunzione che riguarda la ricezione dei dati sulla sola base delle cose che leggo - ma il tipo di problema di cui ci si lamenta in relazione alla ricezione dei dati sembrerebbe molto correlato a un problema di "ricezione dati di borsa"/collo di bottiglia sulla propria postazione: il problema parrebbe infatti prodursi solo quando il mercato si muove e quindi i dati che si ha richiesto di ricevere in push diventano tanti "rispetto alla capacità di ricezione del sistema cliente"

    Questo può avvenire ad esempio perché si tengono tante finestre con molti titoli aperti - e il PC - anche se funziona bene se il mercato "è piatto", non appena i volumi crescono, coi suoi Mhz e Mbytes, "non ce la fa" a stare al passo... (la "potenza di elaborazione" disponibile per far girare VT e ricevere le quotazioni può dipendere da moltissimi fattori: il sistema operativo, la memoria, eventuali altri programmi che girano in parallelo con VT...

    Oppure può essere la connessione Internet che "non ce la fa"... (se ci sono dei problemi di connettività "intermittente" - oggi è capitato anche a me - allora i dati possono arrivare "a singhiozzo" nel momento del ripristino della connettività, nel modo descritto - ma non credo che il problema sia questo, perché mi pare improbabile che "i singhiozzi" siano correlati alle fasi di mercato intense...)

    In effetti non è scontato - da quanto si scrive - "a chi dare la colpa"... a chi ha costruito il PC? (se fosse più potente il problema probabilmente non si porrebbe), a chi ha messo insieme il sistema operativo? (se fosse più efficiente il problema probabilmente non ci sarebbe), a chi ha programmato VT ?(se fosse più efficiente... i.c.s.), a chi ha fatto il software di rete e con chi fornisce la connettività Internet? (anche queste cose assorbono risorse e "aiutano" a creare il problema..), a chi tiene aperte troppe finestre sul proprio PC, con troppi titoli o attiva troppi programmi simultaneamente? (con meno dati in ricezione probabilmente il problema non ci sarebbe - dato che i server che alimentano VT sono gli stessi che riforniscono il multibook, su cui, mi pare che oggi i dati arrivassero sempre "abbastanza" tempestivamente) ...

    Tra queste diverse ipotesi - ripeto -non sono in grado di pronunciarmi, ma ci terrei - per evitare equivoci in chi legge - a riservare il concetto "i tol si bloccano" alle - per fortuna, direi, molto rare circostanze - in cui a bloccarsi è effettivamente il "TOL" e cioè il sistema di inoltro/revoca degli ordini. Dopotutto "TOL" significa esattamente "trading" on line.

    Sarà poi certamente vero che senza dati aggiornati non è consigliabile fare TOL, ma questa non è la stessa identica cosa, da mettere nello stesso identico calderone: infatti "potrebbe" non dipendere per nulla dal broker (se p.es i server danno i dati "in tempo reale" ed è la connessione o il PC a funzionare male...), potrebbe essere aggirabile utilizzando una informativa "più leggera" e che carica di meno il PC (per esempio molti nostri utenti si trovano abbastanza "bene" col solo multibook sotto browser) o potenziando il PC... o riducendo la quantità di dati di cui si richiede il push, ecc... ecc... ecc...


    Noi ovviamente facciamo - e continueremo a fare - tutte le opportune pressioni su Traderlink perché alleggerisca "quanto più possibile" VT, (la versione col push sul portafoglio non tarderà molto) ma sono certo che questo potrà solo ridurre e mai eliminare completamente il problema, in quanto in informatica vale il "principio fondamentale" che qualsiasi programma su qualsiasi sistema potrà sempre essere bloccato da un utente abbastanza determinato nell'aggiungere "carico"... Cioè: le tecnologie possono sempre essere migliorate (e verranno sicuramente migliorate), ma avranno sempre dei "limiti" di carico, e una volta che li si raggiunga (e sarà sempre possibile raggiungerli), i sistemi - per quanto impegno i broker TOL possano metterci - non potranno che malfunzionare.

    O mi sfugge qualcosa?

  • Sistemi di Ricezione Dati in Pull

  • Archivio Tradingonline
  • Ricerca personalizzata
    Begin Cookie Consent plugin by Silktide - http://silktide.com/cookieconsent -->