TuttoTrading.it


Home
Contatti

Informazione A.Informaz. Granditemi Dividendi Divid.2020 Divid.2021 T.Economia Tuttoborsa Tuttobanche Glossari T.Shopping Sicurezza Inf. Tuttoscuola Tuttoweb Tuttotrading

VAI ALLA MAPPA DEL SITO








01/10/2007 Gli strumenti per avvicinarsi al trading (http://www.tradingreale.it)

  • Dividendi 2021
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    Oggi ci occupiamo degli strumenti, che servono per avvicinarsi al trading e della loro importanza.

    È chiaro che questa professione è diventata accessibile a tutti solo da quando i mercati finanziari sono informatizzati; quindi sono necessari alcuni strumenti.

    Il primo di cui il buon trader ha di bisogno è sicuramente un PC; per poter essere collegato ad un mercato serve un collegamento ad internet, veloce ed affidabile; poi bisogna risolvere il problema dei dati da utilizzare e il software per poterli elaborare; ultima cosa, ma forse la più importante, la scelta dell’intermediario per le nostre transazioni, il famigerato broker.

    Vediamo come scegliere i nostri strumenti.

    Per quanto riguarda il PC, ormai sul mercato sono disponibili a buon mercato computers affidabili e con prestazioni sufficienti: se il PC è adatto ai giochi, va bene anche per il trading. Indicativamente può bastare un processore di fascia media, una memoria ram da 512Mb, un hard disk da 80 Gb; il monitor deve essere a cristalli liquidi o al plasma da almeno 17 pollici.

    Il collegamento ad internet, specialmente nel trading intraday, risulta spesso determinante. Non basta focalizzare la propria attenzione sulla velocità, ma, soprattutto, sull’affidabilità. Immaginate cosa succederebbe se, nel momento in cui inserite un ordine, si interrompesse il collegamento e non riusciste più a seguire la vostra operazione, magari rischiando, se avete sbagliato la direzione del mercato, di rimetterci ‘le penne’. Una buona soluzione è avere un collegamento d’emergenza che garantisca la possibilità di ricollegarsi al mercato velocemente; ad esempio, usare un collegamento ADSL (fra le tante offerte del mercato) e avere pronto il buon vecchio modem a 54 kb/s per l’emergenza.

    La scelta del software è un po’ più complessa di quello che sembra. Spesso ci si limita all’utilizzo del software che viene fornito dal broker, ma non è detto che sia adatto alle nostre esigenze. Noi consigliamo di usare un software per le analisi dei mercati ed uno per l’immissione degli ordini. Per le analisi è necessario che si abbiano a disposizione strumenti grafici duttili ed efficaci, con la possibilità di fare backtesting e selezionare, secondo particolari criteri, i titoli. Esistono tanti ottimi prodotti sul mercato, ma noi riteniamo che, per cominciare, non si debba fare una grossa spesa e si possa utilizzare un software funzionale, ma non molto complesso. Su internet ci sono diversi software non a pagamento, ma per esperienza possiamo dire che Prorealtime (www.prorealtime.com) sia un’ottima scelta, non solo perché gratuito per i dati daily (basta la registrazione), ma perché fornisce degli ottimi tools grafici e un modulo per il backtesting.

    Per quanto riguarda la piattaforma che materialmente vi consente di entrare sul mercato è necessario che sia velocissima, chiara e di semplice utilizzo. Il tempo di immissione dell’ordine è un parametro molto importante: ogni fornitore dovrebbe darlo, altrimenti è bene che lo richiediate voi. Poi dovete vedere personalmente quanto l’interfaccia grafica sia, per voi, chiara, e valutarne la velocità di utilizzo. Renato Di Lorenzo dice che “un buon software dovrebbe permettere di immettere un ordine con due clic”; e noi ci sentiamo di sposare questa semplice ma efficace ricetta. Quest’ultima scelta, solitamente, è strettamente legata al fornitore dei dati e soprattutto al broker.

    Il broker merita un capitolo a parte: si tratta della vostra ‘persona di fiducia’ sul mercato, che fattivamente vi permette di lavorare; quindi la sua scelta è delicatissima e per questo motivo dedicheremo il prossimo articolo interamente alla scelta del broker, indicando come orientarsi fra le numerose offerte del mercato italiano ed estero.

    http://www.tradingreale.it
    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • TradingFacile
  • Ricerca personalizzata