TuttoTrading.it



SITO

  • Home
  • Mappa
  • Contatti
  • G.Temi
  • Dividendi
  • Div.19
  • Shopping
  • Informaz.
  • Sicur.Inf.
  • Trading
  • Collezioni
    VAI ALLA MAPPA DEL SITO


    INFO
  • Acqua
  • Aliment.
  • Ambiente
  • Automot.
  • Balneab.
  • Banche
  • Bookcr.
  • Buttol
  • Case
  • acqua
  • Colorare
  • Decoro
  • urbano
  • Decresc.
  • dividendi
  • Donne
  • Economia
  • Economia
  • circol.
  • Energia
  • En.rinnov.
  • Famiglia
  • Finanza
  • Foto
  • Giardini
  • Giornata
  • memoria
  • G.foibe
  • Inquin.
  • M'illumino
  • dimeno
  • M5S TDG
  • Ora sol.
  • legale
  • Peso
  • rifiuti
  • Pishing
  • Politica
  • Raccolta
  • bott.
  • Olio
  • esausto
  • Rassegna
  • Riciclo
  • Rifiuti
  • R.affetto
  • R.zero
  • R.verde
  • S.mare
  • Scuole
  • ricicl.
  • Social
  • street
  • Solidar.
  • Shopping
  • Spoofing
  • Storia
  • TDG
  • News
  • Tumori rif.
  • Tutto
  • droga
  • T.racc.
  • differ.
  • T.droga
  • T.scuola
  • Violenza
  • V.rendere


  • 04/04/2006 Borsa di Milano e Rendimento dei Dividendi 

  • Dividendi 2020
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    Il rendimento del dividendo (dividend yield) ha assunto negli ultimi anni un interesse crescente nelle scelte di investimento sui titoli azionari per vari fattori

    1)Innanzitutto è da considerare il basso livello di rendimento dei titoli di stato che premia alcuni titoli azionari che staccheranno un dividendo elevato.
    Il differenziale di rendimento tra i BTP a 10 anni ed il paniere dello S&P/Mib si è drasticamente ridotto nell'ultimo decennio:
    A)Nel 1995 il rendimento del BTP 10 anni era dell' ordine dell' 11% contro un dividend yield stimato dell' 1,7%
    B)Il rendimento dei BTP a 10 anni è oggi di circa il 3,9%, notevolmente inferiore al dividend yield 2005 per il paniere dei titoli S&P/Mib, stimato oggi intorno al 3,7%, e a quello di competenza del 2006 che è di circa il 4%
    (Si noti, pero', che i due tipi di investimento sono completamente diversi e possono portare anche ad un guadagno/perdite in conto capitale)

    2)Si deve poi considerare il fatto che sono aumentati i dividendi staccati ed il pay-out ratio
    Rimane, però, il rischio di una inversione di tendenza: potenziale di crescita sempre più ridotto delle società italiane che preferiscono distribuire dividendi anzichè investire

    3)La grande diffusione di dividendi straordinari in relazione a fusioni, acquisizioni, cessioni.

    I bassi rendimenti degli strumenti meno rischiosi rendono allora più appetibili i dividendi di borsa, soprattutto utility, Telecomunicazioni e media che sono tra i top in termini di rendimento. Alle quotazioni del 3 aprile, questi sono i titoli che presentano un rendimento superione al 3.50%:

    Enel (6.26% escluso l'acconto), Snam (4.67% escluso il dividendo straordinario) e Seguono Telecom Italia (5.73%) e alcuni titoli media, Mediaset (4.41%), Mondadori (4.28%), Ras (4.02%), Terna (3.60% escluso l'acconto)

    I titoli di risparmio ancora interessanti dopo le operazioni di conversione degli anni passati e le operazioni di de-listing sono pochi e fra questi spicca Telecom Italia risparmio

    Per le tabelle aggiornate e complete sui rendimenti dei dividendi vedere

  • TuttoDividendi - Rendimento dei Dividendi e Multipli comuni: Beta, P/E, EPS, stima utili futuri, Dividend yield, P/E futuri

  • TuttoDividendi
  • Ricerca personalizzata