TuttoTrading.it


Home
Contatti

Informazione A.Informaz. Granditemi Dividendi Divid.2020 Divid.2021 T.Economia Tuttoborsa Tuttobanche Glossari T.Shopping Sicurezza Inf. Tuttoscuola Tuttoweb Tuttotrading

VAI ALLA MAPPA DEL SITO








03/08/2008 Osserviamo …bene i mercati! (http://www.tradingreale.it)

  • Dividendi 2021
  • TuttoDividendi


  • Ricerca personalizzata






    Oggi avremmo voluto fare un’analisi di fine settimana dei mercati nazionali ed internazionali, ma cominciando a leggere la nostra quotidiana rassegna stampa e ad osservare i grafici salta subito all’occhio come il quadro dipinto dai media non rispecchi fedelmente la situazione internazionale.

    Senza volerci addentrare in considerazioni economiche che non ci competono, ci limitiamo a fare osservare come da mesi giornali e telegiornali ci abbiano instillato l’idea che poiché l’economia americana è in forte recessione i mercati hanno subito una forte spinta ribassista e noi, in Italia ed in Europa, grazie al super euro non habbiamo subito un forte contraccolpo e dovremo ‘limitare i danni’.

    A questo punto facciamo un banale confronto fra l’S&P Mib indice di rifrimento della borsa italiana e il DJIA il famoso Dow Jones Industrial Average indice da sempre considerato specchio fedele delle ripercussioni in borsa degli eventi economici americani.

    Cominciamo col notare che il massimo degli ultimi anni l’S&P lo ha fatto segnare ad aprile 2007, mentre il DJIA ad ottobre del 2007, quindi l’indice americano ha iniziato la fase di down trend dopo l’indice italiano e già questo ci sorprende (la stessa considerazione vale per molti altri indici europei). Ma la cosa che non ci aspettiamo che andando a misurare la differenza percentuale fra questi massimi e gli ultimi minimi registrati ci accorgiamo che mentre il DJIA è sceso del 16% l’S&P Mib ha perso il 36% ( tutti gli indici europei hanno perso percentualmente più del DJIA).

    Ancora una volta ci troviamo di fronte ad una eccessiva semplificazione delle situazioni economiche internazionali che, di fatto, porta ad una errata informazione. Abbiamo fatto notare in altre occasioni come, nella migliore delle ipotesi, l’informazione spesso è superficiale come in occasione del prezzo del petrolio o dei mutui americani.

    http://www.tradingreale.it
    Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

  • TradingReale
  • Ricerca personalizzata